Danno biologico: fissato l’importo dal 1° luglio 2022 per infortunio sul lavoro o malattia professionale

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

Danno biologico da infortunio sul lavoro e malattia professionale, l’INAIL ha comunicato la rivalutazione annuale dell’indennizzo. Il nuovo importo, a partire dal 1° luglio 2022, è rivalutato dell’1,9 per cento. L’aggiornamento arriva in seguito al decreto del Ministero del Lavoro pubblicato il 31 agosto 2022.

Danno biologico: fissato l'importo dal 1° luglio 2022 per infortunio sul lavoro o malattia professionale

Danno biologico da infortunio sul lavoro e malattia professionale, l’importo dell’indennizzo è stato aggiornato all’1,9 per cento.

Lo specifica l’INAIL nella circolare n. 35 del 15 settembre 2022. La rivalutazione annuale, come stabilito dal decreto del Ministero del Lavoro pubblicato il 31 agosto 2022, è in vigore dal 1° luglio 2022.

La rideterminazione viene eseguita ogni anno, tramite decreto del Ministero del Lavoro, su proposta del presidente dell’INAIL, in base all’aumento del costo della vita registrato da ISTAT. L’importo dell’indennizzo erogato dall’INAIL, infatti, è pari alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo delle famiglie.

Il danno biologico da infortunio sul lavoro e malattia professionale consiste nella quota di integrità fisica che si perde a causa di un evento lesivo. Il risarcimento può essere erogato in rendita oppure in capitale.

Danno biologico: fissato l’importo dal 1° luglio 2022 per infortunio sul lavoro o malattia professionale

Il Ministero del Lavoro ha stabilito, nel decreto pubblicato il 31 agosto 2022, la rivalutazione annuale degli importi delle prestazioni economiche per danno biologico erogate dall’INAIL nella misura dell’1,9 per cento.

L’INAIL ha adottato la rivalutazione, prendendone atto tramite la circolare n. 35 del 15 settembre 2022.

Questa tipologia di danno consiste nella quota di integrità fisica persa in seguito di un evento lesivo, come un infortunio o una malattia professionale.

Viene risarcito dall’Istituto attraverso il pagamento di un indennizzo che varia a seconda del grado di danno subito espresso in punti percentuali.

La rivalutazione si applica a tutti gli eventi a decorrere dal 1° luglio 2022.

Questa si aggiunge agli incrementi riconosciuti negli anni precedenti e si applica agli importi degli indennizzi del danno biologico secondo le tabelle in vigore, compresa la recente rivalutazione per l’indennizzo in capitale.

La rimodulazione avviene sulla base della variazione dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertata dall’ISTAT nell’anno precedente rispetto all’anno ancora prima (art. 1, comma 303 della Legge n. 208/2015).

Quella registrata nel 2021, rispetto al 2020, è stata appunto di più 1,9 per cento.

Il provvedimento, emanato ogni anno, è in vigore dal 1° luglio dell’anno in corso fino al 1° luglio dell’anno successivo.

Ministero del Lavoro - Decreto Ministeriale del 2 agosto 2022
Rivalutazione annuale delle prestazioni economiche per danno biologico con decorrenza 1° luglio 2022

Infortunio sul lavoro, come viene indennizzato il danno biologico

Questa particolare prestazione economica viene erogata direttamente dall’INAIL, al lavoratore che subisce un infortunio o che viene colpito da una malattia professionale, in una delle seguenti modalità:

  • indennizzo in capitale, in un’unica soluzione in caso di infortunio o malattie con invalidità pari o superiore al 6 per cento e inferiori al 16 per cento, quantificato anche in base all’’età di chi ha subito il danno, a prescindere dal fatto che questo sia causato da un infortunio o da una malattia professionale;
  • indennizzo in rendita, con prestazioni periodiche, in caso di infortuni o malattie con invalidità maggiore del 16 per cento, soggetta a revisione entro 10 anni in caso di rendita da infortunio ed entro 15 in caso di rendita da malattia professionale.

L’aggiornamento annuale del Ministero del Lavoro, su proposta del presidente dell’INAIL, riguarda entrambe le forme di indennizzo relative ad eventi verificatisi dal 1° luglio di ogni anno.

In particolare, per gli indennizzi in rendita maturati a partire dal 1° luglio 2022, l’aumento si applica all’importo per il danno biologico, in aggiunta agli incrementi relativi alle precedenti rivalutazioni. Questi saranno corrisposti a partire da novembre 2022.

Per quanto riguarda gli indennizzi in capitale, la rivalutazione si applica agli importi erogati a partire dal 1°luglio 2022, tenendo conto che il valore corrisposto è riferito alla tabella del danno biologico in relazione alla data dell’evento lesivo:

Nel caso degli accertamenti provvisori dei postumi effettuati a partire dal 1° luglio 2022, la rivalutazione sarà corrisposta solo in seguito all’accertamento definitivo.

In caso di accertamento provvisorio, con erogazione del relativo acconto prima del 1° luglio 2022 e accertamento definitivo successivo, invece, si applica solamente all’importo eventualmente dovuto.

Infine, nei casi di revisione e di aggravamento, la rivalutazione riguarda solo agli importi maggiori eventualmente liquidati dal 1° luglio 2022.

L’INAIL ricorda che gli importi saranno erogati d’ufficio, secondo le consuete modalità di pagamento. La somma che si riceve dall’Istituto, inoltre, è esente dal pagamento dell’IRPEF.

INAIL - Circolare n. 35 del 15 settembre 2022
Indennizzi del danno biologico: rivalutazione annuale degli importi a decorrere dal 1° luglio 2022.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network