Legge di Bilancio 2019 e novità fiscali: la circolare con i chiarimenti delle Entrate

Rosy D’Elia - Fisco

Legge di Bilancio 2019: dopo mesi dall'approvazione, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate sulle novità fiscali nella circolare numero 8/E del 10 aprile 2019. Dettagli e istruzioni su imposte, detrazioni e incentivi inseriti nella Manovra approvata lo scorso dicembre.

Legge di Bilancio 2019 e novità fiscali: la circolare con i chiarimenti delle Entrate

Legge di Bilancio 2019: arrivano i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle novità fiscali con la circolare numero 8/E del 10 aprile. Il libretto di istruzioni della Manovra 2019 è composto da 170 pagine: commenti, dettagli, delucidazioni su imposte, detrazioni e incentivi inseriti nella Manovra sono necessari per cittadini, imprese e addetti ai lavori che devono districarsi tra le nuove disposizioni normative.

Ma il testo arriva con qualche mese di ritardo rispetto alle aspettative: dalla teoria alla pratica, infatti, il passaggio non è sempre così immediato.

La traccia dell’Agenzia delle Entrate può essere uno strumento utile per orientarsi, ma arriva nei tempi sbagliati: su alcuni punti è stata già fatta chiarezza, mentre su altri bisognerà tornare ancora perché il Decreto Crescita, approvato dal Consiglio dei ministri il 4 aprile, modifica alcuni contenuti della Legge di Bilancio.

Legge di Bilancio 2019 e novità fiscali: la circolare con i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

La circolare numero 8 del 10 aprile 2019 passa a rassegna le novità per i cittadini su deduzioni e detrazioni. Solo per fare qualche esempio si ribadisce che le detrazioni per interventi di efficienza energetica, ristrutturazione edilizia, per l’acquisto di mobili e per il bonus verde, destinato alla sistemazione di aree scoperte private e condominiali di edifici esistenti sono prorogate anche per il 2019.

Ma si trovano anche chiarimenti su novità di quest’anno che riguardano i compensi delle lezioni private svolte dai docenti, a cui si applica un’imposta sostitutiva del 15%, o il regime previsto per i pensionati che si trasferiscono dall’estero nei piccoli comuni del Mezzogiorno e possono beneficiare di una tassazione del 7%.

Ma nel testo dell’Agenzia delle Entrate c’è spazio anche per i chiarimenti alle imprese sulle agevolazioni previste per quest’anno. Si va da incentivi trasversali, pensati in un’ottica 4.0, per accelerare il processo di trasformazione digitale del paese come le agevolazioni per gli investimenti in start-up innovative o il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo o ancora per le spese di formazione per i propri dipendenti sui temi dell’Industria 4.0, fino a interventi pensati per settori specifici come le misure incentivanti per l’assunzione di giovani conducenti nel settore dell’autotrasporto.

Non possono mancare ovviamente le indicazioni sulle novità che riguardano i futuri impegni fiscali che incombono: è il caso del credito d’imposta per l’adeguamento tecnologico degli strumenti per la memorizzazione e la trasmissione telematica dei corrispettivi, obbligatorio a partire dal prossimo 1° luglio per i soggetti con volume d’affari annuo superiore a 400mila euro e per tutti dal 1° gennaio 2020.

PDF - 1 Mb
Agenzia delle Entrate - Circolare numero 8 del 10 aprile 2019
Commento alle novità fiscali. Legge 30 dicembre 2018, n. 145 – “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021” (Legge di bilancio 2019). Primi chiarimenti e risposte a quesiti posti in occasione di eventi in videoconferenza organizzati dalla stampa specializzata.

Legge di Bilancio 2019 e novità fiscali: tutti i temi trattati nella circolare dall’Agenzia delle Entrate

La circolare numero 8 del 10 aprile 2019, pubblicata dall’Agenzia delle Entrate a quattro mesi dall’approvazione della Manovra, si presenta come un testo compatto che raccoglie i chiarimenti sulle novità fiscali previste: si tratta di un vademecum che passa a rassegna, comma per comma, le disposizioni normative introdotte e include anche le indicazioni fornite durante gli incontri con la stampa specializzata.

I contenuti del documento sono organizzati per temi e ognuna delle voci è, a sua volta, dettagliata con altri argomenti specifici. La struttura è composta nel modo che segue:

  • Flat tax, regimi forfettari e imposte sostitutive;
  • Misure in materia di imposte sui redditi e Irap riguardanti le imprese;
  • Crediti d’imposta;
  • Deduzioni e detrazioni fiscali;
  • disposizioni in materia IVA;
  • Registro, bollo e altri tributi indiretti;
  • disposizioni agevolative e altre novità.

La circolare numero 8/E del 2019 nasce come una bussola per orientarsi nel panorama fiscale, ma arriva dopo quasi quattro mesi dall’approvazione della Legge di Bilancio e il tempismo ne limita l’efficacia.

Da un lato, infatti, addetti ai lavori, semplici contribuenti e stampa specializzata si sono già confrontati e chiariti le idee sulle misure che hanno già cominciato il loro corso e il documento non aggiunge molti dettagli.

Dall’altro ci sono punti su cui l’Agenzia delle Entrate dovrà tornare a breve: mini ires e deducibilità dell’Imu per gli immobili strumentali, solo per fare due esempi. Il Decreto Crescita riscrive e modifica alcuni contenuti della Legge di Bilancio.

Se la disposizione del Consiglio dei Ministri ottiene l’approvazione definitiva, conservando il suo impianto originario, abroga il complesso meccanismo di agevolazioni Ires e porta la percentuale della deducibilità Imu fino al 50% nel 2019.

In questo modo il panorama fiscale cambia e le indicazioni fornite con la circolare numero 8/E del 2019 non sono sufficienti per fare chiarezza.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it