Modulo per finanziamenti fino a 25.000 euro

Rosy D’Elia - Altri moduli

Finanziamenti fino a 25.000 euro per piccole e medie imprese, lavoratori autonomi e professionisti: pronto il modulo di richiesta da utilizzare per accedere alle garanzie pari al 100% secondo le regole previste dal DL Liquidità. Disponibile dal 14 aprile 2020 sul sito portale fondidigaranzia. A darne notizia è il Ministero dello Sviluppo Economico.

Modulo per finanziamenti fino a 25.000 euro

Finanziamenti fino a 25.000 euro per piccole e medie imprese, inclusi lavoratori autonomi e liberi professionisti, pronto il modulo di richiesta da utilizzare per accedere alle garanzie statali pari al 100% secondo le regole stabilite dal DL Liquidità.

Per ottenere i fondi non c’è la necessità di fare valutazione del merito del credito, ma resta ovviamente fondamentale l’ok di banche e confidi, gli enti finanziatori.

La documentazione è disponibile sul sito portale fondidigaranzia.it. A dare notizia è il Ministero dello Sviluppo Economico con la comunicazione del 14 aprile 2020.

Ma, per il traffico elevato di utenti, nelle prime ore dalla pubblicazione del documento navigare sul portale risulta abbastanza difficile.

PDF - 733.2 Kb
Ministero dello Sviluppo Economico - Modulo per richiedere la garanzia fino a 25 mila euro
Scarica l’ Allegato 4 bis - Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale. Per finanziamenti di importo fino a 25.000 euro ai sensi della lettera m), comma 1 dell’art. 13 del DL Liquidità.

Finanziamenti fino a 25.000 euro, come richiederli? Il modulo per accedere alle garanzie

L’articolo 13 del Decreto Liquidità potenzia il Fondo di Garanzia per le PMI e crea una via di accesso ai finanziamenti semplificata per PMI, lavoratori autonomi e professionisti.

Si offre la possibilità di ottenere dei prestiti garantiti dallo Stato al 100% e senza procedura di valutazione.

I soggetti interessati possono accedervi utilizzando il modulo di richiesta di garanzia fino a 25.000 euro pubblicato sul sito www.fondidigaranzia.it, disponibile dal 14 aprile 2020. A darne notizia è il Ministero dello Sviluppo Economico.

Il beneficiario dovrà compilare e inviare il modulo per e-mail alla banca o al confidi, che dovrà concedere il finanziamento. Non è necessario utilizzare un indirizzo di posta certificata.

Nella notizia pubblicata dal MISE il 14 aprile si legge:

“Per ridurre i tempi di attuazione era stata già inviata alla Commissione Ue, ancor prima dell’approvazione del decreto legge, la notifica con la quale era stata richiesta l’autorizzazione ad adottare queste nuove regole di aiuti di stato e che oggi ha ricevuto il tempestivo via libera da Bruxelles”.

L’approvazione dell’UE, infatti, è un passaggio necessario per permettere alle imprese di accedere ai finanziamenti previsti dal DL Liquidità.

Finanziamenti fino a 25.000 euro per imprese, lavoratori autonomi e liberi professionisti: pronto il modulo di domanda

Piccole e medie imprese, inclusi lavoratori autonomi e professionisti titolari di partita IVA, per accedere al prestito fino a 25.000 euro, devono rispettare i seguenti limiti e requisiti:

  • la durata massima del finanziamento deve essere 6 anni;
  • l’importo richiesto non può superare il 25% dei ricavi del beneficiario (in base all’ultima dichiarazione dei redditi o all’ultimo bilancio depositato), ovvero, nel caso di soggetti beneficiari costituiti dopo il 1° gennaio 2019 da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione ai sensi dell’articolo 47 del DPR 445/2000;
  • il rimborso del capitale decorre non prima di 18/24 mesi successivi all’erogazione del prestito.

Oltre a dare la notizia della pubblicazione del modulo di richiesta, il Ministero dello Sviluppo Economico coglie l’occasione per rassicurare sui tempi:

“Il MiSE e Mediocredito Centrale, gestore del Fondo di Garanzia, stanno inoltre lavorando insieme all’Associazione bancaria italiana e ai principali istituti di credito per rendere attivi e disponibili, in tempi brevi, tutti i sistemi informatici e la modulistica necessaria alla richiesta di garanzia per i beneficiari delle misure, che si prevedono numerosi”.

E, rispetto agli standard, si proverà ad agire in maniera più tempestiva accelerando le istruttorie bancarie per ridurre il tempo di attesa tra la richiesta di finanziamento e l’accredito delle somme richieste sul proprio conto corrente.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it