Decreto Energia, il punto sulle novità: Informazione Fiscale ai microfoni di Radio Kiss Kiss

Tommaso Gavi - Fisco

Decreto Energia, il punto delle principali novità nella puntata di Good Morning Kiss Kiss del 23 marzo 2022. A spiegare le misure introdotte dal DL 21/2022 è il direttore di Informazione Fiscale, Francesco Oliva, ospite del programma con Max Giannini e Max Vitale. Tra i temi affrontati: gli sconti in bolletta, le misure per le imprese, la tassazione degli extra profitti e mister Prezzi.

Decreto Energia, il punto sulle novità: Informazione Fiscale ai microfoni di Radio Kiss Kiss

Decreto Energia, quali sono le principali misure del decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 marzo 2022?

A fare il punto sulle novità è il direttore di Informazione Fiscale Francesco Oliva, ospite del programma Good Morning Kiss Kiss, con Max Giannini e Max Vitale, che è andato in onda il 23 marzo alle ore 9.30.

Tra i principali interventi ci sono:

  • la riduzione di 25 centesimi al litro sul prezzo di benzina e gasolio fino al 30 aprile;
  • la possibilità di rateizzare il pagamento fino a 24 mesi delle bollette di luce e gas;
  • gli sconti sulle bollette per le famiglie con ISEE fino a 12 mila euro;
  • la cassa integrazione in deroga per i settori più colpiti, autotrasporto e turismo;
  • la tassa straordinaria sugli extra profitti nei confronti delle imprese dell’energia elettrica, gas e carburanti.

Nell’appuntamento si è parlato anche del cosiddetto “Mister Prezzi”, ovvero il garante per la sorveglianza dei prezzi con funzione di controllo, verifica e contrasto dei fenomeni speculativi.

Decreto Energia, il punto sulle novità: come ottenere gli sconti sulle bollette

Il decreto Energia è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 21 marzo ed è in vigore dal giorno successivo.

Sono molte le misure inserite all’interno del provvedimento del governo, sia per le famiglie sia per le imprese.

A fare il punto su tali misure è il direttore di Informazione Fiscale Francesco Oliva, ospite del programma Good Morning Kiss Kiss, con Max Giannini e Max Vitale.

Nella puntata, che è andata in onda il 23 marzo alle ore 9.30, è stata fatta una panoramica dei principali interventi.

Per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità fiscali e del lavoro è possibile iscriversi gratuitamente al canale YouTube di Informazione Fiscale:


Iscriviti al nostro canale

Sul tema, Francesco Oliva ha spiegato:

“Il Decreto Energia è stato varato la scorsa settimana e pubblicato in Gazzetta Ufficiale. È il secondo intervento fatto dal governo in poco più di due mesi. Le finalità sono due: contrastare il caro bollette e contrastare il caro benzina. Questo viene fatto con una serie di strumenti diversi tra loro: sono destinati alle famiglie con il potenziamento del bonus sociale o bonus energia e anche alle imprese, con crediti d’imposta che hanno modalità di applicazione diversa in base al settore a cui si riferiscono.”

Successivamente, si è entrati maggiormente nel dettaglio in merito alla misura che prevede uno sconto sulle bollette per il 2° semestre 2022.

Destinatari sono i nuclei familiari che rispettano determinati requisiti previsti dalla legge, come ha spiegato il direttore di Informazione Fiscale:

“Il bonus bollette si attiva automaticamente per le famiglie che hanno un ISEE non superiore ai 12 mila euro, i limite precedente era 8 mila. Ci sono tre diversi bonus, tre diversi importi che possono essere percepiti, che vengono accreditati come sconto direttamente in bolletta, grazie all’ARERA, che comunica il dato al gestore dell’energia elettrica e quest’ultimo applica lo sconto in fattura.”

In linea di massima, quindi, la riduzione della spesa verrà effettuata in modo automatico. Tuttavia, in particolari situazione, deve essere presentata la richiesta al comune:

“C’è un caso in cui va presentata la domanda al proprio comune: quando il bonus spetta per condizioni di salute precarie di uno dei componenti il nucleo familiare, in particolare un componente che ha necessità di trattamenti che richiedono apparecchiature elettromedicali, per maggiore consumo. Questo è l’unico caso in cui è necessario presentare la domanda. Per le imprese, di fatto, avviene in automatico, perché il sistema dei crediti di imposta viene applicato provando di aver sostenuto una spesa e quindi calcolando autonomamente il bonus che verrà “scaricato” nel modello F24.”

Decreto Energia, il punto sulle novità: in cosa consiste la tassa extra profitto

Tra gli aspetti affrontati nel corso della trasmissione c’è anche la tassa sugli extra profitti.

Nel merito, Francesco Oliva ha spiegato:

“La tassazione sugli extra profitti viene applicata a tutte le aziende che producono energia elettrica, gas naturale e gas metano o che lo rivendono.”

In cosa consiste tale tassazione? Alla domanda il direttore di Informazione Fiscale ha risposto come di seguito riportato:

“Viene applicata un’imposta del 10 per cento sul margine aggiuntivo degli extra profitti ottenuti da tali imprese che svolgono tali attività nel periodo compreso tra il 1° ottobre 2021 e il 31 marzo 2022, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.”

Oltre agli aspetti tecnici, Francesco Oliva ha suggerito una chiave di lettura, al momento basata su stime:

“Pare, però, che questa tassazione non produca 4,4 miliardi di euro, si tratta di stime. Volendo pensar male, si potrebbe immaginare che queste risorse vengano finanziate in deficit. Tradotto: rischino poi di ritornare a essere sostenute dai cittadini.”

La parte finale della puntata è stata dedicata al cosiddetto “Mister Prezzi”: il garante per la sorveglianza dei prezzi con funzione di controllo, verifica e contrasto dei fenomeni speculativi.

A riguardo Francesco Oliva ha sottolineato l’importanza dello strumento, a prescindere dall’ammontare delle sanzioni previste:

“Invitiamo sicuramente gli ascoltatori a leggere il sito del Ministero dello Sviluppo economico perché le multe sono sicuramente strane, molto basse. Però lo strumento come segnalazione di anomalie non solo sul comparto energia ma anche su altri, deve essere analizzato. Il sistema sanzionatorio è impostato in modo strano con sanzioni troppo basse rispetto alle aziende in questione ma lo strumento che potrebbe essere utile.”

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network