Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020: domande entro il 13 dicembre

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Autotrasportatori, domande di accesso ai finanziamenti per i progetti di formazione entro la scadenza del 13 dicembre. I percorsi devono partire da marzo 2020. Contributi fino a 200 mila euro per grandi imprese. Nel decreto del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti del 26 novembre 2019, dettagli, istruzioni e modalità di richiesta.

Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020: domande entro il 13 dicembre

Autotrasportatori, dal 26 novembre ed entro la scadenza del 13 dicembre è possibile presentare le domande di accesso ai finanziamenti per le aziende che mettono in atto nel 2020 progetti di formazione finalizzati all’acquisizione di nuove competenze, come ad esempio quelle che riguardano la sicurezza sul lavoro. Marzo-luglio è la finestra temporale in cui devono essere svolte le attività.

Dettagli, istruzioni e modalità di domanda, da inviare entro la scadenza 13 dicembre nel decreto del 26 novembre 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha indicato . Contributi fino a 200 mila euro per grandi imprese. 5 milioni di euro sono i fondi a disposizione.

Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020: domande entro la scadenza del 13 dicembre

Possono accedere ai finanziamenti per la formazione 2020 degli autotrasportatori le imprese di autotrasporto merci per conto di terzi.

I percorsi formativi o di aggiornamento professionale devono essere finalizzati all’acquisizione di competenze adeguate alla gestione d’impresa, alle nuove tecnologie, allo sviluppo della competitività o all’innalzamento del livello di sicurezza stradale e di sicurezza sul lavoro. I destinatari possono essere i seguenti:

  • titolari;
  • soci;
  • amministratori;
  • dipendenti;
  • addetti.

Per accedere ai finanziamenti la formazione per gli autotrasportatori deve essere basata su piani formativi aziendali, o interaziendali, territoriali o strutturati per filiere.

Il testo del Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 26 novembre 2019, specifica che sono ammesse anche attività a distanza, ma per una percentuale non superiore al 20% e debitamente documentate.

I percorsi formativi devono svolgersi a partire dal 18 marzo 2020 e concludersi entro il 31 luglio 2020.

Sono esclusi dalla possibilità di accedere ai finanziamenti corsi di formazione finalizzati all’accesso alla professione di autotrasportatore e all’acquisizione o al rinnovo di titoli obbligatoriamente per l’esercizio di una determinata attività di autotrasporto.

E inoltre non sono concessi aiuti per le attività organizzate dalle imprese per conformarsi alla normativa nazionale obbligatoria in materia di formazione.

Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020 fino a 200 mila euro per le grandi aziende

Il contributo massimo erogabile è direttamente proporzionale alle dimensioni delle aziende che lo richiedono:

  • 15.000 euro per le microimprese con meno di 10 unità;
  • 50.000 euro per le piccole imprese con meno di 50 unità;
  • 130.000 euro per le medie imprese con meno di 250 unità;
  • 200.000 euro per le grandi imprese con un numero pari o superiore a 250 unità.

I raggruppamenti di imprese possono arrivare a un contributo pari alla somma dei contributi massimi riconoscibili alle imprese e fino a un massimo di 800.000 euro.

Sono fattori determinanti per stabilire la misura del contributo a cui hanno diritto le imprese di autotrasporto:

  • ore di formazione: 30 per ciascun partecipante;
  • compenso della docenza in aula: 120 euro per ogni ora;
  • compenso dei tutor: 30 euro per ogni ora;
  • servizi di consulenza a qualsiasi titolo prestati: 20% del totale dei costi ammissibili.

Le spese complessive che riguardano l’attività didattica dovranno essere pari o superiori al 50% di tutti i costi ammissibili.

Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020: quali requisiti devono avere le imprese?

Come si legge nel testo del decreto che fornisce istruzioni su termini e modalità di domanda, possono accedere ai finanziamenti per la formazione degli autotrasportatori le seguenti categorie di soggetti:

  • le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi aventi sede principale o secondaria in Italia, regolarmente iscritte al Registro elettronico nazionale e le imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi che esercitano la professione esclusivamente con veicoli di massa complessiva fino a 1,5 tonnellate, regolarmente iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi;
  • le strutture societarie regolarmente iscritte nella sezione speciale del predetto Albo, risultanti dall’aggregazione di imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi regolarmente iscritte nella citata sezione speciale dell’Albo.

Anche se associata a un consorzio o a una cooperativa, ogni imprese può presentare una sola domanda di accesso al contributo.

Autotrasportatori, finanziamenti per la formazione 2020: come presentare le domande

Le domande di ammissione ai contributi possono essere trasmesse, dal 26 novembre ed entro la scadenza del 13 dicembre 2019, esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo [email protected].

Oltre ai dati identificativi di chi presenta la domanda per accedere ai finanziamenti previsti per la formazione degli autotrasportatori, è necessario trasmettere le informazioni che seguono:

  • soggetto attuatore delle azioni formative che non potrà in alcun caso essere modificato successivamente alla presentazione della domanda;
  • il programma del corso (le materie di insegnamento, la data di inizio e di fine del progetto formativo, il numero complessivo delle ore di insegnamento, il numero e la tipologia dei destinatari dell’iniziativa e l’eventuale presenza di corsi FAD) ;
  • dichiarazione con la quale il soggetto attuatore designato dall’impresa attesti la presa visione del corso formativo presentato e si impegni a realizzarlo;
  • il preventivo della spesa suddiviso nelle seguenti voci:
    • costi della docenza in aula;
    • costi dei tutor;
    • altri costi per l’erogazione della formazione;
    • spese di viaggio relative a formatori e partecipanti alla formazione (sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità);
    • materiali e forniture con attinenza al progetto;
    • ammortamento degli strumenti e delle attrezzature per la quota da riferire al loro uso esclusivo per il progetto di formazione;
    • costi dei servizi di consulenza relativi all’iniziativa formativa programmata;
    • costi di personale dei partecipanti al progetto di formazione;
    • spese generali indirette;
  • il calendario del corso (materia trattata, giorno, ora e sede di svolgimento del corso medesimo). Qualsiasi modifica di uno o più dei predetti elementi del calendario del corso dovrà essere effettuata direttamente on-line almeno tre giorni prima rispetto alla prima data che si intende modificare, fatti salvi casi di comprovata forza maggiore.

L’erogazione dei finanziamenti per la formazione degli autotrasportatori messa in atto nel 2020 avverrà al termine della realizzazione del progetto formativo, entro e non oltre 45 giorni le imprese dovranno inviare in via telematica specifica rendicontazione dei costi sostenuti secondo il preventivo presentato all’atto della domanda, secondo le modalità illustrate nel Decreto del MIT del 26 novembre 2019.

PDF - 3.2 Mb
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Decreto Ministeriale pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 novembre 2019
Modalità di erogazione dei contributi per iniziative di formazione professionale nel settore dell’autotrasporto per l’annualità 2019.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it