Naspi, DIS COLL, disoccupazione agricola 2020: qual è l’importo massimo?

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Naspi, DIS COLL, disoccupazione agricola 2020: qual è l'importo massimo? La risposta nella circolare INPS numero 20 del 10 febbraio 2020 che stabilisce anche i limiti dei trattamenti di integrazione salariale, degli assegni per il Fondo del Credito e del Credito Cooperativo e per le attività socialmente utili. Tutti i valori per l'anno 2020.

Naspi, DIS COLL, disoccupazione agricola 2020: qual è l'importo massimo?

Naspi, DIS COLL, disoccupazione agricola 2020: qual è l’importo massimo? La risposta nella circolare INPS numero 20 del 10 febbraio che stabilisce anche i limiti dei trattamenti di integrazione salariale, i massimali degli assegni per il Fondo del Credito e del Credito Cooperativo e il valore dell’assegno per le attività socialmente utili. Tutti le cifre da considerare per l’anno 2020.

A partire dal 2016 gli importi dall’assegno ordinario ed emergenziale del Fondo di Credito, così come la retribuzione mensile di riferimento, comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere come riferimento per l’applicazione del massimale più alto, vengono aumentati in base alla variazione annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

La circolare anche per tutti gli altri trattamenti riporta gli importi massimi a cui si ha diritto nell’arco del 2020:

  • indennità di disoccupazione Naspi;
  • indennità di disoccupazione DIS-COLL;
  • indennità di disoccupazione agricola;
  • assegno per attività socialmente utili;
  • trattamenti di integrazione salariale;
  • fondo Credito;
  • fondo Credito Cooperativo;
  • assegno emergenziale.

Naspi e DIS COLL 2020: piccolo aumento sull’importo massimo

Come si legge nel testo della circolare INPS numero 20 del 10 febbraio, la retribuzione da prendere a riferimento per il calcolo della Naspi 2020 è pari a 1.227,55 euro.

In ogni caso per quest’anno l’importo massimo mensile dell’indennità di disoccupazione non può in ogni caso superare i 1.335,40 euro, circa 7 euro in più rispetto al 2019.

Stesse cifre per la DIS COLL, l’indennità che spetta ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, agli assegnisti e ai dottorandi di ricerca con borsa di studio, iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata INPS, che hanno perso involontariamente il lavoro.

Disoccupazione agricola 2020: dall’INPS l’importo massimo

Per quanto riguarda l’indennità di disoccupazione agricola, che deve essere liquidata nel corso del 2020, rispetto ai periodi di attività nel 2019, trovano applicazione gli importi massimi stabiliti per tale ultimo anno.

Gli importi di riferimento, dunque, sono quelli indicati nella circolare numero 5 del 25 gennaio 2019 con riferimento ai trattamenti di integrazione salariale, ovvero 1.193,75 euro per ciò che riguarda il massimale più alto e 993,21 euro, per il massimale più basso.

Assegno per attività socialmente utili: importo 2020

I lavoratori che svolgono attività socialmente utili, invece, hanno diritto a un assegno mensile di 595 euro a partire dal 1° gennaio 2020.

L’INPS specifica:

“Anche a tale prestazione non si applica la riduzione di cui all’articolo 26 della legge n. 41/1986”.

Rispetto allo scorso anno, la cifra ha subito un aumento di circa di 3 euro.

Trattamenti di integrazione salariale 2020: le tabelle INPS con gli importi massimi

La circolare INPS numero 20 del 10 febbraio 2020, inoltre, riporta gli importi massimi mensili dei trattamenti di integrazione salariale in vigore dal 1° gennaio 2020, e la retribuzione lorda mensile, maggiorata dei ratei relativi alle mensilità aggiuntive, che segna il limite oltre il quale si può attribuire il massimale più alto.

Il testo sottolinea:

“Gli importi sono indicati, rispettivamente, al lordo e al netto della riduzione prevista dall’articolo 26 della legge 28 febbraio 1986, n. 41, che attualmente è pari al 5,84%”.

