Maturità 2022, definite ufficialmente le modalità degli esami di Stato

Stefano Paterna - Scuola

Il Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ha firmato le Ordinanze che definiscono le modalità di svolgimento degli esami di Stato. Ritornano le prove scritte per il primo ciclo e per il secondo ciclo di istruzione, nonostante le proteste degli studenti e il parere negativo del Cspi. Per la Maturità, però, aumenta il peso del punteggio del credito scolastico degli anni precedenti, mentre diminuisce quello della seconda prova scritta.

Maturità 2022, definite ufficialmente le modalità degli esami di Stato

Maturità 2022, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha sottoscritto le Ordinanze che definiscono le modalità di svolgimento degli esami di Stato del primo e secondo ciclo, che si terranno principalmente nel mese di giugno, concludendo in questo modo l’iter formale iniziato alla fine di gennaio.

Confermato il ritorno alla normalità dopo gli ultimi due anni di emergenza sanitaria che avevano visto l’abolizione delle prove scritte, sostituite dalla discussione di un elaborato del candidato.

Nonostante le proteste degli studenti delle ultime settimane non è stato accolto il loro appello a tener conto della precarietà nella quale si è svolta una parte dell’anno scolastico in molte classi, che hanno visto il ritorno alla didattica a distanza per il diffondersi del contagio da Coronavirus.

L’unica modifica delle Ordinanze originali del Ministero dell’Istruzione che va in direzione delle richieste degli studenti è stata quella che si riferisce a un riequilibrio del punteggio assegnato a ogni prova del secondo ciclo di istruzione in favore del credito scolastico accumulato nei precedenti anni, passando da 60 a 50 punti, mentre la seconda prova scritta scende da 15 a 10 punti.

“Abbiamo lavorato ai testi tenendo fermo un punto: siamo nelle condizioni di tornare progressivamente alla normalità” - ha dichiarato in proposito il Ministro Bianchi - “Non siamo ancora fuori dalla pandemia, dobbiamo ricordarcelo, ma quest’anno, grazie ai vaccini e alle misure di sicurezza decise dal governo, abbiamo garantito la continuità della scuola in presenza, fin dal primo giorno”.

Ma andiamo con ordine e vediamo nel dettaglio le modalità dei prossimi esami di Stato di giugno 2022.

Esami di Stato 2022, il primo ciclo di istruzione

Dunque si torna alle prove scritte come previsto dalle Ordinanze del Ministero dell’Istruzione di fine gennaio, contestate dagli studenti e criticate anche dal Consiglio superiore dell’istruzione, per non aver sufficientemente tenuto conto dell’impatto della pandemia sull’andamento dell’anno scolastico.

Ma cosa prevedono le Ordinanze definitive rispetto alle modalità di svolgimento degli esami di Stato del primo ciclo di istruzione?

Gli studenti delle scuole secondarie di primo grado dovranno affrontare due prove scritte: una di italiano e l’altra per verificare le competenze logico-matematiche.

Seguirà il colloquio per accertare il livello dell’inglese, di una seconda lingua europea e dell’educazione civica.

Gli esami si terranno tra la fine delle lezioni e il 30 giugno 2022. La votazione per quel che riguarda l’esame del primo ciclo verrà espressa in decimi, possibile ottenere la lode.

I candidati impossibilitati a lasciare il proprio domicilio e che saranno in grado di documentare questa condizione potranno tenere il solo colloquio in videoconferenza.

Esami di Stato nel primo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2021/2022
Clicca per scaricare

Esami di Stato 2022, il secondo ciclo di istruzione

Più o meno le stesse modalità di esame sono previste anche per il secondo ciclo di istruzione, la cosiddetta Maturità.

In questo caso ci sarà innanzitutto una prova scritta di italiano da tenersi il 22 giugno con inizio alle 8.30, che consisterà nella somministrazione di sette tracce con tre diverse tipologie:

  • analisi e interpretazione del testo letterario;
  • analisi e produzione di un testo argomentativo;
  • riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Il giorno successivo, ovvero il 23 giugno si terrà la seconda prova scritta, cosiddetta di indirizzo, diversa per ogni tipo di scuola superiore di secondo grado e predisposta dalle singole scuole per tenere conto del lavoro che si è potuto svolgere nelle condizioni dettate dall’emergenza sanitaria.

Solo per esempio:

  • il Liceo Classico avrà la prova di Lingua e cultura latina;
  • lo Scientifico di Matematica;
  • l’Istituto Tecnico di Economia Aziendale;
  • l’Istituto Professionale, Settore Servizi, Indirizzo “Servizi socio-sanitari” il Settore economico, Indirizzo “Amministrazione, finanza e marketing”, Igiene e cultura medico-sanitaria.

Il colloquio, infine, verterà sull’analisi di un testo, un documento, un problema o un progetto proposto dalla Commissione, che ricordiamo composta da sei membri interni e un Presidente esterno. Questa prova orale è finalizzata all’accertamento delle competenze nelle singole discipline e nell’Educazione civica.

La valutazione nel caso dell’esame del secondo ciclo di istruzione verrà espresso in centesimi con l’attribuzione di un massimo di 50 punti al credito scolastico, fino a 15 per le prime prove scritte, fino a 10 per le seconde e fino a 25 per il colloquio o prova orale, con la possibilità di ricevere la lode.

Anche in questo caso per il solo colloquio è prevista la modalità in videoconferenza per il candidato impossibilitato alla presenza fisica.

Esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2021/2022
Clicca per scaricare

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network