Canone Rai, proroga domanda di esenzione: scadenza dal 30 aprile al 30 giugno 2020

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Canone Rai, proroga per la domanda di esenzione: la scadenza del 30 aprile passa al 30 giugno 2020 per gli anziani con redditi bassi beneficiari dell'esonero dal pagamento dei 90 euro.

Canone Rai, proroga domanda di esenzione: scadenza dal 30 aprile al 30 giugno 2020

Canone Rai, proroga per la domanda di esenzione: la scadenza per la richiesta di esonero passa dal 30 aprile al 30 giugno 2020.

Così come comunicato dall’Agenzia delle Entrate, la proroga degli adempimenti fiscali introdotta dal Decreto Cura Italia coinvolge anche la scadenza per la domanda di esenzione dal pagamento del canone Rai 2020.

Gli anziani con redditi bassi potranno inviare la dichiarazione di esenzione entro la fine del mese di giugno senza l’applicazione di sanzioni.

Canone Rai, proroga domanda di esenzione: scadenza dal 30 aprile al 30 giugno 2020

La scadenza del 30 aprile interessa ogni anno i contribuenti con età pari o superiore a 75 anni che, nel rispetto dei requisiti di reddito, godono dell’esenzione dal pagamento del canone Rai.

La domanda di esonero per il 2020 può essere presentata dagli anziani titolari di reddito non superiore ad 8.000 euro. La scadenza del 30 aprile è stata tuttavia rinviata e, come accennato in precedenza, ci sarà tempo fino al 30 giugno 2020 per l’invio del modulo all’Agenzia delle Entrate.

L’emergenza da Covid-19 ha portato ad una proroga ampia degli adempimenti fiscali: le scadenze di aprile e maggio sono rinviate al 30 giugno. Nell’elenco dei termini rinviati c’è quindi anche quello relativo alla domanda di esenzione dal pagamento del canone Rai 2020 per gli anziani a basso reddito.

La conferma arriva dall’Agenzia delle Entrate.

Domanda esenzione canone Rai 2020, scadenza a giugno

Sebbene vi sia più tempo a disposizione, è bene ricordare quali sono i requisiti per fare domanda di esenzione dal pagamento del canone Rai e quali le istruzioni per l’invio dell’istanza all’Agenzia delle Entrate.

L’esonero si applica per i contribuenti che rispettano i seguenti requisiti:

  • età pari o superiore a 75 anni;
  • reddito non superiore ad 8.000 euro.

Il limite di reddito per l’esenzione canone Rai 2020 dovrà essere considerato complessivamente considerando sia le somme percepite dal soggetto richiedente che dal coniuge.

L’esenzione canone Rai si applica esclusivamente qualora l’anziano, oltre che con il coniuge, non conviva con altri soggetti titolari di reddito proprio. Questa regola, che negli anni ha inibito di beneficiare dell’esenzione ad anziani non autosufficienti, non si applica nel caso di convivenza con collaboratori domestici, colf o badanti.

Sono due le scadenze per inviare domanda:

  • nel caso di trasmissione entro il 30 aprile, l’esonero si applica per tutto l’anno (esclusivamente per il 2020, la scadenza è rinviata al 30 giugno);
  • nel caso di invio entro il 31 luglio, l’esonero si applica dal secondo semestre.

Esonero canone Rai 2020: modulo di domanda

I contribuenti di età pari o superiore a 75 anni e con redditi fino ad 8.000 euro devono fare domanda di esonero dal pagamento del canone Rai inviando il modulo di dichiarazione sostitutiva messo a disposizione dell’Agenzia delle Entrate ed una copia del documento di identità.

PDF - 94.7 Kb
Domanda esonero canone RAI over 75
Modulo di dichiarazione sostitutiva ai fini dell’esenzione dal pagamento dei 90 euro di canone TV

La documentazione può essere consegnata direttamente a un ufficio territoriale delle Entrate o inviata con plico raccomandato senza busta all’indirizzo:

“Agenzia delle Entrate - Ufficio Torino 1 S.A.T. - Sportello abbonamenti Tv - 00121 – Torino.”

Si ricorda che chi ha già presentato domanda lo scorso anno non dovrà inviarla nuovamente.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it