Fondo Impresa Donna 2022, nuova finestra di domande per contributi a fondo perduto e finanziamenti

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Fondo Impresa Donna 2022: si riparte da oggi, 24 maggio, con la possibilità di compilare le domande sul portale Invitalia. In linea con il calendario dei tempi da rispettare per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti stabilito dal MISE, questa volta tocca alle attività già avviate da almeno 12 mesi. Le istruzioni per inoltrare l'istanza nel decreto direttoriale del 30 marzo 2022.

Fondo Impresa Donna 2022, nuova finestra di domande per contributi a fondo perduto e finanziamenti

Fondo Impresa Donna 2022: dal 24 maggio alle ore 10 sul portale Invitalia si riapre un nuovo canale di accesso a contributi a fondo perduto e finanziamenti: questa volta tocca alle attività già avviate da almeno 12 mesi. Si potrà, poi, procedere con l’invio dal 7 giugno.

4.985 imprese nuove o costituite da meno di un anno, invece, hanno presentato l’istanza il 19 maggio determinando la chiusura dello sportello nel primo giorno di apertura.

“Vedremo le prossime fasi e, se questo trend sarà confermato come crediamo, chiederemo ulteriori finanziamenti”.

Ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.

Istruzioni, modalità e tempi per beneficiare delle agevolazioni sono stati definiti nel Decreto Direttoriale del 30 marzo 2022.

Fondo Impresa Donna 2022: domande da maggio per contributi a fondo perduto e finanziamenti

Pienamente operativo il Fondo Impresa Donna, introdotto dalla Legge di Bilancio e diventato strumento cardine del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per raggiungere l’obiettivo di un aumento del 4 per cento dell’occupazione femminile.

Circa 194 milioni di euro le risorse disponibili: arrivano dalla Legge di Bilancio 2021 e per la parte più consistente, 160 milioni di euro, dal PNRR.

RisorseDestinazione
47 milioni di euro avvio di nuovi progetti di imprenditoria femminile
146,8 milioni di euro Sviluppo e consolidamento di imprese femminili già esistenti
Quote Destinazioni specifiche
40 per cento delle risorse PNRR Progetti da realizzare nelle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia
60 per cento delle risorse per nuovi interventi (8,2 milioni di euro) imprese femminili costituite in forma di impresa individuale o di lavoratrice autonoma
25 per cento della dotazione Piccole e medie imprese femminili

Con il Decreto Direttoriale MISE del 30 marzo 2022, si sono aperte ufficialmente le porte d’accesso ai contributi a fondo perduto e ai finanziamenti utili per avviare o sviluppare un’impresa femminile.

La tipologie di agevolazioni e la finestra temporale di riferimento cambia in base all’anzianità dell’azienda.

Tipologie di impresaCompilazione della domandaInvio della domanda
Avvio di nuove imprese femminili Dalle ore 10 del 5 maggio 2022 Dalle ore 10 del 19 maggio 2022 (Sportello già chiuso)
Sviluppo di imprese femminili già costituite Dalle ore 10 del 24 maggio 2022 Dalle ore 10 del 7 giugno 2022

Le domande di agevolazione, redatte in lingua italiana, dovranno essere compilate dalla rappresentante legale dell’impresa, dalla lavoratrice autonoma o dalla persona fisica per le imprese costituende, seguendo la procedura informatica messa a punto da Invitalia.

Il canale di presentazione delle istanze per ottenere gli incentivi è accessibile dalle ore 10.00 alle ore 17.00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, tramite SPID, Carta Nazionale dei Servizi o Carta d’Identità Elettronica.

Sul portale istituzionale si legge:

“Si ricorda che, per poter effettuare l’invio, occorrerà digitare il “codice di predisposizione della domanda” generato dalla piattaforma di compilazione, operativa già dal 5 maggio scorso”.

Fondo Impresa Donna 2022: chi può presentare le domande per ottenere contributi a fondo perduto e finanziamenti

Possono presentare domanda di accesso al Fondo Impresa Donna:

  • società cooperativa e società di persone in cui il numero di donne socie rappresenti almeno il 60 per cento dei componenti la compagine sociale;
  • società di capitale le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
  • imprese individuali la cui titolare è una donna;
  • lavoratrici autonome;
  • persone fisiche in caso di impresa costituenda.

Gli incentivi vengono concessi per programmi di investimento finalizzati alla costituzione e all’avvio di una nuova impresa femminile o anche per lo sviluppo e il consolidamento di imprese femminili, nei seguenti settori:

  • produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.

Le strade di accesso al Fondo Impresa Donna 2022 sono due:

  • una prima è destinata alle imprese femminili costituite da meno di dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, alle lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da meno di dodici mesi e alle persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa femminile (il cui sportello è stato chiuso il 19 maggio scorso);
  • una seconda alle imprese femminili costituite da almeno dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione, e alle lavoratrici autonome in possesso della partita IVA aperta da almeno dodici mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

Per la nascita e sviluppo delle imprese femminili è possibile beneficiare solo dei contributi a fondo perduto.

