Pagamento assegno unico aprile 2022 in lavorazione: accredito anche per i nuovi beneficiari

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Pagamento assegno unico aprile 2022 in lavorazione: nuovi accrediti in arrivo. Gli importi verranno erogati anche alle famiglie che hanno presentato domanda nel mese di marzo, oltre un milione. L'annuncio dell'INPS nel comunicato stampa del 1° aprile 2022.

Pagamento assegno unico aprile 2022 in lavorazione: accredito anche per i nuovi beneficiari

Pagamento assegno unico aprile 2022, accredito in lavorazione anche per i nuovi beneficiari: sono più di un milione le famiglie che hanno presentato domanda nel mese di marzo e che entrano a far parte della platea di beneficiari. Ad annunciarlo è l’INPS con il comunicato stampa del 1° aprile.

Nel frattempo, però, sui canali social sono diversi gli utenti che, avendo richiesto gli importi per i figli e le figlie fino a 21 anni entro la scadenza del 28 febbraio, hanno segnalato errori e rallentamenti.

Pagamento assegno unico aprile 2022 in lavorazione: nuovi accrediti in arrivo

Da metà marzo è ufficialmente partita la macchina organizzativa per il pagamento dell’assegno unico 2022: sono 4.774.022 i figli e le figlie per cui è stato disposto l’accredito dall’INPS, in base alle domande presentate e accolte nei primi due mesi dell’anno.

Stando alla tabella di marcia, invece, chi ha richiesto il beneficio, da un minimo di 50 a un massimo di 175 euro considerando l’importo base, nel corso del mese di marzo riceverà l’accredito alla fine di aprile. Ma i lavori sono già in corso, come ha annunciato l’INPS nel comunicato stampa del 1° aprile.

“Inps sta lavorando per i pagamenti dell’assegno per il mese di aprile, che riguarderanno anche le ulteriori 1.097.079 domande pervenute a marzo, per 1.789.250 figli”.

I nuovi beneficiari, quindi, riceveranno una doppia erogazione: in caso di esito positivo della domanda, il sostegno economico viene riconosciuto alle famiglie che hanno figli a carico, fino al compimento dei 21 anni, in presenza di specifiche condizioni e senza limiti di età per i figli disabili, per un anno intero.

L’importo che si riceve è il risultato di due elementi:

  • una quota variabile progressiva che parte da un minimo di 50 euro in assenza di ISEE o con ISEE pari o superiore a 40mila euro fino a un massimo di 175 euro per ciascun figlio minore con ISEE fino a 15mila euro, maggiorata nei seguenti casi:
    • nuclei numerosi;
    • madri con meno di 21 anni;
    • nuclei con quattro o più figli;
    • genitori entrambi titolari di reddito da lavoro;
    • figli affetti da disabilità;
  • una quota di maggiorazioni per il nucleo familiare con ISEE fino a 25.000 euro che nel corso del 2021 ha percepito gli assegni al nucleo familiare per figli minori e, considerando anche il valore medio delle detrazioni fiscali, subirebbe delle perdite con il nuovo sistema. Si tratta di una integrazione transitoria, che sarà erogata con una riduzione graduale fino al 2025.

Di seguito un riepilogo delle tabelle per il calcolo dell’assegno unico 2022 elaborate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Chi presenta domanda entro la scadenza del 30 giugno, recupera anche gli arretrati: ad aprile, quindi, si riceverà il pagamento dell’assegno unico anche di marzo.

DomandaPagamenti
Entro il 28 febbraio a partire da marzo 2022 a febbraio 2023
Entro il 30 giugno a partire dal mese successivo alla domanda con recupero degli arretrati da marzo
Dopo il 30 giugno a partire dal mese successivo alla domanda
INPS - Comunicato stampa del 1° aprile 2022
Assegno unico e universale: completati i pagamenti di marzo per le domande pervenute entro febbraio

Pagamento assegno unico aprile 2022: primo accredito con tempi lunghi in caso di più figli o verifiche IBAN

Secondo i dati riportati dall’INPS, dall’inizio del 2022 sono state trasmesse 4.177.338 domande per 6.774.199 di figli e figlie.

Molte famiglie, quindi, hanno diritto a un doppio o a un triplo beneficio. Ed è proprio in questi casi, però, che sulle prime operazioni di pagamento sono state riscontrate le maggiori difficoltà.

Oltre a viaggiare sui social, le segnalazioni sono arrivate anche direttamente alla redazione di Informazione Fiscale.

In seguito alla presentazione di una domanda per più figli entro febbraio 2022, è stato emesso il pagamento di un solo importo.

A rallentare la prima erogazione dell’assegno unico, attesa da metà marzo, sono state inoltre anche le verifiche sull’IBAN, secondo le segnalazioni degli utenti.

Come ha più volte specificato l’Istituto nei mesi precedenti alle operazioni di accredito, per ricevere le somme dell’assegno unico 2022 è necessario aver comunicato un IBAN intestato o cointestato al beneficiario della prestazione.

Fa eccezione la domanda presentata dal tutore di genitore: in questo caso può essere intestato o cointestato al tutore, oltre che al genitore stesso.

In caso di incongruenze, per evitare il blocco dell’erogazione, è sempre possibile modificare l’IBAN accedendo alla sezione del portale istituzionale dedicato alle istanze.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network