Concorso infanzia e primaria, bando entro fine 2019: è stato scritto nel DEF

Dopo l'approvazione del Documento di Economia e Finanza da parte del M5S e del PD è emerso che il bando di concorso a cattedra Infanzia e Primaria uscirà entro fine 2019. Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Concorso infanzia e primaria, bando entro fine 2019: è stato scritto nel DEF

Dal Documento di Economia e Finanza, approvato ieri dal Movimento 5 Stelle e dal Partito Democratico, è emerso che il bando di concorso a cattedra infanzia e primaria uscirà entro dicembre 2019.

I candidati che vogliono partecipare al concorso dovranno soddisfare alcuni requisiti per accedere ai posti messi a disposizione dal MIUR, ma questi non dovranno obbligatoriamente avere i 24 CFU aggiuntivi in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Una volta iscritti i candidati dovranno sostenere delle prove che gli consentiranno di ottenere uno dei 16.000 posti messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti per accedere al concorso e quali prove dovranno sostenere i candidati.

Concorso infanzia e primaria: uscita del bando entro dicembre 2019

Il DEF ha reso noto che il bando del concorso cattedra infanzia e primaria uscirà entro la fine del 2019.

I candidati che intendono partecipare al suddetto concorso, dovranno soddisfare alcuni requisiti; tra questi troviamo:

  • laurea in Scienze della formazione primaria oppure;
  • diploma magistrale con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali, o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002;
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal MIUR.

Per i posti di sostegno è necessario essere in possesso, oltre ad uno dei titoli suddetti, del titolo di specializzazione sul sostegno conseguito ai sensi della normativa vigente o di analogo titolo di specializzazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente.

Concorso infanzia e primaria: le prove da sostenere

I candidati che vogliono partecipare al concorso cattedra infanzia e primaria dovranno sostenere alcune prove, ed in particolare:

  • un’eventuale prova pre-selettiva (qualora le domande di partecipazione siano superiori a quattro volte il numero dei posti)
  • una prova scritta
  • una prova orale
  • una valutazione titoli

All’interno del decreto non è specificato se sarà fornita una serie di test da parte del Ministero per affrontare la prova. Sarà il bando a dare indicazioni su questo punto, anche se è molto probabile che sarà fornita un database dal quale verranno selezionate le domande del test.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it