Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS: le istruzioni

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS: le istruzioni che i genitori disoccupati o monoreddito, a cui è destinato il contributo, devono seguire per ottenerlo. Dal 1° febbraio è possibile richiedere anche le mensilità dell'anno scorso. I dettagli nel messaggio n. 417 del 2022.

Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS: le istruzioni

Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS dal 1° febbraio: i genitori disoccupati o monoreddito possono richiedere il contributo mensile di 150 euro anche per l’anno scorso.

La misura, infatti, è stata prevista dalla Legge di Bilancio 2021, ma il decreto attuativo del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale solo il 30 novembre.

L’assegno spetta a coloro che fanno parte di nuclei familiari monoparentali, e hanno figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Mancano ancora la circolare con le istruzioni di dettaglio, ma con il messaggio numero 471 del 31 gennaio 2022, l’INPS ha dato il via libera alla presentazione delle domande per l’accesso all’assegno per figli disabili erogati ai genitori disoccupati o monoreddito.

Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS: le istruzioni

A partire dal 1° febbraio 2022 il servizio online per richiedere l’assegno per i figli disabili è attivo e disponibile accedendo al portale istituzionale tramite le seguenti credenziali:

  • SPID di almeno II livello;
  • CIE, Carta d’Identità Elettronica;
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi.

La procedura per richiedere il contributo è accessibile al seguente percorso:

  • Prestazioni e servizi;
  • Servizi;
  • Contributo genitori con figli con disabilità.

Gli aspiranti beneficiari possono procedere anche tramite Patronati: in questo caso il servizio è presente all’interno del “Portale dei Patronati”.

Trasmessa la domanda e completata la protocollazione, è disponibile, nella sezione “Ricevute e provvedimenti” della medesima procedura, la ricevuta della domanda con l’indicazione del protocollo attribuito.

Il beneficio è corrisposto dall’INPS con cadenza mensile, per un importo pari a 150 euro ed è riconosciuto dal mese di gennaio per un’intera annualità.

In presenza di due o più figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, l’importo riconosciuto sale a 300 euro e a 500 euro mensili complessivi.

Assegno figli disabili 2022, domanda al via sul portale INPS: i requisiti per richiederlo

Con il messaggio numero 417 del 2022, l’INPS chiarisce che possibile presentare domanda anche per il 2021.

Nel testo si legge:

Esclusivamente per l’anno di riferimento con competenza 2022, il genitore richiedente, attestando il possesso di tutti i requisiti previsti dalla norma, può presentare domanda anche per l’anno 2021, selezionando l’apposito flag “Dichiaro di voler presentare domanda anche per l’anno 2021”.

Come chiarisce il decreto attuativo, l’assegno è destinato a genitori disoccupati o monoreddito, privi di impiego oppure con reddito da lavoro dipendente non superiore a 8.145 euro all’anno o a 4.800 euro annui da lavoro autonomo, che fanno parte di nuclei familiari monoparentali, ovvero caratterizzati dalla presenza di uno solo dei genitori, con uno o più figli con disabilità a carico.

I principali requisiti richiesti per ottenere il contributo di 150 euro, quindi, sono i seguenti:

  • essere residenti in Italia;
  • disporre di un valore dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità non superiore a 3.000 euro; nel caso di nuclei familiari con minorenni, l’ISEE è calcolato ai sensi dell’art. 7 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159 del 2013;
  • essere disoccupato o, monoreddito e facente parte di nucleo familiare monoparentale;
  • fare parte di un nucleo familiare in cui siano presenti figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Il genitore richiedente nell’istanza deve indicare il codice fiscale del figlio o dei figli con disabilità per i quali chiede il contributo.

Sempre in fase di domanda, poi, bisogna comunicare le modalità con cui ricevere l’assegno:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su IBAN (è possibile indicare IBAN nazionali o esteri su circuito SEPA), anche di carta ricaricabile o di libretto postale.

Sui tempi di attesa per l’erogazione dei contributi che riguardano l’anno in corso e quello precedente, l’Istituto specifica:

“Per le domande istruite positivamente e nei limiti di spesa previsti, si procederà centralmente all’emissione dei pagamenti di competenza dell’anno 2022 con cadenza di ratei mensili. Si fa riserva di comunicare con apposito successivo messaggio le modalità di pagamento per le rate di competenza dell’anno 2021, qualora spettanti”.

L’esito della domanda per ottenere l’assegno destinato ai genitori con figli disabili è consultabile nella sezione “Ricevute e provvedimenti” sempre sul portale INPS.

Tutti i dettagli nel testo integrale del messaggio INPS numero 417 del 31 gennaio 2022.

INPS - Messaggio numero 471 del 31 gennaio 2022
Contributo in favore dei genitori disoccupati o monoreddito, con figli con disabilità, introdotto dall’articolo 1, commi 365 e 366, della legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di Bilancio 2021). Rilascio della procedura per la trasmissione delle domande

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network