Pensione anticipata, lavori gravosi: al via i lavori della Commissione tecnica

Eleonora Capizzi - Lavoro

Lavori gravosi: iniziano le operazioni di studio della Commissione istituita dalla legge di Bilancio 2018 volta ad analizzare le condizioni di lavoro di determinate professioni. Lo ha annunciato il Ministero del lavoro con comunicato del 27 gennaio 2021. L'obiettivo è valutare le nuove mansioni gravose per le quali occorre estendere i benefici in materia di pensione anticipata e non solo.

Pensione anticipata, lavori gravosi: al via i lavori della Commissione tecnica

Pensione anticipata, lavori gravosi: iniziano finalmente le operazioni di studio della Commissione specializzata istituita dalla Legge di Bilancio 2018 e regolata dal DPCM del 26 aprile 2018.

Lo scopo dell’organismo, i cui lavori dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2021, è quello di valutare le condizioni lavorative di alcune professioni e, eventualmente, estendere i benefici in materia di pensione anticipata previsti per le mansioni gravose quali, per esempio, l’Ape sociale.

Pensione anticipata lavori gravosi: al via le operazioni della Commissione tecnica di studio

Con comunicato del 27 gennaio 2021 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali annuncia l’inizio dei lavori della Commissione tecnica incaricata di studiare la gravosità delle occupazioni.

Ministero del Lavoro - comunicato del 27 gennaio 2021 - inizio lavori commissione sui lavori gravosi
Ministero del Lavoro - comunicato del 27 gennaio 2021 - inizio lavori commissione sui lavori gravosi

Attualmente, infatti, a seguito dell’ampliamento previsto dal Decreto del Ministero del Lavoro del 5 febbraio 2018, sono 15 le mansioni che vengono considerate gravose che, tra le altre previsioni, permettono di accedere alla pensione anticipata, e sono le seguenti:

  • addetti alla concia di pelli e pellicce;
  • addetti ai servizi di pulizia;
  • addetti spostamento merci e/o facchini;
  • conducenti di camion o mezzi pesanti in genere;
  • conducenti treni e personale viaggiante in genere;
  • guidatori di gru o macchinari per la perforazione nelle costruzioni;
  • infermieri o ostetriche che operano su turni;
  • maestre/i di asilo nido e scuola dell’infanzia;
  • operai edili o manutentori di edifici;
  • operatori ecologici e tutti coloro che si occupano di separare o raccogliere rifiuti;
  • chi cura, per professione, persone non autosufficienti.

A queste categorie si aggiungono i lavoratori marittimi, i pescatori, gli operai agricoli e siderurgici.

Pensioni lavori gravosi: qual è la disciplina specifica

Tra le misure in materie di pensione anticipata riconosciuta ai lavori gravosi c’è l’Anticipo Pensionistico Sociale (Ape Sociale), ossia l’indennità riconosciuta a chi ha compiuto 63 anni di età ed ha maturato 36 anni di contribuzione versata.

Ai fini del riconoscimento, in estrema sintesi, occorre che l’attività gravosa sia stata espletata per 7 degli ultimi 10 anni di lavoro, o in alternativa, in 6 degli ultimi 7 anni.

Inoltre la stessa platea di lavoratori, con le stesse caratteristiche, può accedere alla pensione anticipata.

Commissione lavori usuranti: composizione e funzioni

Di cosa si occuperà di specifico la Commissione tecnica di studio dei lavori usuranti?

Prevista dall’art. 1, comma 155 della Legge del 27 dicembre 2018 numero 205 (legge di Bilancio 2018), è stata istituita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2018.

Con riferimento alla sua composizione, ne fanno parte il Presidente dell’Istituto nazionale di statistica (Istat), che la presiede, rappresentanti del Ministero dell’economia e delle finanze, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, del Ministero della salute, del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri, dell’Istat, dell’Inps, dell’Inail, del Consiglio superiore degli attuari.

Si aggiungono, esperti in materie economiche, statistiche e attuariali designati dalle organizzazioni maggiormente rappresentative sul piano nazionale dei datori di lavoro e dei lavoratori.

Inizialmente, i lavori dovevano concludersi con una Relazione al Parlamento entro il 30 novembre 2018, termine che, ad oggi, è aggiornato al 31 dicembre 2021.

Funzione principale dell’organismo è quello di analizzare alcune professioni al fine di comprenderne l’impatto sull’aspettativa di vita.

Alla luce di tali valutazioni, poi, la Commissione analizza e studia le più adeguate risposte previdenziali riferite a queste specifiche categorie professionali, includendole, nel caso nell’ambito dei lavori gravosi.

La Commissione ha, inoltre, il compito di studiare le condizioni dei lavoratori a seguito dall’esposizione ambientale o diretta ad agenti patogeni.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network