Trattamenti di integrazione salariale
Retribuzione (euro) Tetto Importo lordo (euro) Importo netto (euro)
Inferiore o uguale a 2.159,48 Basso 998,18 939,89
Superiore a 2.159,48 Alto 1.199,72 1.129,66

Il trattamento ammonterà all’80% della retribuzione globale che sarebbe spettata al lavoratore per le ore di lavoro non prestate con il limite dei massimali anche per le integrazioni salariali relative ai contratti di solidarietà.

Gli importi massimi devono essere incrementati ulteriormente del 20% per i trattamenti di integrazione salariale concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali. Stesso discorso non vale per il settore agricolo.

Trattamenti di integrazione salariale - settore edile (intemperie stagionali)
Retribuzione (euro)Tetto Importo lordo (euro) Importo netto (euro)
Inferiore o uguale a 2.159,48 Basso 1.197,82 1.127,87
Superiore a 2.159,48 Alto 1.439,66 1.355,58

Fondo credito 2020: le tabelle INPS con i massimali previsti per assegno ordinario ed emergenziale

Il testo diffuso dall’INPS il 10 febbraio 2020, poi, passa a rassegna i massimali mensili per il 2020 previsti dal Fondo Credito, per quanto riguarda l’assegno ordinario e quello emergenziale.

Massimali assegno ordinario
Retribuzione mensile lorda (euro) Massimale (euro)
Inferiore a 2.184,24 1.186,29
Compresa tra 2.184,24 – 3.452,74 1.367,35
Superiore a 3.452,74 1.727,41

Per quanto riguarda l’assegno emergenziale, l’importo nella prima riga della tabella, calcolato sull’80% della retribuzione lorda mensile, è indicato al lordo e al netto della riduzione del 5,84%, applicabile solo nell’eventualità in cui la prestazione in pagamento risulti pari o superiore all’80%della retribuzione teorica, comprensiva di rateo, indicata dall’azienda nel flusso Uniemens.

Massimali assegno emergenziale
Retribuzione tabellare annua lorda (euro) Importo al lordo della riduzione 5,84% (art. 26, L. n. 41/1986) (euro) Importo al netto della riduzione 5,84% (art. 26, L. n. 41/1986) (euro)
Inferiore a 41.829,33 2.443,35 2.300,66
Compresa tra 41.829,33 – 55.037,77 2.752,41
Superiore a 55.037,77 3.852,34

Fondo Credito Cooperativo, assegno emergenziale 2020: la tabelle INPS con i massimali

Infine il testo INPS riporta i massimali mensili da considerare per l’assegno emergenziale del Fondo Credito Cooperativo nell’arco del 2020, con le retribuzioni mensili per la loro applicazione.

Per quanto riguarda la prima riga della tabella, vale la stessa considerazione del Fondo Credito.

Massimali assegno emergenziale
Retribuzione tabellare annua lorda (euro) Importo al lordo della riduzione 5,84% (art. 26, L. n. 41/1986) (euro) Importo al netto della riduzione 5,84% (art. 26, L. n. 41/1986) (euro)
Inferiore a 41.829,33 2.443,35 2.300,66
Compresa tra 41.829,33 – 55.037,77 2.752,41
Superiore a 55.037,77 3.852,34

Tutti i dettagli nella circolare numero 20 del 10 febbraio 2020.

INPS - Circolare numero 20 del 10 febbraio 2020
Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell’assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo di solidarietà del Credito, dell’assegno emergenziale per il Fondo di
solidarietà del Credito Cooperativo, dell’indennità di disoccupazione NASpI, dell’indennità di disoccupazione DIS-COLL, dell’indennità di disoccupazione agricola e dell’assegno per le attività socialmente utili relativi all’anno 2020.

Questo sito contribuisce all'audience di Evolution ADV Network Logo Evolution adv