Pensioni 2020, la guida INPS sulle novità

Tommaso Gavi - Pensioni

Pensioni 2020, la guida INPS sulle novità: un documento che aiuta i pensionati a muoversi all'interno del sito ed a verificare il diritto a supplementi o trattamenti integrativi. Sette passi da seguire con attenzione, in particolare il quinto relativo alla pensione di cittadinanza.

Pensioni 2020, la guida INPS sulle novità

Pensioni 2020, la nuova guida INPS aiuta i pensionati a verificare se hanno diritto a trattamenti integrativi o alla Pensione di cittadinanza. Un manuale di istruzioni tra regole consolidate e novità.

La “La Guida in 7 passi per pensionati titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di importo basso” dà informazioni utili per muoversi all’interno del sito INPS ed accedere ai servizi messi a disposizione per richiedere i trattamenti a cui i soggetti hanno diritto, magari senza esserne consapevoli.

Il breve documento è articolato in sette passaggi da seguire con ordine, che supportano il pensionato nel richiedere i servizi che lo riguardano.

Tra le altre istruzioni, ci sono le seguenti:

  • la verifica dei potenziali trattamenti integrativi dovuti;
  • la dichiarazione dei redditi RED;
  • la compilazione e l’invio della Dichiarazione Sostitutiva Unica, DSU.

Una novità della guida INPS, aggiornata rispetto alla precedente pubblicata nel 2017, riguarda uno step dedicato alla pensione di cittadinanza, che spiega come verificare i requisiti ed eventualmente inoltrare la richiesta.

Guida pensioni INPS: 7 passaggi da seguire

I pensionati avranno vita più facile grazie alla nuova guida INPS, la pubblicazione è stata diffusa attraverso il sito dell’ente previdenziale con la notizia del 3 dicembre 2019.

INPS - Guida in 7 passi per pensionati titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di importo basso
La guida per pensionati, aggiornata con la Pensione di Cittadinanza.

La Guida in 7 passi per pensionati titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di importo basso ha lo scopo di aiutare tutti coloro che hanno diritto alla pensione a muoversi all’interno del portale INPS e richiedere più agevolmente eventuali integrazioni o supplementi.

Il documento è suddiviso in sette parti, ciascuna con istruzioni per verificare eventuali trattamenti a cui si ha diritto.

Ogni sezione ha specifici riferimenti normativi e link che facilitano la navigazione.

All’interno della guida sono fornite informazioni dettagliate sui seguenti passi da seguire:

  • controllare l’importo della pensione e le voci che la compongono;
  • verificare se si ha diritto a trattamenti integrativi della pensione;
  • dichiarare all’INPS ogni anno i redditi rilevanti con il servizio online dichiarazione reddituale RED semplificato se si beneficia di una prestazione collegata al reddito;
  • accertare se si fruisce delle detrazioni fiscali e se si hai diritto ai trattamenti di famiglia;
  • verificare se si ha diritto alla pensione di cittadinanza, compilare ed inviare la Dichiarazione Sostitutiva Unica, DSU, e inviare la domanda di PdC;
  • Verificare se si ha diritto alla pensione supplementare o al supplemento di pensione;
  • controllare se si può richiedere l’applicazione delle convenzioni contro la doppia imposizione fiscale, per i residenti all’estero.

Dai requisiti per ottenere le prestazioni a come cambia il calcolo pensione: il manuale accompagna i lettori passo passo.

Questo documento è il primo ad essere pubblicato nella sezione “guide” del sito INPS, una pagina informativa con lo scopo di facilitare la navigazione agli utenti.

Guida pensioni, le novità dell’aggiornamento INPS: la pensione di cittadinanza

La nuova guida pensioni, grazie all’aggiornamento, riporta le novità del 2020.

Il documento INPS riassume sinteticamente ed efficacemente il quadro d’insieme, indicando quali sezioni del sito possono essere utili per verificare e richiedere trattamenti integrativi o supplementi.

La novità più importante della nuova guida è sicuramente la parte dedicata alla pensione di cittadinanza.

Il trattamento in questione è stato introdotto dal Decreto Legge numero 4 del 28 gennaio 2019, la norma che ha previsto il reddito di cittadinanza, che per famiglie i cui componenti del nucleo familiare abbiano età pari o superiore a 67 anno viene chiamato appunto pensione di cittadinanza.

Le istruzioni sono riportate nel passo 5 della guida INPS: “Verifica se hai diritto alla Pensione di Cittadinanza, compila e invia la tua Dichiarazione Sostitutiva Unica DSU e invia la domanda di PdC”.

Per i dettagli il documento rimanda ai seguenti riferimenti:

Un passaggio preliminare per usufruire della pensione di cittadinanza è l’invio online della Dichiarazione Sostitutiva Unica, DSU, documento necessario per l’elaborazione dell’ISEE che è uno dei criteri che viene preso in considerazione per individuare chi può beneficiare dei fondi messi a disposizione dalla misura.

Per la compilazione sono fornite istruzioni utili per verificare i requisiti richiesti ed eventualmente presentare la domanda.

Per controllare tali requisiti viene messo a disposizione un simulatore che, attraverso l’inserimento dei dati richiesti, fornisce una previsione sull’eventuale reddito a cui si ha diritto.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it