Voucher innovation manager per le imprese: richieste al via dal 7 novembre

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Voucher innovation manager, dal 7 novembre le imprese possono presentare richiesta per ottenerlo e intraprendere un percorso di digitalizzazione. Fino a un massimo di 80.000 euro per essere seguiti da professionisti e società di consulenza. Domanda in 3 step e scadenza il 26 novembre.

Voucher innovation manager per le imprese: richieste al via dal 7 novembre

Voucher innovation manager, dal 7 novembre e fino alla scadenza del 26 novembre PMI e reti di imprese di tutta Italia possono presentare richiesta e intraprendere un percorso di digitalizzazione delle aziende, guidati da professionisti o società di consulenza da individuare nell’elenco ad hoc del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il voucher consiste in un contributo fino a un massimo di 80.000 euro per sostenere una parte delle spese di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, e di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa.

Dall’Internet delle Cose ai big data, dalla cyber security alla realtà virtuale: sono diversi i territori 4.0 da esplorare col supporto del voucher innovation manager.

50 milioni di euro sono le risorse a disposizione delle imprese, e con il decreto direttoriale del 25 settembre 2019, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito le modalità per beneficiarne.

PDF - 595.2 Kb
Ministero dello Sviluppo Economico - Decreto Direttoriale del 25 settembre 2019
Scarica il decreto MISE del 25 settembre 2019 con le modalità e i termini per la presentazione delle domande e le procedure di concessione ed erogazione del voucher innovation manager.

Voucher innovation manager, al via le richieste per la digitalizzazione delle imprese

La richiesta di accesso al voucher innovation manager segue una procedura a sportello: le domande inviate dalle imprese e dalle reti d’impresa vengono ammesse alla fase istruttoria in base all’ordine cronologico di presentazione.

Il valore dell’agevolazione cambia in base alla natura del soggetto che la richiede:

  • micro e piccole, possono ottenere un contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro;
  • medie imprese, 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro;
  • reti di imprese, 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila euro.

Le PMI e le reti di impresa che intendono avviare un processo di digitalizzazione nelle loro aziende devono richiedere l’incentivo seguendo le diverse fasi previste dal Decreto Direttoriale MISE del 25 settembre 2019:

  • a partire dalle ore 10 del 31 ottobre 2019, verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica;
  • a partire dalle ore 10 del 7 novembre ed entro le 17 del 26 novembre 2019, compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni;
  • a partire dalle ore 10 del 3 dicembre 2019, invio delle domande.

Le imprese interessate a richiedere il voucher innovation manager nella fase di compilazione della richiesta devono procedere nel modo che segue:

  • accesso alla procedura informatica;
  • immissione delle informazioni e dei dati richiesti per la compilazione dell’istanza e
  • caricamento dei relativi allegati;
  • generazione del modulo di domanda sotto forma di “pdf” immodificabile, con le informazioni e i dati forniti dal soggetto proponente e apposizione della firma digitale;
  • caricamento della domanda firmata digitalmente e conseguente rilascio del “codice di predisposizione domanda” necessario per l’invio.

Al momento dell’invio, invece, il soggetto proponente per il formale invio della domanda di agevolazione, deve inserire il codice dell’identificativo dell’istanza e del “codice di predisposizione domanda”, per poi ricevere l’attestazione di avvenuta presentazione della richiesta.

Voucher innovation manager, come presentare domanda dal 7 novembre

La procedura informatica, necessaria per la domanda del voucher innovation manager, è raggiungibile dalla sezione “Voucher per consulenza in innovazione” del sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per procedere con la richiesta dell’agevolazione è necessario che il rappresentante legale dell’impresa, o un suo delegato, acceda autenticandosi tramite la Carta nazionale dei servizi.

Per quanto riguarda le reti di impresa, nel testo del Decreto si legge:

“L’accesso alla procedura informatica può avvenire solo previo accreditamento degli stessi e previa verifica dei poteri di firma in capo all’Organo comune, ovvero al legale rappresentante. A tale fine, il soggetto proponente deve inviare, a partire dalle ore 10.00 del 31 ottobre 2019 ed esclusivamente attraverso posta elettronica certificata (PEC), una specifica richiesta alla PEC [email protected] riportante nell’oggetto “Voucher per consulenza in innovazione – richiesta accreditamento alla procedura informatica”, corredata dei documenti e degli elementi utili a permettere l’identificazione dello stesso soggetto proponente, del suo rappresentante e dell’eventuale delegato alla presentazione della domanda di agevolazioni”.

La documentazione da presentare è la seguente:

  • domanda di agevolazione redatta secondo lo schema predisposto:
    • PMI;
      PDF - 520.6 Kb
      Ministero dello sviluppo economico - Domanda innovation manager PMI
      Scarica il modulo di domanda di accesso al voucher innovation manager per PMI.
    • reti di imprese;
      PDF - 598.6 Kb
      Ministero dello sviluppo economico - Domanda innovation manager Reti imprese
      Scarica il modulo di domanda di accesso al voucher innovation manager per reti di imprese.
  • l’offerta sottoscritta digitalmente dal manager qualificato ovvero dal legale rappresentante della società di consulenza, con il dettaglio degli elementi identificativi della prestazione manageriale.

Il contratto di consulenza specialistica, stipulato con uno dei soggetti ammessi all’elenco MISE dedicato, deve espressamente riportare i seguenti elementi:

  • ambito di svolgimento della consulenza specialistica con descrizione delle attività di competenza del manager qualificato;
  • articolazione delle prestazioni consulenziali, con specificazione delle modalità organizzative riferite al concreto svolgimento delle attività;
  • numero di giornate uomo di impegno del manager qualificato e durata complessiva dell’incarico manageriale, individuata dalla data di avvio e dalla data di ultimazione delle attività;
  • output previsti in relazione allo svolgimento delle attività consulenziali;
  • importo a titolo di compenso per l’incarico manageriale, con indicazione separata della quota di IVA se dovuta, e modalità di pagamento;
  • sottoscrizione con firma digitale da parte dei contraenti.

Domanda e allegati devono riportare la firma digitale del legale rappresentante o della persona deputata a inviare la richiesta per ottenere il voucher innovation manager.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it