Esame avvocato 2022: domande fino all’11 novembre, confermata la doppia prova orale

Francesco Rodorigo - Avvocati

Esame avvocato 2022, la Ministra della Giustizia ha firmato il decreto con il bando della sessione dell'anno in corso per l'abilitazione alla professione. Le domande di partecipazione vanno inviate dal 3 ottobre all'11 novembre 2022. Le prove si svolgeranno a partire dal 16 gennaio 2023, è confermata la doppia prova orale.

Esame avvocato 2022: domande fino all'11 novembre, confermata la doppia prova orale

Esame avvocato 2022, le domande per partecipare all’ultima sessione dell’anno in corso vanno inviate a partire dal 3 ottobre ed entro l’11 novembre.

Come si legge nel comunicato stampa del Ministero della Giustizia del 19 settembre scorso, la Ministra Cartabia ha firmato il decreto con il bando per l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di avvocato.

Gli esami si svolgeranno a partire dal 16 gennaio 2023 ed è confermata la doppia prova orale, così come durante il periodo emergenziale.

Confermate anche le disposizioni per lo svolgimento delle prove da parte di candidati con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

Esame avvocato 2022: domande fino all’11 novembre, confermata la doppia prova orale

La Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, ha firmato il decreto con il bando che avvia la nuova sessione 2022 dell’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di avvocato.

Come specificato nel comunicato stampa del 19 settembre 2022, questo sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - Concorsi ed Esami n. 75 del 20 settembre.

Le domande di partecipazione vanno inviate in modalità telematica a partire dal 3 ottobre e fino alla scadenza dell’11 novembre 2022.

Per poter partecipare è necessario aver terminato l’attività di pratica forense entro il prossimo 10 novembre.

Le prove d’esame inizieranno, nei diversi distretti di corte d’appello, a partire dal 16 gennaio 2023.

La sessione in questione si riferisce all’abilitazione all’esercizio della professione presso le Corti di appello di:

“Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caltanissetta, Campobasso, Catania, Catanzaro, Firenze, Genova, L’Aquila, Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Potenza, Reggio Calabria, Roma, Salerno, Torino, Trento, Trieste, Venezia e presso la Sezione distaccata di Bolzano della Corte di appello di Trento.”

Esame avvocato 2022: come presentare domanda entro l’11 novembre

Per l’ammissione all’esame, in fase di domanda gli aspiranti avvocati dovranno procedere al pagamento di 78,91 euro tramite la piattaforma PagoPA.

Questa cifra è composta:

  • dalla tassa di 12,91 euro;
  • dal contributo spese di 50 euro;
  • dall’imposta di bollo da 16 euro.

Per inviare la domanda è necessario connettersi al sito del Ministero della Giustizia, sezione “Strumenti/Concorsi, esami, assunzioni”, accedendo tramite SPID, CIE o CNS e inserendo tutti i dati richiesti.

Il candidato, inoltre, deve indicare il Consiglio dell’ordine degli avvocati, tra quelli compresi nel distretto della Corte di appello a cui è diretta la domanda, che ha certificato, o certificherà, lo svolgimento della pratica forense.

Sempre in fase di domanda è possibile esprimere l’opzione per le materie di esame scelte per la prima e la seconda prova.

La domanda si considera inviata quando il sistema genera la ricevuta con il codice identificativo e il codice a barre.

I candidati con disabilità dovranno indicare nella domanda l’ausilio necessario, l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi e produrre la relativa documentazione sanitaria.

Esame avvocato 2022: confermata la doppia prova orale

L’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di avvocato, anche per il 2022, sarà costituito da due prove orali, così come è stato durante il periodo di emergenza sanitaria.

Queste sono articolate come segue:

  • la prima prova è pubblica e consiste nella discussione di una questione pratico-applicativa. Riguarda la soluzione di un caso che richiede conoscenze di diritto sostanziale e processuale in materia penale, civile o amministrativa a scelta del candidato;
  • la seconda prova è pubblica, deve durare tra i 45 e i 60 minuti e svolgersi ad almeno 30 giorni dalla prima. Riguarda la discussione di brevi questioni relative a 5 materie scelte preventivamente dal candidato, oppure la dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri dell’avvocato.

Per la seconda prova la scelta deve essere tra le seguenti materie:

  • Una tra Diritto Civile e Diritto Penale (purché diversa da quella scelta nella prima prova);
  • Una tra Diritto Processuale Civile e Diritto Processuale Penale;
  • Tre tra le seguenti materie sostanziali:
    • Diritto del Lavoro;
    • Diritto Costituzionale;
    • Diritto Commerciale;
    • Diritto Ecclesiastico;
    • Diritto Tributario;
    • Diritto Amministrativo.;
    • Diritto dell’Unione Europea;
    • Diritto Internazionale Privato.

Le prime prove d’esame saranno svolte a partire dal 16 gennaio 2023.

Ministero della Giustizia - Decreto del 16 settembre 2022
Bando esame da avvocato 2022

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network