Pensioni, ultime novità quota 100: cosa succede se arrivano troppe domande?

Guendalina Grossi - Pensioni

Per quota 100 è stata creata una clausola per contenere la spesa, nel caso di presentazione di troppe domande di pensione anticipata. Ecco tutte le ultime novità sulle pensioni.

Pensioni, ultime novità quota 100: cosa succede se arrivano troppe domande?

Pensioni, ultime novità quota 100: è stata creata una clausola che onde evitare un esodo di massa dei lavoratori consentirebbe di congelare temporaneamente le spese, in modo tale da disincentivare l’uscita in massa dal mondo del lavoro.

Tale clausola, però viste le scarse domande di quota 100 pervenute all’INPS nel 2019, potrebbe non essere applicata.

Rispetto alle stime dell’ex Governo giallo-verde, infatti, le domande pervenute per quota 100 nel 2019 sono nettamente inferiori alle previsioni fatte.

In merito a quota 100, tornano a parlare anche i sindacati ed in particolare la Cisl, che ha spiegato che verrà richiesto un nuovo incontro con il Governo per discutere della riforma delle pensioni, ma che l’obiettivo dei sindacati è quello di non toccare quota 100.

Vediamo di seguito tutte le ultime novità sulle pensioni.

Pensioni, ultime novità quota 100: creata una clausola per evitare l’esodo di massa dal mondo del lavoro

Per Quota 100, misura introdotta dal Governo Conte I con il DL 4/2019, è stata creata una clausola, detta clausola “freezer”, che consente di congelare temporaneamente le spese al fine di evitare un esodo di massa dal mondo del lavoro.

Viste però le poche domande pervenute all’INPS nel 2019, tale clausola potrebbe rimanere inutilizzata.

La clausola freezer sarebbe servita nel caso in cui, ai fini dell’accesso a Quota 100, sarebbero stati troppi i lavoratori a presentare domanda.

Tale clausola prende il nome anche di clausola “salva-conti” perché impegna l’Italia a rispettare i vincoli di Bilancio imposti dall’Unione Europea.

Pensioni, ultime novità Quota 100: la Cisl torna a parlare della misura introdotta dal DL 4/2019

La Cisl è tornata a parlare nuovamente di Quota 100: a farlo è stata Annamaria Furlan che ha spiegato che i sindacati stanno cercando di aprire un tavolo con il Governo per parlare della riforma delle pensioni.

La Cisl, ci ha tenuto però a chiarire che questi non chiederanno l’abolizione di Quota 100 ma che cercheranno di trovare nuove soluzione per riformare il sistema delle pensioni.

Inoltre i sindacati hanno spiegato che bisogna discutere di sviluppo, mezzogiorno, investimenti pubblici, sblocco delle infrastrutture, politica industriale.

Vedremo dunque cosa accadrà nei prossimi giorni e quali saranno le mosse dei sindacati per cercare di riuscire a fissare un incontro con il Governo giallo-rosso.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it