Agenda digitale e industria sostenibile 2019: agevolazioni MISE dal 26 novembre

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Bando agenda digitale e industria sostenibile 2019: dalle ore 10 del 26 novembre è possibile inoltrare le domande per accedere alle agevolazioni gestite dal MISE. Istruzioni e requisiti per accedere ai fondi, 329 milioni di euro, fino al loro esaurimento.

Agenda digitale e industria sostenibile 2019: agevolazioni MISE dal 26 novembre

Bando agenda digitale e industria sostenibile 2019: aperte le domande per richiedere le agevolazioni previste per i grandi progetti di ricerca e sviluppo. Dalle ore 10 del 26 novembre 2019 i soggetti interessati possono inoltrare le domande per l’accesso ai fondi.

329 milioni di euro è il valore del rifinanziamento degli incentivi per il 2019: già dal 10 ottobre è stato possibile provvedere alla pre-compilazione della richiesta, sportelli aperti fino ad esaurimento delle risorse. Una riserva del 20% è destinata ai progetti dell’economia circolare.

Con il decreto direttoriale del 2 ottobre, il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico, ha fornito le istruzioni da seguire.

PDF - 212.2 Kb
Ministero dello Sviluppo Economico - Agenda digitale e Industria sostenibile, Decreto Direttoriale del 2 ottobre 2019
Scarica il DD MISE del 2 ottobre 2019 con i termini e le modalità di domanda per il bando Agenda digitale e Industria sostenibile 2019.

Bando agenda digitale e industria sostenibile 2019, domande dal 26 novembre: agevolazioni MISE

Il bando agenda digitale e industria sostenibile prevede due strumenti di agevolazione:

  • contributo alla spesa per una misura pari al 20% dei costi ammissibili di progetto,
  • finanziamento agevolato per una misura compresa tra il 50 ed il 70% dei costi ammissibili per le imprese di micro, piccola e media dimensione, e tra il 50 ed il 60% dei costi ammissibili per le imprese di grande dimensione.

Necessario associare un finanziamento bancario a quello agevolato, secondo quanto previsto dal decreto 24 luglio 2015 in base alle norme che regolano il funzionamento Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca.

È possibile presentare la richiesta di accesso alle agevolazioni a partire dal 26 novembre e fino ad esaurimento dei fondi previsti per agenda digitale e industria sostenibile:

  • 247 milioni di euro per la concessione dei finanziamenti agevolati;
  • 82 milioni di euro per la concessione di contributi alla spesa.

Una riserva del 20% delle risorse è destinata ai grandi progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito dell’economia circolare: le indicazioni per individuare correttamente le tematiche rilevanti sono contenute nell’allegato 3 del Decreto Direttoriale del 2 ottobre.

Bando agenda digitale e industria sostenibile 2019: i soggetti che possono presentare richiesta

I grandi progetti di ricerca e sviluppo per cui è possibile beneficiare delle agevolazioni previste devono rientrare in uno dei due ambiti interessati dal bando:

  • agenda digitale, e quindi nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione elettroniche e per l’attuazione dell’Agenda digitale italiana;
  • industria sostenibile, modello industriale, definito a livello europeo, costituito da tre componenti essenziali che devono essere soddisfatte allo stesso tempo:
    • crescita intelligente, per sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione;
    • crescita sostenibile, per promuovere un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva;
    • crescita inclusiva, per sostenere un’economia con un alto tasso di occupazione e favorire la coesione sociale e territoriale.

Diverse categorie di soggetti possono presentare richiesta di accesso alle agevolazioni a partire dal 26 novembre 2019:

  • imprese di qualsiasi dimensione, costituite in forma societaria e che esercitano attività industriali di produzione di beni e servizi, agro-industriali, artigiane, di trasporto, di servizi alle imprese che esercitano le predette attività;
  • centri di ricerca con personalità giuridica;
  • imprese start-up innovative che esercitano le predette attività;
  • spin-off degli organismi di ricerca.

I soggetti ammissibili possono presentare anche progetti in forma congiunta, fino ad un numero massimo di cinque partecipanti per ciascun progetto. Ma una domanda deve essere relativa a un solo progetto.

Bando agenda digitale e industria sostenibile 2019, domande dal 26 novembre: le istruzioni da seguire

Le richieste di accesso alle agevolazioni previste dal bando agenda digitale e industria sostenibile devono essere presentate seguendo la procedura dedicata all’ambito di applicazione del progetto e avviene in due fasi:

  • pre-compilazione, attiva già dal 10 ottobre;
  • procedura per l’invio di tutti i documenti necessari per la richiesta di fondi dal 26 novembre, disponibile all’indirizzo fondocrescitasostenibile.mcc.it .

La domanda, pena l’invalidità e l’irricevibilità, deve essere redatta e presentata in via esclusivamente telematica.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it