Startup e PMI innovative: in Gazzetta Ufficiale il decreto MISE da 200 milioni di euro

Tommaso Gavi - Incentivi alle imprese

Startup e PMI innovative: il decreto attuativo MISE, che regola l'impiego degli ulteriori 200 milioni di euro previsti dall'articolo 38 del decreto Rilancio, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Startup e PMI innovative: in Gazzetta Ufficiale il decreto MISE da 200 milioni di euro

Startup e PMI innovative: il decreto attuativo MISE che mette a disposizione 200 milioni di euro è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale, dopo la registrazione della Corte dei conti.

A renderlo noto è il Ministero dello Sviluppo economico, con il comunicato stampa del 20 novembre 2020.

Il provvedimento firmato dal Ministro Stefano Patuanelli disciplina le modalità di impiego dei fondi ulteriori, stanziati con il decreto Rilancio.

Le risorse finanziarie sono destinate al rafforzamento, sull’intero territorio nazionale, delle start-up innovative e PMI Innovative.

All’atto pratico i fondi serviranno per il sostegno al Venture Capital istituito presso il MiSE, e verranno affidati al Fondo Nazionale Innovazione per sostenere investimenti nel capitale di Startup e PMI innovative in co-investimento con investitori regolamentati o qualificati.

Startup e PMI innovative: in Gazzetta Ufficiale il decreto MISE da 200 milioni di euro

Dopo la registrazione della Corte dei conti, il decreto attuativo MISE per il supporto delle startup e PMI innovative è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

A dare notizia del provvedimento precedentemente firmato dal Ministro Stefano Patuanelli, che disciplina le modalità di impiego degli ulteriori 200 milioni di euro, è il comunicato del 20 novembre 2020.

La dotazione finanziaria, messa a disposizione dall’articolo 38 del decreto Rilancio per il sostegno al Venture Capital, passerà attraverso il Fondo Nazionale Innovazione.

La misura ha come obiettivo, appunto, quello di rafforzare le Startup e le PMI innovative presenti sul territorio nazionale, incentivando il co-investimento nel capitale da parte di investitori regolamentati o qualificati.

Il valore di ogni operazione realizzata dal Fondo non può essere superiore ad un investimento quattro volte superiore a quello effettuato dagli investitori, nel limite complessivo di 1 milione di euro per singola Startup o PMI innovativa.

Startup e PMI innovative: la procedura accelerata per la valutazione delle imprese

Per le imprese già beneficiarie dell’agevolazione Smart&Start, un altro strumento di finanziamento del MiSE gestito da Invitalia, è prevista una procedura accelerata di valutazione.

Nei primi sei mesi di operatività del Fondo tali imprese ed altre startup e PMI innovative potranno beneficiarne.

Queste ultime, tuttavia, dovranno dimostrare una riduzione dei ricavi realizzati nel corso del primo semestre dell’anno 2020 di almeno il 30% rispetto ai ricavi ottenuti nel primo semestre o nel secondo semestre dell’anno 2019.

La dimostrazione sarà possibile attraverso una situazione contabile gestionale approvata dal competente organo amministrativo.

MISE - Decreto attuativo del 1° ottobre, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 novembre 2020
Modalità di impiego delle risorse aggiuntive conferite al Fondo di sostegno al venture capital e finalizzate a sostenere investimenti nel capitale delle start-up innovative e delle piccole e medie imprese innovative.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network