Domanda bonus bebè 2020: attivo il portale INPS. Istruzioni passo per passo

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Domanda bonus bebè 2020: è attivo dall'11 marzo 200 il portale INPS per richiedere l'assegno di natalità. Tutte le istruzioni su come fare e la scadenza da rispettare.

Domanda bonus bebè 2020: attivo il portale INPS. Istruzioni passo per passo

Domanda bonus bebè 2020 al via: il portale INPS per richiedere l’assegno di natalità è attivo dall’11 marzo.

Le istruzioni per richiedere il bonus bebè sono state fornite con il messaggio n. 1009.

L’assegno di natalità, il cui importo può arrivare fino a 160 euro al mese per figlio e per il quale vengono eliminati definitivamente i requisiti ISEE, può essere richiesto in modalità telematica direttamente o mediante CAF, Patronati o intermediari dell’Istituto.

La scadenza per fare domanda di bonus bebè 2020 è fissata a 90 giorni dalla data di nascita, adozione o affidamento. Il termine di cui sopra sarà calcolato a partire dall’11 marzo 2020 per gli eventi avvenuti dal 1° gennaio e fino alla data di messa a disposizione del portale INPS.

Di seguito le istruzioni passo per passo per fare domanda di bonus bebè 2020 secondo le indicazioni fornite dal messaggio INPS n. 1099 dell’11 marzo 2020.

Domanda bonus bebè 2020: attivo il portale INPS. Istruzioni passo per passo

La domanda di bonus bebè 2020 dovrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito dell’INPS.

Per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo bisognerà inviare una singola domanda. Nel caso di nascite gemellari o adozioni plurime bisognerà trasmettere una domanda per ciascuno dei figli nati o adottati.

A spiegare come fare domanda di bonus bebè è il messaggio INPS pubblicato l’11 marzo 2020.

PDF - 84.8 Kb
INPS - messaggio numero 1099 dell’11 marzo 2020
Rilascio della procedura di acquisizione delle domande di assegno di natalità (c.d. bonus bebè) di cui all’articolo 1, commi 340 e 341, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, per gli eventi - nascite, adozioni o affidamenti preadottivi - dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020

Sul sito dell’Istituto bisognerà accedere alla sezione “Assegno di natalità (Bonus Bebè)” e cliccare sulla voce “Accedi al servizio”.

In alternativa, dopo aver digitato nel motore di ricerca “Assegno di natalità”, è possibile accedere direttamente al servizio on-line selezionando tra i seguenti risultati:

  • Assegno di natalità – Bonus Bebè (Cittadino).
  • Assegno di natalità – Bonus Bebè (Patronati).

Domanda bonus bebè 2020: SPID o Pin INPS per accedere al portale online

La procedura telematica per fare domanda di bonus bebè 2020 consente al cittadino di richiedere in totale autonomia l’assegno di natalità. L’accesso al portale INPS online è subordinato al possesso di almeno una delle seguenti credenziali:

  • un PIN dispositivo rilasciato dall’Istituto;
  • una identità SPID di livello 2 o superiore;
  • una Carta di identità elettronica 3.0 (CIE);
  • una Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Per chi non fosse in possesso del Pin personale, la domanda per l’assegno di natalità potrà essere presentata o tramite il Contact Center INPS, ovvero avvalendosi dei servizi messi a disposizione dai Patronati o da altri intermediari dell’Istituto.

Si ricorda che il Contact center multicanale INPS è raggiungibile:

  • chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164;
  • chiamando da telefono cellulare il numero 06 164 164 a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico, se in possesso di PIN.

Domanda bonus bebè, istruzioni INPS diverse per nati nel 2019 e nel 2020

Un punto particolare da tenere a mente riguarda i nuovi requisiti disposti per il bonus bebè 2020 e le istruzioni che dovranno invece seguire i contribuenti che richiedono l’assegno di natalità per il 2019.

Come illustrato nel messaggio INPS n. 1099, per i nati/adottati/in affidamento preadottivo nel 2019 (e anche nel 2017, nel caso in cui nel 2020 venga presentata domanda per un evento del 2017, sia pure per il periodo residuo) è possibile inoltrare domanda purché, al momento della sua presentazione, l’utente sia in possesso di un ISEE minorenni in corso di validità non superiore a 25.000,00 euro, oltre naturalmente agli requisiti previsti dalla legge.

Per le domande di bonus bebè relative ai nati o adottati nel 2020, la presentazione del modello ISEE non è indispensabile, seppur necessaria ai fini del calcolo dell’importo dell’assegno spettante.

In caso di DSU non presentata, di ISEE scaduto o di DSU senza i dati del bambino, il richiedente dovrà indicare di essere consapevole che, in assenza di ISEE, potrà essere riconosciuto solo l’importo minimo dell’assegno. Con la successiva presentazione dell’attestazione ISEE sarà possibile beneficiare dell’integrazione dell’importo.

Domanda bonus bebè 2020: il modello ISEE serve per il calcolo dell’importo

Nel caso in cui il richiedente presenti domanda di assegno in assenza di ISEE valido e non sia quindi possibile individuare la fascia ISEE di riferimento, la prestazione viene erogata nella misura minima di 80 euro al mese o di 96 euro al mese in caso di figlio successivo al primo.

Anche per fare domanda di bonus bebè per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre, resterà necessario presentare il modello ISEE all’INPS, ma solo al fine di consentire all’Istituto di determinare l’importo dell’assegno mensile riconosciuto.

Ricordiamo infatti che l’importo del bonus bebè riconosciuto è calcolato, dal 2020, in considerazione delle tre seguenti fasce:

  • modello ISEE fino a 7.000 euro: 160 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 1.920 euro all’anno;
  • modello ISEE non superiore a 40.000 euro: 120 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 1.440 euro all’anno;
  • modello ISEE superiore a 40.000 euro: 80 euro al mese, per 12 mesi, per un totale di 960 euro all’anno.

A tali importi deve aggiungervi, ove prevista, l’integrazione di un’ulteriore 20% per nascite o adozioni di figli successivi al primo.

Nel caso di presentazione di ISEE in data successiva alla domanda di assegno di natalità, l’importo dell’assegno verrà integrato nella misura dovuta per la fascia ISEE di riferimento a partire dalla data di presentazione della DSU dalla quale sia derivato un ISEE minorenni valido.

Scadenza di 90 giorni per fare domanda di bonus bebè 2020

Come di consueto, per fare domanda di bonus bebè 2020 è necessario rispettare la scadenza di 90 giorni dalla data di nascita, adozione o affidamento preadottivo del figlio.

Con il messaggio n. 1099 l’INPS comunica che, in via transitoria, per le nascite, adozioni, affidamenti avvenuti a partire dal 1° gennaio 2020 e la data di rilascio della procedura telematica di richiesta, il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dalla data di pubblicazione della stessa, ovvero l’11 marzo 2020.

Per le domande presentate tardivamente, l’assegno di natalità decorre dal mese di presentazione della domanda.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it