Bonus Tari 2020 per le famiglie con ISEE basso, novità anche per acqua, luce, gas

Rosy D’Elia - TARI

Bonus Tari 2020 per le famiglie con un ISEE basso, novità anche per acqua, luce e gas: le tariffe più vantaggiose saranno riconosciute automaticamente dal 2021. Inserito nel testo del Decreto Fiscale, convertito in legge il 17 dicembre, l'articolo 57-bis per potenziare le agevolazioni previste per chi è in una condizione di fragilità economica.

Bonus Tari 2020 per le famiglie con ISEE basso, novità anche per acqua, luce, gas

Bonus Tari 2020 per le famiglie con un ISEE basso: la gestione dell’agevolazione è affidata all’Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Le buone notizie non arrivano solo per la tassa sui rifiuti ma anche per le bollette di acqua, luce e gas: dal 2021 le tariffe più vantaggiose saranno calcolate e riconosciute automaticamente a chi si trova in condizioni economiche fragili, non sarà necessario presentare domanda.

Le novità sono state inserite nel testo del Decreto Fiscale 2020, convertito in legge il 17 dicembre, grazie a un emendamento che ha introdotto l’articolo 57 bis -“Disciplina della TARI. Coefficienti e termini per la deliberazione piano economico finanziario e delle tariffe. Introduzione del bonus sociale per i rifiuti e automatismo del bonus per energia elettrica, gas e servizio idrico”.

Bonus Tari 2020 per le famiglie con un ISEE basso, novità anche per luce e gas

Nella denominazione dell’articolo una sintesi perfetta delle principali novità che introduce:

  • bonus Tari a partire dal 2020 per le famiglie con un ISEE più basso;
  • bonus sociali per luce, acqua e gas riconosciuti automaticamente a chi ha i requisiti per beneficiarne dal 2020.

Il compito di stabilire le regole alla base dell’agevolazione che riguarda la tassa sui rifiuti spetta all’Arera, Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente.

Come si leggeva nel testo dell’emendamento firmato da Roberto Pella, Forza Italia, “assicurare agli utenti domestici del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani e assimilati in condizioni economico-sociali disagiate, l’accesso a condizioni tariffarie agevolate alla fornitura del servizio” è lo scopo del bonus Tari.

Se da un lato, quindi, si introduce nel sistema una nuova agevolazione, dall’altro si potenziano quelle già in vigore: dal 2021 i bonus sociali per acqua, luce e gas sono riconosciuti automaticamente a chiunque abbia un ISEE che risponde ai parametri stabiliti dalla legge.

Un meccanismo rafforzato anche col lavoro sul territorio:

“L’Autorità di regolazione Energia Reti e Ambiente stipula un’apposita convenzione con l’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI) al fine di assicurare una capillare diffusione ai cittadini delle informazioni relative ai bonus sociali relativi alla fornitura dell’energia elettrica e del gas naturale, al servizio idrico integrato e al servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani e assimilati e per la gestione dei bonus sociali i cui beneficiari non risultano identificabili attraverso procedure automatiche”.

Bonus Tari 2020 per le famiglie con un ISEE basso: chi può beneficiarne

Le regole per l’accesso al bonus Tari saranno stabilite dall’Arera sulla base dei parametri già utilizzati per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico integrato.

Verosimilmente, dunque, potranno accedere all’agevolazione le famiglie che rientrano in una delle categorie che seguono:

In ogni caso, per avere dettagli certi sulle modalità operative è necessario attendere i provvedimenti dell’’Autorità di regolazione per Energia Reti e Ambiente, da stabilire considerando il principio del recupero dei costi efficienti di esercizio e di investimento, stabilito con un Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri da adottare entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Fiscale 2020.

Attualmente per gli altri bonus sociali è necessario presentare domanda, utilizzando i moduli messi a punto da Arera, presso il proprio Comune di residenza o presso un altro ente designato, come ad esempio i CAF.

Probabilmente anche per la tassa sui rifiuti in misura agevolata, si utilizzerà lo stesso sistema, per poi passare dal 2021 al riconoscimento automatico del bonus Tari, acqua, luce e gas.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it