Green Pass, la durata scende a 6 mesi: tra le novità anche mascherine FFP2 obbligatorie sui mezzi pubblici

Sacha Malgeri - Leggi e prassi

Green Pass, col Decreto Natale la durata della certificazione passa da 9 a 6 mesi. Mascherine obbligatorie all'aperto anche in zona bianca. Serviranno le FFP2 per accedere sui mezzi pubblici, al cinema, nei teatri e agli eventi sportivi o musicali. Terza dose dopo 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale.

Green Pass, la durata scende a 6 mesi: tra le novità anche mascherine FFP2 obbligatorie sui mezzi pubblici

Green Pass: la durata passa da 9 a 6 mesi con il Decreto Natale varato dal Consiglio dei Ministri.

Il Governo lo scorso 23 dicembre 2021 ha approvato nuove misure di contrasto della pandemia di coronavirus, pensate per rallentare la diffusione della variante Omicron durante il periodo delle vacanze di Natale.

La scadenza del Green Pass passa a 6 mesi, a partire dal 1° febbraio 2022. Scende anche il tempo minimo per la somministrazione della dose di richiamo del vaccino anti Covid. Si potrà effettuare la terza dose a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

Tra le altre novità, è stato reintrodotto l’obbligo di utilizzare le mascherina all’aperto, valido anche in zona bianca. Per salire sui mezzi pubblici sarà necessario indossare quella di tipo FFP2, così come per accedere al cinema, agli eventi sportivi e ad altre attività di intrattenimento al chiuso.

Green Pass, la durata scende a 6 mesi: tra le novità anche mascherine FFP2 obbligatorie sui mezzi pubblici

L’articolo 1 del Decreto Natale, ancora in versione di bozza, sancisce la diminuzione della validità del Green Pass da 9 a 6 mesi, a partire dal 1° febbraio 2022.

Il Green Pass rafforzato, quello rilasciato a seguito del completamento del ciclo vaccinale, diventa obbligatorio per accedere ad una serie di attività:

  • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
  • musei e mostre;
  • al banco dei bar e dei servizi di ristorazione;
  • al chiuso per i centri benessere;
  • centri termali, nei casi in cui non ci si trova li per attività terapeutiche, d’assistenza o riabilitative;
  • parchi tematici e di divertimento;
  • locali al chiuso dei centri culturali, centri sociali e ricreativi. L’unica eccezione sono i centri educativi per l’infanzia;
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

La certificazione verde base, invece, dovrà essere presentata per partecipare ai corsi di formazione privati svolti in presenza.

Scende anche il periodo minimo da aspettare per poter ricevere la terza dose del vaccino anti Covid. Si potrà prenotare il booster a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale. Per rendere operativa questa misura sarà necessario un decreto del Ministero della Salute.

Infine, il Governo ha previsto dei nuovi limiti per le visite all’interno delle RSA. Non si potrà accedere alle strutture senza il Green Pass rafforzato, accompagnato ad un tampone negativo. Il test non è obbligatorio se il soggetto ha effettuato la vaccinazione della terza dose.

Decreto Natale, le misure sulle mascherine

Con il decreto appena varato dal Consiglio dei Ministri, viene reintrodotto nell’ordinamento italiano l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, anche in zona bianca, per tutto il corso del 2022.

Restando sul tema mascherine, l’esecutivo ha imposto un ulteriore vincolo per alcune situazioni che possono aumentare il rischio di contagio tra la popolazione.

Per tutto il 2022 bisognerà indossare la mascherina di tipo FFP2, più efficace nel proteggere dall’esposizione al coronavirus rispetto a quelle chirurgiche, per accedere a:

  • tutti i mezzi di trasporto pubblico;
  • cinema;
  • eventi sportivi;
  • teatri;
  • sale da concerto;
  • locali di intrattenimento “e musica dal vivo e in altri locali assimilati”.

In questi luoghi sarà vietato consumare cibi e bevande al chiuso. La norma rimarrà in vigore [[fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da “COVID-19”.

Passiamo ora alle misure specifiche per le festività di Natale e Capodanno. Fino al 31 gennaio 2022 verrà imposto un divieto per svolgere eventi, feste e concerti all’aperto che implichino degli assembramenti.

Anche le sale da ballo e le discoteche rimarranno chiuse per il periodo riferito alle festività in corso. Quando riapriranno, a partire dal 1° febbraio 2022, sarà necessario avere il Green Pass rafforzato per poter accedere nei locali di queste attività.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network