Sport Bonus 2019 seconda finestra: come funziona l’accesso al credito d’imposta

Tommaso Gavi - Imposte

Sport bonus 2019, dal 15 ottobre aperta la seconda finestra delle domande per il credito di imposta relativo alle donazioni finalizzate a manutenzione, restauro o realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche. Come fare domanda e come funziona.

Sport Bonus 2019 seconda finestra: come funziona l'accesso al credito d'imposta

Sport bonus 2019, dal 15 ottobre è aperta la seconda finestra per richiedere il credito di imposta legato alle donazioni per manutenzione, restauro o realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche.

C’è tempo fino al 14 novembre 2019 per fare domanda, seguendo le indicazioni dell’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

In base a quanto stabilito dalla legge di bilancio 2019, persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa possono richiedere crediti di imposta per una porzione pari al 65% delle somme donate.

Mentre per le prime due categorie di contribuenti (persone fisiche ed enti non commerciali) il limite del credito di imposta è del 20% del reddito imponibile, per la terza (titolari di reddito d’impresa) si attesta al 10 per mille dei ricavi annui.

Sport Bonus 2019, seconda finestra: domande dal 15 ottobre

Come si legge nella notizia pubblicata dall’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dopo la prima finestra di accesso allo sport bonus, che si è conclusa il 4 luglio scorso, dal 15 ottobre al 14 novembre si è aperta la seconda finestra che permette di inviare le domande per ricevere il credito d’imposta legato alle donazioni in favore di strutture sportive pubbliche.

Per presentare la domanda bisogna compilare l’apposita modulistica. Persone fisiche, enti non commerciali ed imprese hanno tre differenti moduli, uno per ogni categoria di contribuente.

I documenti devono essere inviati esclusivamente tramite pec all’indirizzo [email protected], specificando nell’oggetto dell’e-mail: “Sport Bonus 2° finestra 2019”. In risposta al contribuente, l’ufficio invierà un codice seriale identificativo ed univoco.

Sport Bonus 2019 seconda finestra: la modalità e l’iter delle donazioni

Per quanto riguarda le modalità per il riconoscimento del credito d’imposta, le donazioni devono essere effettuate attraverso i seguenti metodi di pagamento:

  • bonifico bancario;
  • bollettino postale;
  • carte di debito, di credito e prepagate;
  • assegni bancari circolari.

Nonostante le date possano subire delle lievi modifiche, la tabella di marcia della procedura delle donazioni prevede che:

  • entro il 29 novembre l’ufficio pubblicherà l’elenco dei soggetti che potranno effettuare le donazioni, indicando il codice identificativo di quelli autorizzati;
  • entro i dieci successivi, con scadenza al 10 dicembre, i soggetti potranno provvedere alle donazioni secondo le modalità previste;
  • nei successivi dieci giorni, entro il 19 dicembre, i destinatari dovranno confermare le donazioni attraverso l’apposito modulo;
  • in seguito l’Ufficio per lo sport provvederà a pubblicare l’elenco dei beneficiari del credito di imposta (anche in questo caso individuati dal codice identificativo).

Sport Bonus 2019, seconda finestra: come funziona

Il Decreto di attuazione del Presidente del Consiglio dei Ministri contiene tutte le informazioni necessarie sull’ammontare del credito di imposta.

Ai soggetti autorizzati alle donazioni saranno riconosciuti crediti per il 65% delle donazioni effettuate nel corso dell’anno solare 2019.

In particolare persone fisiche e enti non commerciali riceveranno il 20% del reddito imponibile mentre i titolari di reddito d’impresa il 10 per mille dei ricavi annui. La quota complessiva sarà ripartita equamente in tre soluzioni nel triennio 2019-21.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it