Modelli rottamazione ter cartelle DA-2018 e DA-2018

Redazione - Moduli fiscali

Ecco come fare domanda con i moduli di rottamazione ter cartelle: ecco il modello DA-2018 e DA-2018-D per aderire alla definizione agevolata prevista dal DL n. 119/2018.

Modelli rottamazione ter cartelle DA-2018 e DA-2018

Modulo domanda rottamazione ter, è disponibile il modello DA-2018 e DA-2018-D per aderire alla definizione agevolata delle cartelle entro la scadenza del 30 aprile 2019.

A spiegare come fare domanda di rottamazione ter è la guida alla compilazione dei moduli di domanda pubblicata dall’Agenzia Entrate Riscossione.

Chi farà domanda entro la scadenza del 30 aprile 2019 dovrà pagare l’importo del debito maturato, al netto di sanzioni e interessi di mora, beneficiando della rateizzazione lunga spalmata dal 2019 e fino al 2023.

Sono al massimo 10 le rate che sarà possibile pagare nei prossimi 5 anni e gli interessi dovuti in caso di rateizzazione saranno calcolati con il tasso del 2% annuo a partire dal mese di agosto 2019.

Di seguito i moduli e le istruzioni per fare domanda di rottamazione ter delle cartelle entro la scadenza del 30 aprile 2019.

Modulo rottamazione ter cartelle DA-2018 e DA-2018-D: come fare domanda

PDF - 277.1 Kb
Modello DA-2018 domanda rottamazione ter cartelle
Scarica il modulo di domanda per aderire alla definizione agevolata delle cartelle comprese tra il 2000 e il 2017
PDF - 131.5 Kb
Modello DA-2018-D domanda rottamazione ter cartelle dogane
Scarica il modulo di domanda per la rottamazione dei carichi relative alle risorse proprie UE

I moduli da scaricare in formato .pdf per fare domanda di rottamazione ter delle cartelle dovranno essere inviati entro la scadenza del 30 aprile 2018.

L’istanza di adesione alla definizione agevolata delle cartelle, compilata in ogni sua parte, unitamente alla copia del documento di identità potrà essere presentata in due modalità:

  • consegna a mano presso gli Sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione presenti su tutto il territorio nazionale (esclusa la regione Sicilia);
  • trasmessa alla casella PEC della Direzione Regionale di Agenzia delle entrate-Riscossione competente. L’elenco delle caselle PEC è riportato a pagina 4 dei modelli e disponibile sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

Per coloro che aderiranno alla rottamazione-ter è previsto il pagamento del solo importo residuo delle somme dovute, senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora, mentre le multe stradali potranno essere estinte in forma agevolata senza corrispondere gli interessi di mora e le maggiorazioni previste dalla legge. L’importo dovuto per la definizione agevolata potrà essere pagato in un’unica rata oppure dilazionarlo fino a un massimo di 5 anni in 10 rate consecutive con prima scadenza 31 luglio 2019.

Per quanto riguarda invece la rottamazione delle cartelle relative alle risorse proprie dell’UE, il saldo della prima o unica rata è previsto entro il 30 settembre 2019, mentre la seconda è fissata al 30 novembre 2019. I restanti versamenti (massimo altre 8 rate) dovranno essere effettuati entro il 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno successivo

Le istruzioni per fare domanda di rottamazione delle cartelle sono contenute nella guida alla compilazione del modulo DA-2018 e DA-2018-D che di seguito si allega:

PDF - 992.2 Kb
Istruzioni compilazione modello DA-2018
Scarica le istruzioni per fare domanda di rottamazione delle cartelle
PDF - 870.2 Kb
Istruzioni compilazione modello DA-2018-D
Scarica le istruzioni per compilare la domanda di adesione alla rottamazione per le risorse proprie dell’UE

Nella domanda di adesione il contribuente dovrà impegnarsi a rinunciare ai giudizi pendenti relativi ai carichi indicati nella medesima dichiarazione. La presentazione della dichiarazione di adesione determinerà la sospensione dei termini di prescrizione e decadenza, la sospensione degli obblighi di pagamento di dilazioni già concesse e il divieto di avviare nuove procedure cautelari (fatti salvi i fermi e le ipoteche già iscritte) ed esecutive.

Nella sezione del sito dell’AdER dedicata alla definizione agevolata, sono anche le FAQ contenenti le risposte alle domande più frequenti già pervenute all’Agenzia, predisposte per facilitare i contribuenti nella fase di presentazione della domanda.