Concorso DSGA: come fare domanda entro il 28 gennaio 2019 e le FAQ del MIUR

Rosy D’Elia - Scuola

Concorso DSGA: come fare domanda entro il 28 gennaio 2019, come iscriversi al portale POLIS e i chiarimenti nelle FAQ pubblicate dal MIUR.

Concorso DSGA: come fare domanda entro il 28 gennaio 2019 e le FAQ del MIUR

Concorso DSGA: come fare domanda entro il 28 gennaio 2019, come registrarsi al portale POLIS necessario per la richiesta di ammissione alle prove e le FAQ del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per fare chiarezza su requisiti e modalità di presentazione della domanda.

2004 i posti disponibili per i Direttori dei servizi generali e amministrativi, che saranno immessi in ruolo presso le istituzioni scolastiche statali di tutta Italia.

Il Ministero dell’Università dell’Istruzione e della Ricerca ha pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale il 28 dicembre 2018, tre giorni prima della fine dell’anno: come previsto, e promesso, dalla Legge di Bilancio approvata nel 2017 infatti il bando doveva essere pubblicato entro il 2018. Si tratta di un concorso attesissimo negli ambienti scolastici.

Come si legge sul sito del MIUR, il ministro Marco Bussetti ha accompagnato la notizia della pubblicazione del bando con queste parole:

I DSGA sono figure essenziali per il buon funzionamento del sistema e delle nostre scuole. Dall’ultimo concorso sono trascorsi quasi venti anni: un tempo infinito. Non deve più accadere.

Per partecipare alla selezione è necessario presentare la domanda di partecipazione esclusivamente sul sito POLIS Istanze OnLine MIUR, entro le ore 23,59 del 28 gennaio 2019.

Concorso DSGA: i requisiti per fare domanda entro il 28 gennaio 2019

Il concorso per DSGA è una selezione bandita per titoli ed esami. Si svolge su base regionale e prevede due prove: una scritta e una orale. Nelle regione in cui il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti disponibili, è prevista una prova preselettiva: 100 minuti per 100 quesiti a risposta multipla.

Il concorso è finalizzato a scegliere il personale che coprirà i posti dei Direttori Generali dei Servizi Amministrativi disponibili nel triennio 2019-2021.

Sono ammessi al concorso i cittadini in possesso del diploma di laurea, della laurea specialistica o della laurea magistrale in giurisprudenza, scienze politiche sociali o amministrative, economia e commercio, o di titoli equipollenti.

Ma possono partecipare alla selezione, anche senza la laurea, gli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA con almeno tre incarichi annuali, anche non consecutivi, maturati al 1° gennaio 2018, data di entrata in vigore della Legge di Bilancio 2018.

Come si legge nel bando, i titoli accademici rilasciati dalle università straniere risultano validi per la presentazione della domanda solo se riconosciuti come equiparati alle lauree appena citate ai sensi dell’art. 38, comma 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

Nella domanda di concorso devono essere indicati, a pena di esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento dell’equiparazione o della richiesta di riconoscimento entro la data del termine per la presentazione dell’istanza di partecipazione.

Concorso DSGA: come registrarsi al sistema POLIS

Per presentare la domanda online entro le ore 23,59 del 28 gennaio 2019 è necessario essere iscritti a POLIS, il sistema destinato alle Istanze Online che riguardano il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Sono valide, infatti, solo le domande che arrivano al MIUR tramite questo canale.

Per attivare un account sul portale POLIS, è necessario munirsi di un documento di identità e del codice fiscale, e seguire le istruzioni:

  • cliccando su “Accedi al servizio” è possibile seguire i quattro step previsti e inserire i dati personali (al termine della procedura è possibile scaricare il modulo di registrazione con i dati inseriti);
  • dopo aver inserito i dati, il sistema invia una mail che contiene un Codice Personale Temporaneo, il modulo di adesione e le indicazioni per proseguire;
  • a questo punto è necessario accedere di nuovo al servizio e inserire il Codice Personale Temporaneo per confermare di aver ricevuto la mail;
  • dopo aver inserito il codice, bisogna recarsi presso un istituto scolastico o un ufficio, in funzione dello specifico procedimento amministrativo, per effettuare l’identificazione fisica e la sottoscrizione del modulo di adesione in presenza del personale MIUR preposto: questo passaggio è necessario per abilitare l’account POLIS;
  • a questo punto il sistema invia una mail di conferma abilitazione al servizio e per l’utente è possibile accedere al servizio, modificare il Codice Personale Temporaneo e procedere con l’inserimento delle Istanze Online.

Dopo aver seguito tutta la procedura, è possibile compilare la domanda di accesso al concorso per DSGA seguendo la procedura guidata del portale, che permette di inserire i dati necessari, aggiornarli e infine inoltrare la domanda entro il 28 gennaio 2019.

Concorso DSGA: le FAQ del MIUR

Proprio sulla domanda di partecipazione alla selezione e sulla registrazione al portale POLIS, il MIUR fa chiarezza rispondendo alle domande ricorrenti poste dai potenziali partecipanti.

Il Ministero, infatti, specifica che non è necessario recarsi presso una istituzione scolastica per presentare la domanda di accesso al concorso, ma è richiesto soltanto per abilitare l’account POLIS, la piattaforma da utilizzare per inoltrare la richiesta di partecipazione alle selezioni.

La sezione del minisito del concorso per DSGA dedicata alle FAQ, le domande ricorrenti, chiarisce alcuni aspetti importanti sulla selezione come la possibilità di inserire una sola regione in cui concorrere, sui titoli di laurea e sulle caratteristiche che devono avere e sull’esatta scadenza per la presentazione delle istanze: le 23,59 del 28 gennaio 2019.

Ma soprattutto le FAQ forniscono indicazioni utili a chi è ammesso al concorso pur non avendo il titolo di laurea: chi ha già ricoperto la figura di assistente amministrativo facente funzione di DSGA con almeno tre incarichi annuali.

Si ribadisce, infatti, che:

  • I tre anni interi di servizio si intendono svolti solo nelle scuole pubbliche;
  • Il 2017/18 non è fra le annualità che è possibile indicare in quanto, ai sensi dell’art. 3 comma 2 del Decreto Ministeriale protocollo 863 del 18 dicembre 2018, i tre interi anni di servizio nelle mansioni di DSGA devono essere stati prestati entro l’entrata in vigore della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (1° gennaio 2018).

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it