Concorso straordinario scuola: possibile l’uscita di una bando per l’assunzione di 24.000 precari

Possibile la pubblicazione di un bando per l'assunzione di 24.000 precari del comparto scuola già a partire da novembre 2019. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Concorso straordinario scuola: possibile l'uscita di una bando per l'assunzione di 24.000 precari

Dopo il decreto legge sul precariato nato dall’intesa raggiunta tra il MIUR e i sindacati, che dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei Ministri a giorni, potrebbe ora arrivare la notizia della pubblicazione, già a partire da novembre 2019, di un bando di concorso che porterebbe all’assunzione di circa 24.000 precari del comparto scuola.

Il bando di concorso che dovrebbe essere pubblicato entro la fine dell’anno, sarebbe riservato ai precari storici.

Una volta iscritti al concorso i candidati dovranno sostenere alcune prove tra cui una pre selettiva, composta di domande a risposta multipla.

Ma vediamo nel dettaglio chi potrà partecipare al concorso e quali prove bisognerà sostenere.

Concorso straordinario scuola: i requisiti per accedervi

Al bando di concorso che dovrebbe uscire a novembre 2019, potranno partecipare i precari storici del comparto scuola, ovvero a coloro che hanno almeno 3 anni di servizio e che soddisfano i seguenti requisiti:

  • devono essere svolti tra l’a.s. 2011-2012 e il 2018-2019;
  • devono essere su posto comune o di sostegno;
  • devono essere svolti nella scuola statale;
  • un anno di servizio deve essere specifico per la classe di concorso per la quale si concorre;
  • ai fini del riconoscimento dell’anno di servizio, è necessario che questo faccia riferimento ad un periodo continuativo di almeno 180 giorni.

Chi deciderà di concorre per i posti di sostegno dovrà avere anche la relativa specializzazione, oltre all’anno di servizio specifico.

Concorso straordinario scuola: le prove da sostenere

Come in tutti i concorsi, i candidati che decideranno di iscriversi al bando che uscirà alla fine del 2019, dovranno sostenere delle prove.

Tra queste ci sarà una prova pre selettiva composta da quesiti a risposta multipla.

Non si sa ancora su quali materie verteranno le prove del concorso, per conoscere gli argomenti oggetto di esame, dovremmo infatti attendere la pubblicazione del bando da parte del MIUR.

L’unico dato noto è che per superare lo scritto i candidati dovranno ottenere un punteggio pari o superiore a 7/10.

In base al punteggio che i candidati otterranno, e ai titoli in possesso degli stessi, verrà stilata una graduatoria di merito: i primi 24.000 saranno idonei e vincitori e potranno partire con l’anno di prova finalizzato all’assunzione.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it