Domanda reddito di cittadinanza, 806.878 le richieste: tutti i dati del primo mese

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Domanda reddito di cittadinanza, presentata da 806.878 persone in tutta Italia. Napoli è la provincia che ha totalizzato più richieste, la cifra più bassa è a Bolzano. I dati regione per regione diffusi l'8 aprile dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Domanda reddito di cittadinanza, 806.878 le richieste: tutti i dati del primo mese

Domanda reddito di cittadinanza, presentata da 806.878 persone in tutta Italia. I primi dati, diffusi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali l’8 aprile, fotografano il divario economico tra Nord e Sud. Napoli è la provincia che ha totalizzato più richieste, 78.803, la cifra più bassa si registra a Bolzano: solo 356 persone hanno chiesto l’integrazione al reddito.

Il 6 marzo la macchina organizzativa del reddito di cittadinanza è partita: nel primo mese, ancora di rodaggio, solo una piccola parte dei 5 milioni di potenziali beneficiari ha presentato domanda. Tre i canali a disposizione: il portale www.redditodicittadinanza.it, gli uffici territoriali di Poste Italiane e i Centri di Assistenza Fiscale, CAF, che a marzo hanno registrato il numero più alto di richieste, 584.233.

C’è ancora da aspettare qualche giorno per conoscere gli esiti delle domande e per la consegna delle prime card con l’assegno, che può arrivare fino a un massimo di 780 euro per i nuclei familiari composti da una sola persona. Si attende ancora anche per i primi patti per il lavoro e per l’inclusione sociale, impegno da rispettare per chi ottiene l’integrazione al reddito e deve mostrare disponibilità immediata al lavoro.

I dati, che il Ministero del Lavoro ha diffuso con una nota pubblicata l’8 aprile sul suo sito, rappresentano un primo bilancio del reddito di cittadinanza.

Ma solo quando gli altri anelli della catena si saranno messi in moto, si potrà dire conclusa la prova del debutto.

Domanda reddito di cittadinanza, presentata da 806.878 persone: i primi dati

Le cifre registrate a marzo hanno scattato una fotografia della platea dei beneficiari della misura “fondamentale di politica attiva del lavoro a garanzia del diritto al lavoro, di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale”: la maggioranza è donna, viene dal sud e ha un’età compresa tra i 45 e 67 anni.

A chiedere un sostegno, infatti, sono le donne più degli uomini, il 54% contro il 46%. E il più alto numero di richieste arriva dal Mezzogiorno: in Campania si concentra il maggior numero di aspiranti beneficiari con 137.206 richieste, segue la Sicilia con 128.809.

Da Sud a Nord le cose cambiano, il Trentino Alto Adige e la Valle d’Aosta chiudono la classifica con numeri irrisori rispetto alle cifre del meridione: 2765 e 1031.

Un divario che si riflette anche sulle province, in testa c’è Napoli con 78.803 domande, seguita da Roma che ne raccoglie 50.840 e in coda Bolzano con 356.

Un dato preoccupante riguarda l’età dei potenziali beneficiari: 494.213 richieste a marzo sono state presentate da cittadini con un’età compresa tra i 45 e i 67 anni, la fascia d’età più difficile da ricollocare sul mercato del lavoro.

E se l’obiettivo ultimo del reddito di cittadinanza è proprio dare nuove opportunità a chi è rimasto ai margini, la sfida per centri per l’impiego, agenzie per il lavoro e navigator sarà ancora più difficile del previsto.

Domanda reddito di cittadinanza, i dati del Ministero del Lavoro Regione per Regione

Oltre a una panoramica della platea dei beneficiari, il Ministero del Lavoro ha fornito, regione per regione, i dati di tutte le domande di reddito di cittadinanza presentate tramite i tre canali messi a disposizione:

  • CAF;
  • portale www.redditodicittadinanza;
  • Uffici di Poste Italiane.

Bisogna sottolineare che le cifre, riportate di seguito, fanno riferimento solo alla richieste di ottenere l’assegno, non sono ancora disponibili i dati sul numero dei cittadini che potranno usufruire effettivamente dell’assegno.

RegioniTotale domandeFemmineMaschi
CAMPANIA 137.206 73.558 63.648
SICILIA 128.809 65.270 63.539
LAZIO 73.861 41.661 32.200
PUGLIA 71.535 38.214 33.321
LOMBARDIA 71.310 39.255 32.055
CALABRIA 56.871 28.518 28.353
PIEMONTE 45.876 25.467 20.409
SARDEGNA 38.276 18.963 19.313
TOSCANA 35.653 20.402 15.251
EMILIA ROMAGNA 32.502 18.448 14.054
VENETO 27.248 15.369 11.879
ABRUZZO 19.110 10.350 8.760
LIGURIA 15.946 9.047 6.899
MARCHE 14.699 8.378 6.321
FRIULI VENEZIA GIULIA 9.905 5.462 4.443
BASILICATA 9.854 5.125 4.729
UMBRIA 9.200 5.207 3.993
MOLISE 5.221 2.581 2.640
TRENTINO ALTO ADIGE 2.765 1.435 1.330
VALLE D’AOSTA 1.031 560 471
Totale Regioni 806.878 433.270 373.608

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it