Concorso per 400 notai: domanda dal 10 gennaio 2023. Scadenza, istruzioni e requisiti

Francesco Rodorigo - Pubblica Amministrazione

Al via da oggi, 10 gennaio, le domande per il concorso indetto dal Ministero della Giustizia per la selezione di 400 notai. Scadenza per la presentazione il 9 febbraio 2023. Requisiti, istruzioni e modalità di domanda nel decreto del 13 dicembre 2022

Concorso per 400 notai: domanda dal 10 gennaio 2023. Scadenza, istruzioni e requisiti

Tutto pronto per il maxi concorso indetto dal Ministero della Giustizia per la selezione di 400 notai.

Gli aspiranti notai in possesso dei requisiti previsti possono inviare la domanda per partecipare alle prove selettive a partire da oggi, 10 gennaio, fino alla scadenza del 9 febbraio 2023.

Questa va compilata utilizzando l’apposita procedura messa a disposizione sul sito del Ministero a cui si accedere tramite SPID, CIE o CNS e va presentata, o spedita tramite raccomandata, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale competente in relazione al luogo di residenza.

In fase di domanda i candidati devono pagare la tassa di concorso da 117,13 euro. L’esame consiste in una prova scritta e una orale.

Concorso per 400 notai: domanda dal 10 gennaio 2023, istruzioni e requisiti

Il Ministero della Giustizia tramite il decreto dello scorso 13 dicembre ha indetto un concorso per la selezione ad esame di 400 notai.

Si tratta di un bando di grande rilevanza dato che in Italia i notai attivi sono poco più di 5.000. Inoltre, il bando recepisce la sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea del 3 giugno 2021 in materia di parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, secondo la quale il limite di età di cinquanta anni per partecipare al concorso per l’accesso alla professione di notaio non è conforme al diritto dell’Unione.

Gli aspiranti notai per essere ammessi alle prove concorsuali devono essere in possesso di specifici requisiti (art. 5, numeri da 1 a 5, della legge n. 89/1913):

  • aver compiuto 21 anni d’età ed essere cittadino italiano o di un altro Stato membro dell’Unione europea;
  • avere una condotta incensurabile;
  • non aver subito condanna per un reato non colposo punito con pena non inferiore nel minimo a sei mesi;
  • laurea in giurisprudenza oppure laurea specialistica o magistrale in giurisprudenza o equipollenti ai sensi della legge 11 luglio 2002, n. 148;
  • iscrizione fra i praticanti presso un Consiglio notarile ed aver fatto la pratica per diciotto mesi, di cui almeno per un anno continuativamente dopo la laurea;
  • non essere stati dichiarati non idonei in cinque precedenti concorsi, per esami, a posti di notaio.

La domanda di ammissione al concorso va presentata a partire dal 10 gennaio fino alla scadenza del 9 febbraio 2023.

Concorso per 400 notai: come fare domanda

La domanda di partecipazione al concorso deve essere redatta in modalità telematica utilizzando l’apposita procedura messa a disposizione dal Ministero della Giustizia sul proprio sito istituzionale.

Inseguito all’autenticazione con credenziali SPID, CIE o CNS è possibile selezionare “Notaio” alla voce “Strumenti/Concorsi, esami, selezioni e assunzioni”.

Il modulo di domanda è disponibile da oggi 10 gennaio fino alla scadenza. Allo scadere del termine il sistema non permetterà più di inoltrare la richiesta.

In fase di domanda i candidati devono procedere al versamento, tramite PagoPA, della tassa di concorso del valore di 117,13 euro.

Solo in seguito al pagamento sarà possibile procedere con la compilazione e l’invio. Il sistema informatico comunica l’avvenuta acquisizione rilasciando la ricevuta di acquisizione e la domanda di partecipazione.

Quest’ultima deve essere stampata dal candidato e consegnata, o inviata tramite raccomandata con firma autenticata, alla Procura della Repubblica competente in relazione al luogo di residenza.

Concorso per 400 notai: prevista una prova scritta e una orale

L’esame per il concorso da 400 posti di notaio consiste di una prova scritta e una orale.

L’esame scritto prevede tre diverse prove teorico-pratiche, relative ad un testamento e a due atti tra vivi, di cui uno di diritto commerciale. Per ogni tema sono richiesti la compilazione dell’atto e lo svolgimento dei principi attinenti agli istituti giuridici relativi all’atto stesso.

L’orale, invece, prevede tre diverse prove relative ai seguenti gruppi di materie:

  • diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, con particolare riguardo agli istituti giuridici in rapporto ai quali si esplica l’ufficio di notaio;
  • disposizioni sull’ordinamento del notariato e degli archivi notarili;
  • disposizioni concernenti i tributi sugli affari.

Sono ammessi solamente i candidati che ottengono il voto minimo di 35 punti per ognuna delle prove scritte.

Luogo, giorno ed ora di inizio delle prove sarà comunicato nella Gazzetta Ufficiale concorsi ed esami del 14 marzo 2023.

Ministero della Giustizia - Decreto 13 dicembre 2022
Concorso, per esame, a quattrocento posti di notaio pubblicato sulla G.U. n. 99 del 16 dicembre 2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network