Carta dedicata a te, ricarica di 77,20 euro in arrivo: come verificare il saldo residuo

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Le famiglie beneficiarie della carta dedicata a te riceveranno una nuova ricarica con l'importo di 77,20 euro da utilizzare per benzina o mezzi di trasporto, chi non ha ancora attivato la prepagata ha tempo fino alla nuova scadenza del 31 gennaio 2024: le istruzioni per verificare e utilizzare il saldo residuo

Carta dedicata a te, ricarica di 77,20 euro in arrivo: come verificare il saldo residuo

Chi ha ricevuto la carta dedicata a te con l’importo di 382,50 euro per l’acquisto dei beni alimentari riceverà entro la data del 15 dicembre una prima ricarica del valore di 77,20 euro da utilizzare per benzina o trasporti.

Coloro che hanno già attivato la social card con un primo pagamento effettuato possono verificare il saldo presso gli ATM Postamat. E l’importo residuo può essere utilizzato entro la scadenza indicata sulla prepagata.

Con le novità introdotte dal decreto interministeriale del 29 novembre, si sposta anche la scadenza per l’attivazione della postepay: per tutti coloro che non erano riusciti a ritirarla o a renderla operativa entro il 15 settembre scorso, c’è tempo fino alla scadenza del 31 gennaio 2024.

Per ricevere via email gli aggiornamenti gratuiti di Informazione Fiscale in materia di carta dedicata a te ed ultime novità su fisco e lavoro, lettrici e lettori interessati possono iscriversi gratuitamente alla nostra newsletter, un aggiornamento gratuito al giorno via email dal lunedì alla domenica alle 13.00

Iscriviti alla nostra newsletter


Carta dedicata a te, come verificare il saldo dopo il primo pagamento

Le famiglie con un ISEE fino a 15.000 euro e in condizione di priorità che hanno ricevuto a partire dalla fine di luglio la carta dedicata a te e hanno utilizzato le somme a disposizione per la spesa di beni alimentari possono verificare il saldo residuo e la lista dei movimenti presso gli ATM Postamat.

In questo modo è possibile anche accertarsi di aver ricevuto la ricarica del valore di 77,20 euro da utilizzare per benzina o trasporti in arrivo proprio in questi giorni.

La carta risparmio spesa che le famiglie hanno ricevuto nei mesi scorsi è del tutto simile a una canonica prepagata ma, va sottolineato, che al saldo residuo non si possono aggiungere risorse proprie. Pur essendo una postepay non si può ricaricare.

Per visualizzare l’importo ancora disponibile per acquistare i beni di prima necessità è necessario avere a disposizione il PIN: inserendo il codice che si utilizza per il pagamento presso i punti Postamat, sarà possibile conoscere il valore del saldo residuo che può essere speso entro la scadenza del 15 marzo 2024.

A definire questa data è proprio il decreto attuativo adottato dal Ministro delle imprese e del made in Italy di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste che sblocca i fondi previsti dal Decreto Energia per garantire alle famiglie beneficiarie della carta dedicata a te un bonus benzina o trasporti.

Carta dedicata a te, novità anche sulla data di attivazione della prepagata

Il testo interviene anche sui tempi da rispettare per l’utilizzo degli importi a disposizione e per l’attivazione delle social card assegnate ma non ritirate o attivate entro il termine originario del 15 settembre 2023 concedendo tempo fino alla fine di gennaio 2024.

638 Comuni hanno inviato le lettere per l’assegnazione della carta dedicata a te a 5.520 famiglie non incluse nella prima tornata solo il 7 settembre e inoltre in alcuni territori ci sono stati ritardi e difficoltà nel ritiro delle prepagate.

Sono queste le ragioni che, con molta probabilità, hanno determinato la proroga dei tempi da rispettare per l’attivazione delle social card.

In questo modo, stando alle cifre fornite dal Ministro Lollobrigida nel comunicato stampa del 12 dicembre, 100.000 nuclei familiari rimasti esclusi ora potranno accedere agli importi a cui hanno diritto: 382,50 euro riconosciuti in prima battuta per le spese alimentari, a cui si aggiungono i 77,20 euro di bonus benzina o trasporti.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network