Tassazione giochi in aumento con il decreto fiscale 2020

Tommaso Gavi - Imposte

Decreto fiscale 2020: aumento della tassazione sulle vincite al gioco in arrivo per VLT, Gratta&Vinci e GNTN. Ecco le ultime novità.

Tassazione giochi in aumento con il decreto fiscale 2020

L’aumento della tassazione sulle vincite dei giochi sarebbe una delle misure previste dalla bozza del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 per accrescere gli introiti delle casse statali.

Ad essere prese di mira sarebbero tutte le vincite su VLT, Gratta&Vinci e GNTN superiori ai 500 euro.

Sono previsti cinque diversi scaglioni con aliquote crescenti in relazione all’importo della vincita. La manovra permetterebbe allo Stato di incassare circa 50 milioni di euro in più, aumentando complessivamente la percentuale di prelievo del 3%.

Dalla norma verrebbero esclusi i giochi numerici a quota fissa (Lotto, 10&Lotto e Millionday). Vediamo nel dettaglio cosa prevede la bozza del decreto fiscale 2020.

Tassazione giochi, maggiori prelievi sulle vincite, le novità della bozza del DL fiscale: cosa cambia

Le novità nelle misure sulla tassazione dei giochi sono previste dalla bozza di decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020, che riguarda lo “Schema di decreto-legge recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili”.

In particolare il titolo II, relativo alle “disposizioni in materia di giochi”, all’art. 27 contiene le indicazioni sulla tassazione delle vincite su VLT (art. 110, comma 6, lettera b) del TULPS), Gratta&Vinci e GNTN (giochi numerici a totalizzatore nazionale).

Nel comma uno sono previsti cinque diversi scaglioni relativi ad altrettante fasce di vincita. La tabella riassuntiva riporta le indicazioni contenute nella bozza del DL fiscale.

IMPORTO DELLA VINCITA PERCENTUALE DI PRELIEVO
da 500 a 1.000 euro 15%
da 1.000 a 10.000 euro 18%
da 10.000 a 50.000 euro 21%
da 50.000 a 10.000.000 euro 23%
oltre 10.000.000 euro 25%

L’articolo 27 della bozza riporta inoltre che dalla norma sarebbero esclusi i giochi numerici a quota fissa (Lotto, 10&Lotto e Millionday).

In tali giochi sarebbero previste aliquote di prelievo su qualsiasi importo che contribuiscono al gettito totale di questo prelievo per circa il 70%.

Il secondo comma dell’art. 27 modificherebbe invece l’articolo 6, comma 2, del decreto del direttore generale dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato del 12 ottobre 2011, articolo richiamato nell’art. 10, comma 9, del decreto-legge 2 marzo 2012, n. 16, convertito, con modificazioni, dalla legge 26 aprile 2012, n. 44.

In particolare vengono rimodulate le aliquote:

  • dal 90% al 95% il prelievo in favore dello Stato;
  • dal 10% al 5% il prelievo per integrare il montepremi relativo alle vincite di quarta e quinta categoria dell’Enalotto.

Inoltre, a livello temporale, tali misure entrerebbero in vigore a partire dal 1° maggio 2020 per consentire gli adeguamenti tecnici dei giochi.

Tassazione giochi 2020, maggiori prelievi sulle vincite, le novità della bozza del DL fiscale: le previsioni delle maggiori entrate statali

Dal punto di vista delle entrate dello Stato, le nuove misure porterebbero a maggiori incassi di circa 50 milioni, con un aumento complessivo dell’aliquota sulle vincite di gioco del 3%.

Nello specifico può risultare utile un ulteriore tabella che suddivida i maggiori incassi secondo le categorie di gioco.

TIPO DI GIOCO IMPORTO VINCITE PERCENTUALE DI PRELIEVO INCASSI
GNTN 150 Ml di euro/annui 25% 14 Ml di euro
GNTN superiori ad 1 milione di euro 5 Ml di euro 23% 0,4 Ml di euro
Gratta&Vinci superiori a 10.000 euro 216 Ml di euro 21% 13 Ml di euro
GNTN e dei Gratta&Vinci, comprese tra 1.000 e 10.000 euro 30% di quelle superiori a 500 euro 18% 16,2 Ml di euro
VLT 50 Ml di euro 19% 2 Ml di euro

Nel complesso le previsioni della bozza del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 prevede un introito di 55 milioni di euro nel 2020 e di 82,6 milioni di euro a partire dall’anno 2021.

La ragione di una così netta discrepanza risiede nel fatto che, per l’anno 2020, la manovra darebbe i suoi effetti a partire dal mese di maggio.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it