Contributi volontari 2018: importo e calcolo

Alessio Mauro - Leggi e prassi

Contributi volontari 2018, circolare Inps n. 31 del 20 febbraio: pubblicate le regole su importo e calcolo per lavoratori dipendenti non agricoli, autonomi iscritti alla Gestione separata e artigiani e commercianti.

Contributi volontari 2018: importo e calcolo

Contributi volontari 2018: la circolare Inps n. 31 pubblicata il 20 febbraio aggiorna le regole sul calcolo dell’importo.

La nuova circolare sui contributi volontari Inps riguarda i versamenti di lavoratori dipendenti non agricoli, degli iscritti nelle gestioni Artigiani e Commercianti e degli autonomi iscritti nella Gestione separata.

L’aliquota per il calcolo dei contributi volontari aumenta nel 2018 ell’1,1% con il conseguente aumento dell’importo da versare per coprire un anno di contribuzione al fine di perfezionare i requisiti per l’accesso alla pensione.

Prima di analizzare le novità e le aliquote per il calcolo dei contributi volontari 2018 ricordiamo che non cambiano i requisiti per aver accesso al diritto alla prosecuzione dei versamenti, ovvero:

  • avere almeno 5 anni di contributi (260 contributi settimanali ovvero 60 contributi mensili) indipendentemente dalla collocazione temporale dei contributi versati;
  • almeno 3 anni di contribuzione nei cinque anni che precedono la data di presentazione della domanda.

Contributi volontari 2018 lavoratori dipendenti non agricoli

Ai fini della prosecuzione volontaria del versamento dei contributi previdenziali, l’aliquota contributiva è così determinata:

  • per i lavoratori dipendenti non agricoli autorizzati a fino al 31 dicembre 1995 è pari al 27,87%;
  • aliquota del 33% per le autorizzazioni successive.

Per il calcolo dei contributi dovuti bisognerà applicare la retribuzione di riferimento, pari a quella delle ultime 52 settimane di lavoro, alle aliquote di riferimento, tenuto conto del fatto che:

  • la retribuzione minima settimanale è pari a 202,97 euro;
  • la prima fascia di retribuzione annuale oltre la quale è prevista l’applicazione dell’aliquota aggiuntiva dell’1% (art. 3 L. 438/92) è di 46.630,00 euro;
  • il massimale di cui all’articolo 2, comma 18, della legge 335/1995, da applicare ai prosecutori volontari titolari di contribuzione non anteriore al 1° gennaio 1996 o che, avendone il requisito, esercitino l’opzione per il sistema contributivo, è di 101.427,00 euro.

Pertanto, alla luce della retribuzione minima settimanale di 202,97 euro, i contributi volontari minimi per gli iscritti fino al 31 dicembre 1995 che calcolano l’importo con l’aliquota del 27,87% sarà pari a 2.941 euro all’anno (ovvero 56,57 euro al mese).

Per i lavoratori dipendenti che calcolano i versamenti volontari con aliquota del 33% l’importo minimo dovuto è pari a 3.483 euro all’anno (pari a 66,98 euro al mese).

Contributi volontari 2018 Gestione Inps artigiani e commercianti

Per artigiani e commercianti iscritti all’Inps il contributo dovuto dai soggetti autorizzati alla prosecuzione volontaria nelle gestioni degli artigiani e degli esercenti attività commerciali viene determinato applicando le aliquote stabilite per il versamento dei contributi obbligatori al reddito medio di ciascuna delle otto classi di reddito previste.

La classe di reddito da attribuire a ciascun lavoratore è quella il cui reddito medio è pari o immediatamente inferiore al valore medio mensile dei redditi prodotti negli ultimi 36 mesi di attività.

L’importo dei contributi volontari degli artigiani e degli esercenti attività commerciali per il corrente anno dovrà essere calcolato con le seguenti aliquote:

Fattispecie Artigiani Commercianti
titolari di qualunque età e collaboratori di età superiore ai 21 anni 24,00 % 24,09%
collaboratori di età non superiore ai 21 anni 21,00% 21,09%

Sulla base aliquote e dei valori reddituali aggiornati, si riportano di seguito le tabelle Inps da applicare con effetto dal 1° gennaio 2018:

  • Artigiani - classi di reddito ai fini del versamento dei contributi volontari dal 1° gennaio 2018
Classi di reddito Reddito medio imponibile Contribuzione mensile aliquota 24% aliquota 21%
1 - Fino a € 15.710 15.710 314,20 274,93
2 - da € 15.711 a € 20.863 18.287 365,74 320,02
3 - da € 20.864 a € 26.016 23.440 468,80 410,20
4 - da € 26.017 a € 31.169 28.593 571,86 500,38
5 - da € 31.170 a € 36.322 33.746 674,92 590,56
6 - da € 36.323 a € 41.475 38.899 777,98 680,73
7 - da € 41.476 a € 46.629 44.053 881,06 770,93
8 - da € 46.630 46.630 932,60 816,03
  • Commercianti - classi di reddito ai fini della prosecuzione volontaria dal 1° gennaio 2018
Classi di reddito Reddito medio imponibile Contribuzione mensile aliquota 24,09% aliquota 21,09%
1 - Fino a € 15.710 15.710 315,38 276,10
2 - da € 15.711 a € 20.863 18.287 367,11 321,39
3 - da € 20.864 a € 26.016 23.440 470,56 411,96
4 - da € 26.017 a € 31.169 28.593 574,00 502,52
5 - da € 31.170 a € 36.322 33.746 677,45 593,09
6 - da € 36.323 a € 41.475 38.899 780,90 683,65
7 - da € 41.476 a € 46.629 44.053 884,36 774,23
8 - da € 46.630 46.630 936,10 819,52

La classe di reddito da attribuire è quella il cui reddito medio è pari o immediatamente inferiore alla media dei redditi sui quali sono stati versati i contributi negli ultimi tre anni. Detta media va quindi rapportata ai soli importi indicati con riferimento al “reddito medio imponibile”.

Contributi volontari 2018 iscritti alla Gestione separata Inps

Per gli iscritti alla Gestione separata Inps l’importo del contributo volontario 2018 deve essere calcolato applicando all’importo medio dei compensi percepiti nell’anno di contribuzione precedente alla data di domanda di autorizzazione l’aliquota IVS di riferimento.

Ai fini della determinazione del contributo volontario deve essere presa in considerazione esclusivamente l’aliquota IVS vigente per i soggetti privi di altra tutela previdenziale e non titolari di pensione pari, per l’anno 2018:

  • aliquota IVS del 25% per i professionisti;
  • aliquota IVS del 33% per i collaboratori e figure assimilate.

Poiché nel 2018 il minimale per l’accredito contributivo è fissato in euro 15.710,00, per il medesimo anno l’importo minimo dovuto dai prosecutori volontari della Gestione separata non potrà essere inferiore:

  • per i professionisti a 3.927,60 euro all’anno (pari a 327,30 al mese;
  • per gli altri iscritti a 5.184,36 euro su base annua e € 432,03 su base mensile.

Si riporta di seguito la circolare Inps n. 31 del 20 febbraio 2018 con tutti gli ulteriori chiarimenti:

PDF - 233.3 Kb
Circolare Inps n. 31 del 20 febbraio 2018
Contributi volontari anno 2018: lavoratori dipendenti non agricoli, lavoratori autonomi ed iscritti alla Gestione separata