Marca da bollo passaporto: quando e come si applica

Marca da bollo passaporto, primo rilascio o rinnovo: quando serve, come si applica e qual è il costo dopo l'abolizione della tassa annuale di 40,29 euro? Ecco tutti i chiarimenti.

Marca da bollo passaporto: quando e come si applica

Per il rilascio del passaporto è necessaria la marca da bollo, uno dei costi da sostenere per ottenere il documento necessario per viaggiare all’estero.

A partire dal 2014 è stato abolita la marca da bollo da 40,29 euro ma vi è molta confusione su quando, cosa e come pagare ed applicare il contrassegno richiesto per il passaporto.

In precedenza si ricorda era necessario applicare una marca da bollo da 40,29 euro sul proprio passaporto ogni anno ma tale obbligo è stato abolito portando tuttavia a nuovi costi a carico dei contribuenti che richiedono il rilascio del primo passaporto o il rinnovo del documento scaduto.

Proprio per chiarire quando e come si applica la marca da bollo sul passaporto nel 2018, vediamo di seguito tutta la procedura e i costi previsti per il rilascio del documento presso la Polizia di Stato.

Marca da bollo passaporto: quando e come si applica

All’atto del rilascio del passaporto sarà richiesto di applicare una marca da bollo di importo pari a 73,50 euro: è questo il costo che sarà necessario pagare per il contrassegno obbligatorio necessario per il rilascio del passaporto ordinario anche per i minori.

Non si applica più, invece, il bollo annuale di 40,29 euro perché l’obbligo di pagare la tassa ogni anno per la validità del documento è stato abolito dal 24 giugno 2014.

Le nuove regole valgono non soltanto per quelli nuovi ma anche per quelli già emessi che saranno validi fino alla data di scadenza riportata all’interno del documento per tutti i viaggi all’estero, anche per quelli fuori dall’UE, senza dover pagare più ogni anno.

Dopo aver chiarito quando si applica la marca da bollo sul passaporto, ribadiamo che non sarà più necessario informarsi su come applicare il contrassegno sul proprio passaporto perché sarà il personale della Questura ad eseguire l’intera procedura richiesta soltanto al momento del primo rilascio o dei rinnovi.

Marca da bollo passaporto: costo di 73,50 euro per ogni rinnovo

Si ricorda che il passaporto ha validità per 10 anni e che al momento della scadenza non è possibile effettuare il rinnovo ma viene di fatto rilasciato un nuovo documento. In tal caso sarà necessario pagare ed applicare nuovamente la marca da bollo, con un costo pari all’importo pagato per il primo rilascio (ovvero 73,50 euro).

Per chi avesse comprato una marca di 40,29 euro (l’importo richiesto annualmente prima 2014) è possibile chiedere al negoziante un’integrazione di 33,21€ che, sommata alla precedente, permette di raggiungere la quota richiesta.

La marca da bollo può essere acquistata presso tabaccherie o altri negozi autorizzati alla vendita di beni soggetti a monopolio.

Nel costo complessivo di un nuovo passaporto però non rientra unicamente l’importo della marca da bollo. A questa infatti dovrà essere sommato il versamento di 42,50€ da indirizzare al Ministero dell’Economia e da effettuare unicamente con bollettino postale. In totale quindi il rilascio di un nuovo passaporto costa 116€.

Rilascio passaporto: costi e tasse da pagare (oltre alla marca da bollo)

La marca da bollo per il passaporto di 73,50 euro non è l’unico importo da pagare per il rilascio del passaporto.

Per ottenere il documento necessario per l’espatrio sarà necessario consegnare la ricevuta di avvenuto pagamento della tassa dovuta al MEF, pari a 42,50 euro, da versare tramite bollettino di conto corrente n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro e indicando come causale la dicitura: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”.

Si ricorda inoltre che il giorno dell’appuntamento presso la Questura competente per il rilascio del passaporto sarà necessario consegnare gli ulteriori documenti richiesti, ovvero:

  • il modulo stampato della richiesta passaporto (attenzione a scegliere il modulo corretto tra quello per maggiorenni e minorenni);
  • un documento di riconoscimento valido ( n.b. portare con sé, oltre all’originale, anche un fotocopia del documento);
  • 2 foto formato tessera identiche e recenti (chi indossa occhiali da vista può tenerli purché le lenti siano non colorate e la montatura non alteri la fisionomia del volto - inoltre lo sfondo della foto deve essere bianco).

Per ulteriori dettagli è possibile far riferimento alle istruzioni fornite dalla Polizia di Stato.