Contributi lavoratori domestici 2020 INPS: gli importi dovuti per colf e badanti

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Contributi lavoratori domestici 2020: le tabelle INPS per il calcolo delle somme dovute in relazione ai rapporti di lavoro con colf e badanti. Variazione dello 0,5%. Definiti anche i coefficienti di ripartizione. I dettagli nella circolare numero 17 del 6 febbraio 2020.

Contributi lavoratori domestici 2020 INPS: gli importi dovuti per colf e badanti

Contributi lavoratori domestici 2020: le tabelle INPS con gli importi e i coefficienti di ripartizione di riferimento per i rapporti di lavoro con colf e badanti.

I valori sono stati aggiornati tenendo conto di una variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo pari allo 0,5% e si applicano al periodo che va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

I dettagli nella circolare INPS numero 17 del 6 febbraio 2020.

Contributi lavoratori domestici 2020: istruzioni INPS sugli importi dovuti per colf e badanti

Come ogni anno, sono state determinate le nuove fasce di retribuzione su cui calcolare i contributi dovuti per i lavoratori domestici sulla base della variazione percentuale, pari allo 0,5%, che si è verificata nell’indice dei prezzi al consumo, per le famiglie di operai e impiegati.

I due periodi presi in considerazione dall’ISTAT sono gennaio 2018 - dicembre 2018 e gennaio 2019 - dicembre 2019.

E le tabelle con i nuovi importi dei contributi INPS per colf e badanti sono valide per tutto il 2020.

Nella circolare numero 17 del 6 febbraio 2020 l’INPS specifica:

“Restano in vigore gli esoneri previsti dall’articolo 120 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, con decorrenza 1° febbraio 2001, nonché gli esoneri istituiti ai sensi dell’articolo 1, commi 361 e 362, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, con decorrenza 1° gennaio 2006, come indicato nella circolare n. 19/2006. Si conferma, pertanto, la minore aliquota contributiva dovuta per l’Assicurazione Sociale per l’Impiego (ASpI) dai datori di lavoro soggetti al contributo CUAF che, ovviamente, incide sull’aliquota complessiva”.

L’importo dei contributi dovuti varia in base a diversi fattori: la retribuzione oraria, il numero delle ore contrattuali dichiarate, CUAF e tipologia del contratto di lavoro.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato bisogna sempre considerare il contributo addizionale, a carico del datore di lavoro, pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali. Fanno eccezione i lavoratori assunti come sostituti.

Contributi lavoratori domestici 2020: le tabelle INPS per il calcolo delle somme dovute per colf e badanti

Di seguito le tabelle con l’importo dei contributi dovuti per colf e badanti 2020 riportati dall’INPS, con la distinzione delle quote a carico dei lavoratori domestici.

Tabella A - Senza contributo addizionale

Retribuzione oraria effettivaRetribuzione Oraria ConvenzionaleImporto contributo orario comprensivo di quota CUAF Importo contributo orario senza quota CUAF
fino a € 8,10 € 7,17 € 1,43 (0,36 a carico del lavoratore) € 1,44 (0,36 a carico del lavoratore)
oltre € 8,10 e fino a € 9,86 € 8,10 € 1,62 (0,41 a carico del lavoratore) € 1,63 (0,41 a carico del lavoratore)
oltre € 9,86 € 9,86 € 1,97 (0,49 a carico del lavoratore) € 1,98 (0,49 a carico del lavoratore)
Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali € 5,22 € 1,04 (0,26 a carico del lavoratore) € 1,05 (0,26 a carico del lavoratore)

Tabella B - Comprensivo del contributo addizionale da applicare ai rapporti di lavoro a tempo determinato.

Retribuzione oraria effettivaRetribuzione Oraria ConvenzionaleImporto contributo orario comprensivo di quota CUAF Importo contributo orario senza quota CUAF
fino a € 8,10 € 7,17 € 1,53 (0,36 a carico del lavoratore) € 1,54 (0,36 a carico del lavoratore)
oltre € 8,10 e fino a € 9,86 € 8,10 € 1,73 (0,41 a carico del lavoratore) € 1,74 (0,41 a carico del lavoratore)
oltre € 9,86 € 9,86 € 2,11 (0,49 a carico del lavoratore) € 2,12 (0,49 a carico del lavoratore)
Orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali € 5,22 € 1,12 (0,26 a carico del lavoratore) € 1,12 (0,26 a carico del lavoratore)

Il contributo Cassa Unica Assegni Familiari, CUAF, non è dovuto solo nel caso di rapporto fra coniugi, ammesso soltanto se il datore di lavoro coniuge è titolare di indennità di accompagnamento, e tra parenti o affini entro il terzo grado conviventi, nei casi riconosciuti dalla legge.

Contributi lavoratori domestici 2020: dall’INPS i coefficienti di ripartizione

Nella stessa circolare del 6 febbraio 2020, l’INPS riporta anche le tabelle con i coefficienti di ripartizione aggiornati.

Anche in questo caso i valori si applicano dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 per i rapporti di lavoro con colf e badanti.

Tabella A - Coefficienti di ripartizione lavoratori domestici senza contributo addizionale

GestioneLavoratori domestici con CUAF - AliquoteLavoratori domestici con CUAF - CoefficientiLavoratori domestici senza CUAF - AliquoteLavoratori domestici senza CUAF - Coefficienti
FPLD 17,4275% 0,872793 17,4275% 0,867579
ASpI 1,0300% 0,051584 1,1500% 0,057250
CUAF 0% 0 0% 0
MATERNITA’ 0% 0 0% 0
INAIL 1,31% 0,065607 1,31% 0,065215
Fondo garanzia tratt. fine rapporto 0,20% 0,010016 0,2000% 0,009956
Totale 19,9675% 1 20,0875% 1

Tabella B - Coefficienti di ripartizione lavoratori domestici comprensivi del contributo addizionale

GestioneLavoratori domestici con CUAF - AliquoteLavoratori domestici con CUAF - CoefficientiLavoratori domestici senza CUAF - AliquoteLavoratori domestici senza CUAF - Coefficienti
FPLD 17,4275% 0,815608 17,4275% 0,811053
ASpI 1,0300% 0,048204 1,1500% 0,053519
CUAF 0% 0 0% 0
MATERNITA’ 0% 0 0% 0
INAIL 1,31% 0,061308 1,31% 0,060966
Fondo garanzia tratt. fine rapporto 0,20% 0,009360 0,20% 0,009308
Totale 21,3675% 1 21,4875% 1

Tutti i dettagli nella circolare INPS numero 17 del 6 febbraio 2020.

PDF - 107.8 Kb
INPS - Circolare numero 17 del 6 febbraio 2020
Importo dei contributi dovuti per l’anno 2020 per i lavoratori domestici.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it