Bando Isi 2019, finanziamenti INAIL alle imprese per la sicurezza sul lavoro

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Bando Isi 2019, incentivi INAIL per le imprese che realizzano interventi per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro. Oltre 250 milioni di euro di finanziamenti a fondo perduto, ripartiti su base regionale. Data di apertura e di scadenza delle domande entro il 31 gennaio 2020.

Bando Isi 2019, finanziamenti INAIL alle imprese per la sicurezza sul lavoro

Bando Isi 2019, incentivi INAIL per le imprese che realizzano interventi per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro. Oltre 250 milioni di euro, ripartiti per regione, sono le risorse a disposizione.

L’importo massimo che è possibile richiedere varia in base a diversi criteri e arriva fino a 130.000 euro. Domande online tramite percorso guidato sul portale INAIL, informazioni sulle tempistiche e sulla scadenza da rispettare per accedere ai fondi entro il 31 gennaio 2020.

L’edizione 2019, per l’anno 2020, del bando Isi è la decima. Come si legge nella notizia pubblicata il 19 dicembre dall’Istituto, il presidente Franco Bettoni durante l’evento di presentazione a Roma ha posto l’accento sul bagaglio di risultati raggiunti fino ad ora: 32.000 progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza dei lavoratori e circa 2 miliardi e 400 milioni di euro investiti.

PDF - 316.7 Kb
INAIL - Bando ISI 2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 dicembre 2019
Estratto dell’Avviso pubblico ISI 2019 - finanziamenti alle imprese per la realizzazione di interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Bando Isi 2019, finanziamenti INAIL per le imprese che investono in sicurezza sul lavoro

Incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro e sostenere le micro e piccole imprese del settore agricolo nell’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro innovativi sono i due obiettivi primari del bando Isi 2019, gestito dall’INAIL e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 dicembre.

Gli incentivi sono destinati alle imprese, anche individuali, presenti su tutto il territorio da Nord a Sud e iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

Solo per l’asse 2 di finanziamento anche agli enti del terzo settore non iscritti al registro delle imprese ma censiti negli albi e registri nazionali, regionali e delle Province autonome.

Il bando Isi 2019 sostiene le seguenti tipologie di interventi:

  • progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale - Asse di finanziamento 1;
  • progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) - Asse di finanziamento 2;
  • progetti di bonifica da materiali contenenti amianto - Asse di finanziamento 3;
  • progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività - Asse di finanziamento 4;
  • progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5.

Il contributo INAIL può coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso fino a un massimo di 130 mila euro, tenendo conto dei criteri specifici per ogni asse di finanziamento.

Bando Isi 2019, i dettagli sugli incentivi INAIL: scadenza, modalità e importi massimi

Non è ancora disponibile la tabella di marcia per la presentazione delle domande: l’INAIL la renderà pubblica entro il 31 gennaio 2020.

Le imprese devono richiedere l’accesso ai finanziamenti in modalità telematica sul portale INAIL attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in diverse fasi.

Si attendono, in particolare, quattro date di scadenza per le domande:

  • apertura della procedura informatica per la compilazione;
  • chiusura della procedura informatica per la compilazione;
  • acquisizione codice identificativo per l’inoltro online;
  • comunicazione relativa alle date di inoltro online.

Il finanziamento, in conto capitale, è calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA e può essere richiesto tenendo conto dei 5 assi di finanziamento previsti. Le risorse sono ripartite per regione o provincia autonoma.

AsseFinanziamenti e ambito degli interventiCopertura massima delle spese ammissibiliFinanziamento minimoFinanziamento massimo
Asse 1 Isi Generalista 94.226.450 euro per i progetti di investimento e due milioni per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale 65% 5.000 euro 130.000 euro
Asse 2 Isi Tematica 45 milioni di euro per la realizzazione di progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi 65% 5.000 euro 130.00 euro
Asse 3 Isi Amianto 60 milioni di euro per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto 65% 5.000 euro 130.000 euro
Asse 4 Isi Micro e Piccole Imprese 10 milioni per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza realizzati nelle micro e piccole imprese operanti nei settori della fabbricazione mobili e della pesca 65% 2.000 euro 50.000 euro
Asse 5 Isi Agricoltura 33 milioni per la generalità delle imprese agricole e 7 milioni per i giovani agricoltori (under 40), organizzati anche in forma societaria.per progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli 40% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole) e 50% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori) 1.000 euro 60.000 euro

Nella pagina dedicata alle informazioni del bando Isi 2019, l’INAIL specifica che per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale di cui all’allegato (sub Asse 1.2) non c’è un il limite minimo di finanziamento da rispettare.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it