Agevolazioni agricoltura, sostegno alle imprese colpite da calamità naturali

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Agevolazioni agricoltura, sostegno alle imprese colpite da calamità naturali: le istruzioni e i requisiti per beneficiarne nel decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'11 febbraio 2020. Gli aiuti sono accessibili per eventi che risalgono fino a tre anni prima.

Agevolazioni agricoltura, sostegno alle imprese colpite da calamità naturali

Agevolazioni agricoltura, nel decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio 2020, le istruzioni e i requisiti di accesso agli aiuti per le imprese colpite da calamità naturali.

La possibilità di accedere agli aiuti è strettamente collegata al riconoscimento formale del carattere di calamità naturale dell’evento da parte delle autorità competenti e alla sussistenza di un nesso causale diretto tra l’evento e il danno subito dall’impresa.

Gli eventi, che possono essere accaduti fino a tre anni prima dall’entra in vigore del Decreto, per cui è possibile richiedere i fondi a disposizione sono i seguenti:

  • valanghe;
  • frane;
  • inondazioni;
  • trombe d’aria;
  • uragani;
  • incendi di origine naturale;
  • sisma ed eruzioni vulcaniche.

Agevolazioni agricoltura, le imprese agricole che possono richiedere gli aiuti per i danni da calamità naturali

I costi ammissibili e l’intensità degli aiuti variano in base alla tipologia di intervento e all’ambito di appartenenza del soggetto che li richiede, ma sono in ogni caso strettamente collegate ai danni subiti a causa delle calamità naturali.

Come si legge nel decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio 2020, le agevolazioni agiscono su due fronti:

  • settore agricolo: possono beneficiare degli aiuti tutte le imprese attive nel settore della produzione agricola primaria e della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli colpite da eventi calamitosi. Fa eccezione soltanto l’intervento di costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili (articolo 2, comma 1, lettera e) finalizzati alla delocalizzazione definitiva dell’attività produttiva per cui possono avere agevolazioni solo le PMI attive nel settore della produzione agricola primaria colpite da eventi calamitosi;
  • settore agrituristico: le agevolazioni sono accessibili da tutte le imprese colpite da eventi calamitosi che svolgono attività agrituristica, ma anche dalle imprese che esercitano attività connesse all’agricoltura, compresa quella sociale, in linea con la normativa regionale di riferimento.

I requisiti principali per beneficiare degli aiuti sono due:

  • riconoscimento formale del carattere di calamità naturale dell’evento che ha causato danni da parte delle autorità competenti;
  • nesso causale diretto tra l’evento e il danno subito dall’impresa.

Agevolazioni agricoltura, gli interventi per cui le imprese possono richiedere gli aiuti per danni da calamità naturali

Gli aiuti possono essere richiesti dalle imprese agricole, sia per quanto riguarda i danni alla produzione che ai mezzi di produzione, come sostegno per i seguenti interventi:

  • a) riparazione di immobili ad uso produttivo danneggiati, demolizione e ricostruzione se distrutti, per ristabilirne la piena funzionalità per l’attività delle imprese;
  • b) riparazione di beni mobili strumentali danneggiati o acquisto di beni mobili strumentali distrutti;
  • c) ristoro dei danni subiti da scorte e prodotti in corso di maturazione ovvero di stoccaggio;
  • d) compensazione per la perdita di reddito dovuta alla distruzione totale o parziale della produzione agricola e dei mezzi di produzione agricola;
  • e) costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili finalizzati alla delocalizzazione definitiva dell’attività produttiva ricompresi gli investimenti eventualmente necessari a rendere definitive le strutture temporanee realizzate nella fase emergenziale;
  • f) acquisto o noleggio, per la fornitura e l’installazione di impianti temporanei delocalizzati.

Per quanto riguarda i danni causati all’attività agrituristica e alle attività connesse all’agricoltura, invece, gli interventi che danno diritto agli aiuti previsti sono i seguenti:

  • a) ripristino di immobili destinati ad attività agrituristica o ad attività connesse all’agricoltura danneggiati e ricostruzione di immobili distrutti o la demolizione degli immobili danneggiati destinati all’attività agrituristica o ad attività connesse all’agricoltura, per ristabilirne la piena funzionalità per l’attività stabilita;
  • b) riparazione di beni mobili strumentali danneggiati o acquisto di beni mobili strumentali distrutti destinati all’attività agrituristica o alle attività connesse all’agricoltura;
  • c) ristoro dei danni subiti per scorte e prodotti di stoccaggio, destinati all’attività agrituristica o alle attività connesse all’agricoltura;
  • d) compensazione per la perdita di reddito dovuta alla sospensione totale o parziale dell’attività agrituristica per un periodo massimo di sei mesi dalla data in cui si è verificato l’evento;
  • e) costruzione, acquisto o miglioramento di beni immobili finalizzati alla delocalizzazione definitiva dell’attività produttiva riconducibile all’attività agrituristica o alle attività connesse all’agricoltura a patto che sia in rapporto di connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento di animali, ricompresi gli investimenti eventualmente necessari a rendere definitive le strutture temporanee realizzate nella fase emergenziale;
  • f) acquisto o noleggio, per la fornitura e l’installazione di impianti temporanei delocalizzati.

In linea generale, gli aiuti per le imprese colpite da calamità naturali possono essere cumulati con altri aiuti di Stato, anche quelli “de minimis”, e con i pagamenti ai sensi del regolamento europeo numero 1305 del 2013.

Tutti i dettagli nel testo del Decreto Mipaaf pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’11 febbraio 2020.

PDF - 2.4 Mb
Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - Decreto Ministeriale del 26 novembre 2019 in GU l’11 febbraio 2020
Criteri e modalità per la concessione di aiuti a sostegno delle imprese del settore agricolo colpite da calamità naturali.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it