Agevolazioni ricerca e sviluppo: dall’8 ottobre una nuova tornata di domande

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Agevolazioni Ricerca e Sviluppo: dall'8 ottobre una nuova tornata di domande. Stanziati 519 milioni di euro per i grandi progetti: da Agrifood a Scienze della Vita, passando per Agenda digitale e Industria sostenibile. Due decreti MISE datati 2 ottobre con termini e modalità di accesso.

Agevolazioni ricerca e sviluppo: dall'8 ottobre una nuova tornata di domande

Agevolazioni Ricerca e Sviluppo: da martedì 8 ottobre e giovedì 10 ottobre comincia una nuova tornata di domande per accedere agli incentivi previsti dal Ministero dello Sviluppo Economico. 519 milioni di euro è il valore delle risorse a disposizione. A darne notizia è il MISE che il 2 ottobre ha definito termini e modalità di accesso ai fondi con due decreti dedicati.

Da Agrifood a Scienze della Vita, passando per Agenda Digitale e Industria sostenibile, sono diversi i settori che aprono le porte alle agevolazioni.

Fabbrica intelligente, Agrifood, Scienze della vita, Calcolo ad alte prestazioni 2019: domanda dall’8 ottobre

190 milioni di euro sono i fondi destinati a progetti di ricerca e sviluppo nelle seguenti aree tecnologiche:

Una riserva di 50 milioni di euro è dedicata alle regioni Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.

Termini e modalità di accesso al bando 2019 sono state definite con il decreto direttoriale del 2 ottobre.

Possono richiedere gli incentivi, sotto forma di contributo alla spesa e finanziamento agevolato, le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria, e i centri di ricerca.

La procedura di accesso ai fondi stanziati prevede due fasi:

  • pre-compilazione a partire dall’8 ottobre;
  • apertura dello sportello per la presentazione delle domande a partire dal 12 novembre.

Le aziende interessate devono utilizzare la procedura online disponibile all’inidrizzo fondocrescitasostenibile.mcc.it/mise-fcs/.

PDF - 212.2 Kb
Ministero dello Sviluppo Economico - Agenda digitale e Industria sostenibile, Decreto Direttoriale del 2 ottobre 2019
Scarica il DD MISE del 2 ottobre 2019 con i termini e le modalità di domanda per il bando Agenda digitale e Industria sostenibile 2019.

Bando Agenda digitale e Industria sostenibile 2019: iter di domanda dal 10 ottobre

Una somma ancora più consistente arriva per le aziende che mettono in atto grandi progetti di ricerca e sviluppo su tutto il territorio nazionale nei settori Agenda digitale e Industria sostenibile: si tratta di un rifinanziamento degli incentivi del valore di 329 milioni di euro.

Un’attenzione particolare è dedicata all’economia circolare, a cui è destinata una riserva pari al 20% dei fondi.

Nella stessa data del 2 ottobre, il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito con un decreto direttoriale ad hoc le indicazioni da seguire per presentare domanda anche su questi altri due fronti.

Come per le altre categorie di agevolazioni, la domanda deve essere presentata in via telematica seguendo la procedura dedicata all’ambito di applicazione del progetto (Agenda digitale o Industria digitale) e avviene in due fasi:

  • pre-compilazione a partire dal 10 ottobre;
  • apertura dello sportello per la presentazione delle domande a partire dal 26 novembre.

La pre-compilazione permette di caricare tutti i documenti necessari in piattaforma prima che si apra ufficialmente la finestra temporale all’interno della quale è possibile presentare la richiesta di accesso ai fondi.

PDF - 212.2 Kb
Ministero dello Sviluppo Economico - Agenda digitale e Industria sostenibile, Decreto Direttoriale del 2 ottobre 2019
Scarica il DD MISE del 2 ottobre 2019 con i termini e le modalità di domanda per il bando Agenda digitale e Industria sostenibile 2019.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it