Bando Isi 2018: fino al 30 maggio domande per gli incentivi sul sito INAIL

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Bando Isi 2018: il 30 maggio scade la prima fase utile per presentare le domande e accedere agli incentivi INAIL che promuovono salute, sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro. I 5 assi di finanziamento, i destinatari e modalità per presentare la richiesta di accesso: sono 370 milioni di euro stanziati.

Bando Isi 2018: fino al 30 maggio domande per gli incentivi sul sito INAIL

Bando Isi 2018: si conclude oggi, 30 maggio, la prima fase di domande per gli incentivi INAIL finalizzati a promuovere progetti per migliorare salute, sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro. Ancora poche ore di tempo per accedere alle agevolazioni.

I macro obiettivi del bando Isi 2018 sono due: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori, ma anche invogliare piccolissime società che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli all’acquisto di macchinari innovativi, più sicuri e meno dannosi per l’ambiente.

Le aziende che intendono accedere ai fondi possono presentare domande, progetti e documenti rispettando le tempistiche stabilite dall’INAIL:

  • presentazione della domanda: dall’11 aprile al 30 maggio 2019 alle ore 18 compilando e salvando la propria domanda nella sezione servizi online del sito INAIL;
  • click day: inoltro della domanda online nei giorni e orari di apertura pubblicati sul sito INAIL a partire dal 6 giugno;
  • invio della documentazione richiesta: le imprese che sono in una posizione utile per accedere al contributo devono inviare domanda e documenti entro 30 giorni dalla pubblicazione degli elenchi con gli ammessi.

370 milioni di euro sono i fondi stanziati, per le aziende la procedura di accesso alle risorse si articola in tre fasi.

Bando Isi 2018: domande fino al 30 maggio per gli incentivi alla sicurezza sul lavoro

Come si legge nella notizia pubblicata sul sito INAIL l’11 aprile, il bando Isi riconosce alle imprese finanziamenti a fondo perduto per un valore che può arrivare fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso. L’avviso pubblico prevede 5 assi di finanziamento, che si differenziano per tipologia di intervento, fondi a disposizione e potenziali beneficiari.

AsseTipologia di progettoDestinatariEsclusi
Asse 1 - Isi Generalista Progetti di investimento e progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane Micro e piccole imprese anche individuali, operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15). Micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
Asse 2 - Isi Tematica Riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al Registro delle Imprese o all’albo delle imprese artigiane, in possesso dei requisiti richiesti dal bando e gli Enti del terzo settore in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico ISI 2018 Micro e piccole imprese anche individuali, operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15); le micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
Asse 3 - Isi Amianto Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte al registro delle imprese o all’albo delle imprese artigiane Micro e piccole imprese, comprese quelle individuali, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli
Asse 4 Isi - Micro e Piccole imprese Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività Micro e piccole imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, in possesso dei requisiti richiesti dal bando e operanti nei settori Pesca (codice Ateco 2007 A03.1) e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature (codici Ateco 2007 C13, C14 e C15) -
Asse 5 - Isi Agricoltura Progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli Micro e piccole imprese, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese o all’Albo delle società cooperative di lavoro agricolo, o della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’articolo 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo, qualificate come:

  • Impresa individuale;
  • Società agricola;
  • Società cooperativa.
-

Bando Isi 2018: tre fasi accesso agli incentivi

Dall’11 aprile e fino al 30 maggio alle ore 18 tutti i soggetti che hanno i requisiti per richiedere gli incentivi possono accedere alla prima fase di richiesta dei fondi.

Sul portale INAIL dedicato alle domande è possibile anche effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificarne l’ammissibilità.

Le credenziali, utili a compilare la richiesta, possono essere ottenute con la registrazione sul sito almeno due giorni lavorativi prima della scadenza.

Dal 6 giugno le aziende, che hanno presentato progetti per migliorare la sicurezza sul lavoro e che risultano ammissibili, possono scaricare dall’area riservata il codice identificativo della domanda da utilizzare per inviare la richiesta nel click day, nei tempi che l’INAIL indicherà proprio a inizio giugno.

La fase finale, poi, riguarda l’effettiva assegnazione delle risorse: entro 14 giorni dalla scadenza per l’invio delle richieste sul sito INAIL saranno pubblicati gli elenchi provvisori in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate con l’indicazione di quelle ammesse.

Chi ha i requisiti per beneficiare degli incentivi e risulta in una posizione utile per richiederli deve inviare, entro trenta giorni, la domanda telematica generata dal sistema, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell’impresa, e tutti gli altri documenti indicati nel bando per la specifica tipologia di progetto.

Gli incentivi, ripartiti in budget regionali, saranno assegnati fino a esaurimento delle risorse, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Tutti i dettagli sul bando e sui 5 assi di finanziamento sono disponibili sulla pagina del sito INAIL dedicata la bando Isi 2018 e per informazioni e assistenza è possibile anche contattare il contact center INAIL al numero 06.6001.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it