App sorveglianza sanitaria luogo di lavoro, DL Rilancio: le istruzioni INAIL

Tommaso Gavi - Leggi e prassi

App sorveglianza sanitaria sul luogo di lavoro, per mettere in pratica quanto previsto dall'articolo 83 del decreto Rilancio, l'INAIL mette a disposizione dei datori di lavoro un servizio telematico per richiedere i medici del lavoro. L'applicativo deve essere utilizzato a partire dal 1° luglio 2020.

App sorveglianza sanitaria luogo di lavoro, DL Rilancio: le istruzioni INAIL

App sorveglianza sanitaria sul luogo di lavoro, con la notizia del 30 giugno 2020 l’INAIL rende noto che, a partire dal 1° luglio 2020, sarà disponibile un servizio online per la richiesta di visita medica alla struttura territoriale competente, individuata in base al domicilio del lavoratore.

L’applicazione messa a disposizione dei datori di lavoro ha lo scopo di garantire quanto disposto dall’articolo 83 del decreto Rilancio.

La disposizione prevede che, fino al termine dell’emergenza sanitaria in corso, i datori di lavoro dovranno garantire la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio da Coronavirus.

Per i datori che non sono tenuti alla nomina del medico competente c’è la possibilità di rivolgersi all’INAIL, che metterà a disposizione i propri medici del lavoro.

App sorveglianza sanitaria luogo di lavoro, DL Rilancio: le istruzioni INAIL

Un’app per la sorveglianza sanitaria eccezionale sarà disponibile per i datori di lavoro a partire dal 1° luglio.

Lo fa sapere l’INAIL nella notizia del 30 giugno 2020, in cui spiega le funzionalità e il percorso da seguire per accedere al servizio online.

Fino al termine dell’emergenza sanitaria in corso, infatti, i datori di lavoro devono garantire la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio da Coronavirus.

Lo prevede l’articolo 83 del decreto numero legge numero 34 del 19 maggio 2020, ovvero il decreto Rilancio.

Per i datori di lavoro che non sono tenuti alla nomina del medico competente, anche se rimane la possibilità di nominarne uno per la durata del periodo dell’emergenza, la sorveglianza può essere richiesta ai servizi territoriali dell’INAIL.

L’Istituto metterà a disposizione i propri medici del lavoro.

App sorveglianza sanitaria luogo di lavoro: come accedere al servizio online

Dal 1° luglio 2020 sarà disponibile un’applicazione per la sorveglianza sanitaria eccezionale sul luogo di lavoro.

Il servizio online “Sorveglianza Sanitaria Eccezionale” dell’INAIL permetterà ai datori di lavoro interessati e ai loro delegati di inviare telematicamente la richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria eccezionale alla struttura territoriale INAIL competente.

Tale struttura viene individuata in base al domicilio del lavoratore.

Il servizio telematico sarà inoltre l’unico strumento permesso per l’invio delle richieste di visita medica per sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti al rischio di contagio.

Di conseguenza tutte le richieste che sono state inoltrate prima del 1° luglio 2020 devono essere riformulate inserendo i dati nel nuovo applicativo.

Per accedere al nuovo servizio i datori di lavoro devono essere in possesso delle credenziali INAIL.

Chi non è ancora registrato può farlo attraverso i seguenti metodi:

  • SPID;
  • CNS;
  • PIN INPS;
  • registrandosi al portale INAIL.

Per effettuare l’ultima procedura è necessario seguire il percorso: accedi ai servizi online, registrazione, utente con credenziali dispositive.

Oltre ai datori di lavoro possono accedere al servizio anche i soggetti delegati che dovranno allegare l’atto di delega.

Tale documento, a cui deve essere allegato anche un documento di riconoscimento, deve essere sottoscritto dal datore di lavoro.

L’atto di delega è scaricabile seguendo i passaggi descritti:

  • accedere al sito dell’INAIL, www.inail.it;
  • cliccare su “Attività”;
  • cliccare su “Prevenzione e sicurezza”;
  • cliccare su “Sorveglianza Sanitaria Eccezionale”.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it