Pensioni, domande di esodo dei lavoratori: le novità del portale INPS

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

Pensioni, con il messaggio INPS numero 1863 del 5 maggio 2020 l'Istituto comunica le novità dei servizi online per l'esodo dei lavoratori. Le nuove funzionalità dall'11 maggio 2020: invio di una domanda di prestazione di esodo ex art. 4 legge 92/2012, invio massivo di più domande, stampa lettera di certificazione.

Pensioni, domande di esodo dei lavoratori: le novità del portale INPS

Pensioni, con il messaggio INPS numero 1863 del 5 maggio 2020 l’Istituto rende note le nuove funzionalità dei servizi online per l’esodo dei lavoratori.

A partire dall’11 maggio 2020 saranno disponibili le seguenti funzioni del servizio “Prestazioni di esodo dei Fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione”:

  • invio di una domanda di prestazione di esodo ex art. 4 legge 92/2012;
  • invio massivo di più domande;
  • stampa lettera di certificazione.

Il documento di prassi fornisce istruzioni sull’utilizzo delle nuove possibilità a cui si può accedere attraverso la propria area personale del sito.

Per la descrizione dettagliata delle novità l’INPS rimanda all’apposito manuale.

Pensioni, le novità del sito INPS: le domande di esodo dei lavoratori ex art. 4 legge 92/2012

Per le domande di esodo dei lavoratori verso le pensioni, vengono messe a disposizione nuove funzionalità alle quali si può accedere attraverso l’area privata del sito INPS.

Lo comunica l’Istituto attraverso il messaggio INPS numero 1863 del 5 maggio 2020

PDF - 142.4 Kb
INPS - Messaggio numero 1863 del 5 maggio 2020
Legge 28 giugno 2012, n. 92, recante “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”, e successive modifiche ed integrazioni. Prestazione in favore di lavoratori prossimi alla pensione al fine di incentivarne l’esodo. Nuove funzionalità del servizio “Prestazioni di esodo”: “Domanda telematica” e “Stampa delle lettere di certificazione dei lavoratori”.

Dall’11 maggio 2020 saranno disponibili le seguenti nuove funzioni del servizio online “Prestazioni di esodo dei Fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione”:

  • invio di una domanda di prestazione di esodo ex art. 4 legge 92/2012;
  • invio massivo di più domande;
  • stampa lettera di certificazione.

Per accedere al primo servizio, esclusivamente in modalità telematica, i datori di lavoro dovranno seguire i seguenti passaggi:

  • inserire la dicitura “Prestazioni di esodo” nel campo di ricerca testuale del portale INPS;
  • accedere al servizio “Prestazioni di esodo dei Fondi di solidarietà e accompagnamento alla pensione”;
  • utilizzare il menù “Domanda di prestazione di esodo ex art. 4 legge 92/2012”.

A partire dall’11 maggio 2020 la modalità online sarà l’unica permessa per tale servizio, di conseguenza il documento cartaceo non deve essere più inviato.

I datori di lavoro devono, per prima cosa, fornire la dichiarazione di possesso del consenso del lavoratore per l’invio della domanda.

In seguito possono compilare tale domanda ed inviarla.

I dati da inserire sono presenti all’interno dell’apposito manuale che è scaricabile dall’icona in alto a destra nella pagina personale, come si può vedere nell’allegato al messaggio.

JPEG - 48 Kb
INPS - Allegato 1 al messaggio numero 1863 del 5 maggio 2020
Icona per scaricare il manuale relativo al servizio.

Il lavoratore può controllare la domanda e la relativa ricevuta seguendo passaggi elencati:

  • accedere a “MyINPS”;
  • inserire “Prestazioni pensionistiche” nel campo di ricerca testuale del portale INPS;
  • accedere al servizio “Domanda di Prestazioni pensionistiche: Pensione, Ricostituzione, Ratei maturati e non riscossi, Certificazione del diritto a pensione”.

Pensioni, le novità del sito INPS: l’invio massivo di domande di esodo dei lavoratori ex art. 4 legge 92/2012

Lo stesso servizio di esodo per la pensione dei lavoratori è implementato con la funzione di invio massivo delle domande.

La nuova voce “Caricamento massivo domande” permette di inviare un file che contiene più domande da registrare secondo il tracciato consultabile dal menù “Documentazione”.

Anche in questo caso è necessario che il datore di lavoro disponga del consenso dei lavoratori interessati.

I controlli restano gli stessi della procedura individuale e l’esito di tali controlli sarà consultabile e scaricabile online.

La prima volta che si intende utilizzare la nuova funzionalità in questione, secondo quanto suggerito dall’INPS, è opportuno rivolgersi al supporto tecnico, scrivendo a [email protected] e comunicando le seguenti informazioni:

  • il file xml che si intende caricare;
  • i codici fiscali dei delegati dell’azienda che dovranno caricare i file xml.

Pensioni, le novità del sito INPS: la stampa delle lettere di certificazione dei lavoratori

Un’altra nuova funzionalità del sito INPS è quella della stampa delle lettere di certificazione dei lavoratori.

Il menù “Certificazioni lavoratori” permette di visualizzare una tabella che riporta per ogni codice fiscale, se più di uno, le seguenti informazioni:

  • data di cessazione dell’attività lavorativa;
  • data di decorrenza della pensione;
  • data di protocollazione della lettera di certificazione;
  • importi della prestazione.

Attraverso il tasto “stampa” si può scaricare la certificazione.

Nella parte inferiore della pagina sono inoltre presenti le tre seguenti possibilità:

  • stampa lettere pagina: permette di scaricare un file compresso (in formato .zip) contenente tutte le lettere (in formato .pdf) presenti nella pagina visualizzata;
  • stampa lettere selezionate: permette di scaricare un file compresso in formato .zip contenente le lettere su cui è stata messa la spunta nella prima colonna della tabella;
  • stampa lettere per data: permette di scaricare il file in formato .zip delle lettere protocollate in un intervallo di date.

La ricerca del soggetto interessato può essere effettuata anche attraverso la funzione di filtro.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it