Modello ANF: fac simile scaricabile in pdf

Redazione - Moduli del lavoro

Assegni familiari ANF: ecco il modulo ANF INPS per fare domanda e la tabella aggiornata con importi e limiti di reddito.

Modello ANF: fac simile scaricabile in pdf

Modello ANF: per richiedere l’assegno al nucleo familiare i lavoratori dipendenti devono compilare e consegnare al proprio datore di lavoro il modulo di domanda INPS.

Nell’articolo si mette a disposizione il fac simile del modello modello ANF/Dip - cod. sr16 che dovrà essere compilato seguendo le istruzioni dell’INPS riportate all’interno dello stessp modulo di domanda.

L’assegno al nucleo familiare è una prestazione di sostegno economico erogata ai lavoratori dipendenti secondo importi e requisiti reddituali aggiornati ogni anno dall’INPS.

In merito agli assegni familiari 2018 bisogna far riferimento alle regole illustrate dall’INPS nella circolare 87/2017, nella quale sono presenti le tabelle ANF suddivise per tipologia di nucleo familiare.

Ecco il modello ANF Inps 2018 in pdf per presentare domanda di assegno al nucleo familiare al proprio datore di lavoro.

Modello ANF: fac simile scaricabile in pdf

PDF - 205.9 Kb
Modello ANF fac simile pdf
Clicca sull’icona per visualizzare e scaricare il modello ANF fac simile pdf

Il modello ANF/Dip - cod. SR16 2018 deve essere presentato dai lavoratori dipendenti con nucleo familiare composto da più persone e con redditi inferiori ai limiti stabiliti ogni anno dall’INPS.

Gli assegni familiari sono infatti erogati in busta paga sulla base di requisiti reddituali, oltre che in base alla specifica situazione del proprio nucleo familiare.

Gli ANF vengono corrisposti ai lavoratori dipendenti direttamente dal datore di lavoro, per conto dell’INPS, nella busta paga mensile. L’importo, che dovrà essere richiesto compilando il modello ANF pdf di precedentemente allegato, può essere revocato se non sussistono più i requisiti.

La domanda dovrà essere inviata per ogni anno in cui si ha diritto a ricevere gli assegni al nucleo familiare. Qualsiasi variazione intervenuta nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare, durante il periodo di richiesta dell’ANF, deve essere comunicata entro 30 giorni.

Modello ANF: tabella INPS redditi e importo 2018 e 2019

Per poter fare domanda di assegno per nucleo familiare mediante modello ANF è necessario rispettare specifici requisiti di reddito.

Tali criteri sono aggiornati annualmente dall’INPS.

La circolare Inps numero 68 dell’11 maggio 2018 indica i requisiti reddituali validi dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019 per l’assegno nuclei familiari.

Ecco la tabella attualmente in vigore:

Excel - 620 Kb
Assegni familiari: importi e limiti di reddito 2018 2019
Tabelle INPS assegni familiari valide per il periodo compreso tra il 1° luglio 2018 ed il 30 giugno 2019

Nel calcolo dei componenti del nucleo familiare ai fini dell’assegno Inps rientrano i seguenti soggetti:

  • il richiedente lavoratore;
  • il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, anche se non convivente, o che non abbia abbandonato la famiglia (in caso di stranieri poligami sarà considerata solo la prima moglie se risiede in Italia);
  • la parte di un’unione civile in essere (non sciolta)
  • i figli ed equiparati di età inferiore a 18 anni;
  • i figli ed equiparati maggiorenni inabili che si trovino in assoluta e permanente impossibilità di lavorare;
  • i figli ed equiparati, che siano studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni e inferiore ai 21 anni, se il nucleo familiare ha ha almeno 4 figli tutti di età inferiore ai 26 anni;
  • i fratelli, le sorelle del richiedente e i nipoti (collaterali o in linea retta non a carico dell’ascendente), minori o maggiorenni inabili, solo se sono orfani di entrambi i genitori, se orfani dei genitori o non titolari di pensione ai superstiti.

Sono considerati, invece, soggetti non appartenenti al nucleo familiare le seguenti categorie di persone:

  • il coniuge legalmente ed effettivamente separato;
  • la parte di un’unione civile sciolta dall’unione medesima;
  • il coniuge che ha abbandonato la famiglia;
  • i figli affidati all’altro coniuge/all’altra parte di unione civile o ex coniuge (in caso di separazione legale o divorzio);
  • i familiari di cittadino straniero non residenti in Italia;
  • i figli di genitori naturali, riconosciuti da entrambi i genitori, che non convivono con il richiedente;
  • i figli naturali del richiedente coniugato che non siano inseriti nella sua famiglia legittima;
  • i figli ed equiparati maggiorenni non inabili a proficuo lavoro;
  • i figli maggiorenni e maggiorenni inabili che sono coniugati;
  • i fratelli, le sorelle ed i nipoti del richiedente - anche se minorenni o inabili - che sono orfani di un solo genitore o titolari di pensione ai superstiti oppure che sono sposati;
  • i genitori e gli altri ascendenti.