Bonus bollette 2020: cambia la soglia ISEE per le agevolazioni su luce, gas e acqua

Rosy D’Elia - Modello Isee

Bonus bollette 2020: si alza la soglia ISEE per le agevolazioni su luce, gas e acqua. Ne hanno diritto 200 mila nuove famiglie. I requisiti necessari, dove e come richiederlo, i moduli e i documenti da presentare: una panoramica delle istruzioni fornite da Arera, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente.

Bonus bollette 2020: cambia la soglia ISEE per le agevolazioni su luce, gas e acqua

Bonus bollette 2020, la soglia ISEE massima per beneficiare delle agevolazioni su luce, gas e acqua passa da 8.107,5 euro a 8.265 euro secondo quanto stabilito dalla delibera Arera numero 499/2019/R/com che ha modificato il limite sulla base dell’indice dei prezzi ISTAT.

In questo modo a partire dal 1° gennaio hanno diritto ai benefici 200 mila nuove famiglie. Le novità in vigore da quest’anno riguardano anche i titolari di reddito di cittadinanza.

Dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente le istruzioni per ottenere il bonus sociale che spetta ai nuclei familiari in una condizione di fragilità economica: i requisiti alternativi che permettono alle famiglie di beneficiarne anche con una soglia ISEE diversa da quella stabilita, dove e come richiederlo, quali sono i moduli e i documenti da presentare.

PDF - 134.1 Kb
Arera - Delibera numero 499 del 3 dicembre 2019
AGGIORNAMENTO DEL VALORE SOGLIA DELL’ISEE PER L’ACCESSO AI BONUS SOCIALI DAL 1 GENNAIO 2020, AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 29 DICEMBRE 2016.

Bonus bollette 2020: la nuova soglia ISEE e gli altri requisiti per le agevolazioni su luce, gas e acqua

Per ottenere il bonus bollette 2020 e beneficiare delle agevolazioni sui costi di luce, acqua e gas, i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura devono rispondere ai seguenti requisiti:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • appartenere ad un nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Nel caso della fornitura di gas è possibile beneficiarne anche nel caso in cui si abbia a disposizione un misuratore gas di classe non superiore alla G6.

Sul sito dell’Arera si legge:

“la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale”.

Mentre per quanto riguarda l’elettricità se ne ha diritto anche per i casi in cui una grave malattia costringa all’utilizzo di apparecchiature mediche indispensabili per il mantenimento in vita.

Per i titolari del Reddito di cittadinanza è necessaria una precisazione:

  • se la soglia ISEE è superiore a 8.265 euro hanno diritto ad accedere al bonus elettrico e gas;
  • entro la soglia ISEE di 8.265 euro possono richiedere anche il bonus per la fornitura idrica.

La possibilità di abbattere anche i costi dell’acqua è una novità introdotta dal DL Fiscale 2020.

Per beneficiare delle agevolazioni che durano 12 mesi è necessario presentare un’apposita domanda, come si legge nel comunicato stampa diffuso dall’Arera il 5 dicembre 2019 anno dopo anno la soglia degli utenti che lo richiedono non va oltre il 35% di tutti quelli che ne hanno diritto.

Il bonus bollette 2020 non viene riconosciuto automaticamente, ma dal 2021 con le novità introdotte dal DL Fiscale non sarà più necessario presentare domanda.

I cittadini che hanno diritto ad accedere alle agevolazioni sui tre costi possono presentare anche un’unica domanda utilizzando l’apposito modulo.

PDF - 238.1 Kb
ARERA - Modulo A bonus bollette 2020
Scarica il modulo per la richiesta del bonus bollette luce, gas, acqua 2020.

Bonus bollette luce 2020: come e dove richiedere l’agevolazione e quali documenti presentare

Il valore dello sconto dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica e viene aggiornato anno per anno dall’Arera, per il 2019 arrivava fino a un massimo di 194 euro.

Chi ha i requisiti per ottenere il bonus luce 2020, anche i titolari di reddito e pensione di cittadinanza, può presentare la domanda:

  • presso il Comune di residenza;
  • presso un altro ente designato dal Comune, come CAF o Comunità montane.

Tutta la modulistica da compilare è disponibile sul sito SGAte, il sistema informativo attraverso il quale vengono gestite le operazioni e verificati i requisiti per l’erogazione del bonus, e presso i Comuni.

Per inoltrare la domanda di accesso all’agevolazione è necessario presentare la documentazione che segue:

  • documento di identità;
  • eventuale allegato D di delega (se la domanda è presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura);
  • modulo A, in cui è necessario indicare anche alcuni dettagli presenti in bolletta:
    • codice POD;
    • la potenza impegnata o disponibile della fornitura;
  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • allegato CF con i componenti del nucleo ISEE.

Le famiglie numerose devono presentare anche l’allegato FN, ma solo se hanno un ISEE superiore alla soglia degli 8.265 euro.

I titolari di Reddito o Pensione di cittadinanza nella richiesta dovranno indicare anche il numero di protocollo assegnato.

Bonus bollette gas 2020: a quanto ammonta, come richiedere l’agevolazione e quali documenti presentare

Il valore dello sconto per le bollette del gas viene aggiornato annualmente e tiene conto di diversi fattori:

  • categoria d’uso associata alla fornitura di gas;
  • zona climatica di appartenenza del punto di fornitura;
  • numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza).

Per accedere al bonus gas 2020 gli utenti devono rivolgersi al Comune o a un altro ente indicato dal Comune, allo stesso modo dell’agevolazione prevista per i costi dell’elettricità.

I documenti che servono per richiederlo sono i seguenti:

  • documento di identità;
  • eventuale allegato D di delega (se la domanda è presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura);
  • modulo A in cui inserire il codice PDR (identificativo del punto di consegna del gas) da rintracciare sulla bolletta;
  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • allegato CF con i componenti del nucleo ISEE.

Anche in questo caso chi riceve l’assegno di cittadinanza deve specificare il numero di protocollo assegnato alla sua pratica e chi ha una famiglia numerosa deve consegnare anche l’allegato FN.

I documenti da compilare sono disponibili sul sito SGAte, il sistema informativo attraverso il quale vengono gestite le operazioni e verificati i requisiti per l’erogazione del bonus, e presso i Comuni.

Bonus bollette acqua 2020: a quanto ammonta, come richiedere l’agevolazione e quali documenti presentare

Il bonus acqua 2020, come per gli altri anni, permette di ottenere una fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente.

Anche in questo caso non si ottiene automaticamente, ma gli utenti che hanno i requisiti per beneficiarne devono richiederlo al Comune di riferimento o a un ente indicato dal Comune stesso, come CAF o comunità montane.

Per accedere all’agevolazione sui costi della fornitura idrica la domanda deve essere presentata in forma di autocertificazione utilizzando gli appositi moduli pubblicati da www.arera.it e da www.sgate.anci.it.

Oltre all’autocertificazione, sono necessari i seguenti documenti:

  • documento di identità;
  • eventuale delega;
  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale);
  • attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l’ISEE è superiore a 8.265 euro (ma entro i 20.000 euro).
  • le informazioni per identificare la fornitura sono reperibili in bolletta, ovvero:
    • il codice fornitura;
    • il nominativo del gestore idrico, ovvero il soggetto che emette fattura.

Una volta presentata la domanda per il bonus bollette 2020, che si tratti di luce, gas o acqua, i cittadini possono controllare lo stato della pratica, e verificare se i benefici sono stati riconosciuti, direttamente online sul sito SGAte.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it