Spese ammissibili nascita e sviluppo imprese femminiliImporto massimoCopertura massima
Non superiori a 100.000,00 euro 50.000 euro 80 per cento, 90 per cento per le donne in stato di disoccupazione che avviano una impresa individuale o un’attività di lavoro autonomo
Superiori a 100.000 euro e fino a 250.000 euro - 50 per cento

Per le imprese femminili già avviate sono previsti anche i finanziamenti della durata massima di 8 anni, a tasso zero e non assistiti da forme di garanzia, e le spese ammissibili possono arrivare a un massimo di 400.000 euro.

Tipologia di impresa femminileContributi a fondo perdutoFinanziamento agevolatoCopertura delle speseLimite delle esigenze di capitale circolante
Costituita da almeno 12 mesi a non più di 36 mesi 50 per cento 50 per cento 80 per cento 20 per cento
Costituita da oltre 36 mesi 50 per cento 50 per cento 80 per cento delle spese di investimento 25 per cento

In questo ultimo caso le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Come specifica il MISE, costituiscono spese ammissibili costi relativi a immobilizzazioni materiali e immateriali, servizi cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale, personale dipendente ed esigenze di capitale circolante.

Alle beneficiarie del Fondo Impresa Donna, inoltre, sono riservati anche servizi di assistenza tecnico gestionale.

ImportoServizi
3.000 euro assistenza tecnica sulle agevolazioni e trasmissione di competenze specialistiche e strategiche per il miglior esito delle iniziative finanziate da parte di Invitalia
2.000 euro Copertura del 50 per cento l’acquisto di servizi specialistici, di importo non inferiore a 4.000,00 euro, di marketing e comunicazione

Tutti i dettagli sulle agevolazioni accessibili sono contenute nel decreto attuativo del 30 settembre 2021.

MISE - Decreto del 30 settembre 2021 pubblicato in GU il 14 dicembre 2021
Modalità d’intervento del Fondo a sostegno dell’impresa femminile e ripartizione delle relative risorse finanziarie.

Fondo impresa donna 2022: come presentare domande per contributi a fondo perduto e finanziamenti

Le domande per ottenere i contributi a fondo perduto e i finanziamenti del Fondo Impresa Donna devono essere presentate a partire dalle date stabilite dal MISE insieme ai progetti imprenditoriali completi dei seguenti elementi:

  • profilo dell’impresa femminile richiedente;
  • descrizione dell’attività proposta;
  • analisi del mercato di riferimento e relative strategie;
  • aspetti tecnico-produttivi ed organizzativi e quelli economico finanziari.

Tra le altre informazioni da trasmettere in fase di richiesta di accesso alle agevolazioni anche:

  • dati anagrafici dell’impresa femminile richiedente;
  • dati principali del progetto imprenditoriale proposto;
  • programma di spesa oggetto dell’iniziativa, con l’indicazione degli importi corrispondenti a ciascuna delle voci di spesa ammissibili, dando evidenza della consistenza della spesa eventualmente riconducibile ai contenuti digitali. Per le imprese femminili costituite da più di 36 mesi devono essere anche evidenziati gli elementi utili a quantificare le esigenze di capitale circolante;
  • le agevolazioni richieste, inclusi gli eventuali servizi di assistenza tecnico-gestionale.

Una volta effettuato l’accesso sul portale Invitalia è necessario seguire la procedura prevista:

  • inserimento delle informazioni e dei dati richiesti per la compilazione della domanda e caricamento dei relativi allegati;
  • generazione del modulo di domanda in formato “pdf” immodificabile, con le informazioni e i dati forniti dall’impresa femminile richiedente e apposizione della firma digitale;
  • caricamento della domanda firmata digitalmente e acquisizione del “codice di predisposizione domanda” necessario per la presentazione;
  • presentazione della domanda di accesso ai contributi a fondo perduto e ai finanziamenti, seguendo specifici passi:
    • accesso alla procedura informatica;
    • inserimento del “codice di predisposizione domanda”;
    • rilascio dell’attestazione di avvenuta presentazione della domanda, in formato “pdf” immodificabile, da parte della procedura informatica, con indicazione della data e dell’orario di trasmissione telematico della stessa domanda.

Tutti i dettagli sulla documentazione da inviare e sui passi da seguire sono contenuti nel testo integrale del Decreto Direttoriale MISE sul Fondo Impresa Donna del 30 marzo 2022.

Ministero dello Sviluppo Economico - Decreto Direttoriale del 30 marzo 2022
Fondo Impresa Donna: modalità e termini di presentazione delle domande

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network