Assegno unico, domanda in scadenza per gli arretrati: c’è tempo fino al 30 giugno 2022

Anna Maria D’Andrea - Leggi e prassi

Domanda assegno unico, scadenza oggi, 30 giugno 2022, per ottenere gli arretrati a partire dal mese di marzo. In caso di invio a partire da luglio spetterà esclusivamente l'importo dalla data di invio dell'istanza. Ultimo giorno utile per non perdere le somme spettanti.

Assegno unico, domanda in scadenza per gli arretrati: c'è tempo fino al 30 giugno 2022

Per l’assegno unico è arrivata la prima scadenza: entro oggi, 30 giugno 2022, è possibile fare domanda per ricevere gli arretrati.

Solo in caso di rispetto del termine odierno sarà possibile ricevere l’assegno unico con le quote riconosciute retroattivamente dal mese di marzo.
In caso di domanda di assegno unico presentata dal 1° luglio in poi: decorrenza dal mese successivo.

La scadenza di oggi interessa non solo chi non ha ancora richiesto l’assegno unico, ma anche chi ha presentato domanda senza preventivamente presentare il modello ISEE.

Solo per le attestazioni presentate entro la data odierna sarà infatti riconosciuto il conguaglio degli arretrati spettanti dal mese di marzo.

Assegno unico, un mese di tempo per gli arretrati: domanda entro oggi, 30 giugno 2022

Introdotto con decorrenza dal 1° marzo 2022, secondo gli ultimi dati messi a disposizione dall’INPS ammontano a 7,5 milioni i figli beneficiari dell’assegno unico.

Una platea destinata evidentemente ad estendersi alla luce della scadenza di oggi, 30 giugno.

Come ricordato dall’INPS con il comunicato stampa del 21 giugno, il termine odierno è un appuntamento importante per i beneficiari dell’assegno unico.

Chi ha scelto di attendere dovrà ora considerare che solo in caso di invio della domanda entro la scadenza odierna avrà diritto al pagamento degli arretrati.

In sostanza, il rispetto del termine del 30 giugno 2022 consente di ottenere l’assegno unico anche per i mesi di marzo, aprile e maggio.

Cosa succede invece a chi salta l’appuntamento?

In tal caso, come illustrato dall’INPS con la circolare numero 23 del 9 febbraio 2022, con presentazione della domanda dal 1° luglio la prestazione ricorre dal mese successivo. Non quindi dalla data di introduzione della misura.

Rispettare la scadenza di oggi diventa quindi rilevante per non perdere una quota del beneficio riconosciuto.

Non solo per l’invio della domanda, ma anche in merito alla presentazione dell’ISEE e al pagamento della somma dovuta, sulla base della situazione economica del nucleo, è previsto un regime differenziato per le istanze trasmesse dal mese di luglio.

INPS - comunicato stampa 21 giugno 2022
Assegno unico e universale, il 30 giugno termine ultimo per avere anche gli arretrati

Assegno unico INPS, dalla domanda all’ISEE: scadenza il 30 giugno anche per il conguaglio dell’importo

A dover tenere a mente la scadenza del 30 giugno 2022 sono anche coloro che hanno già trasmesso domanda per l’assegno unico, rinviando però la data di presentazione dell’ISEE.

Si ricorda infatti che la presenza nella banca dati INPS di un’attestazione ISEE in corso di validità al momento della domanda è importante per il calcolo dell’esatto importo spettante, ma non ai fini del riconoscimento della prestazione.

Essendo l’assegno unico una prestazione di natura “universalistica”, in assenza di ISEE al momento della domanda l’importo è riconosciuto per la quota minima prevista, pari a 50 euro per i figli minori e 25 euro per i figli maggiorenni fino a 21 anni.

La mancata presentazione dell’ISEE può essere “sanata” successivamente, ma anche in tal caso con regole differenziate per chi rispetta o meno la scadenza di oggi.

Nel caso di presentazione dell’attestazione entro il 30 giugno 2022, la prestazione verrà infatti conguagliata, e spetteranno tutti gli arretrati a partire dal mese di marzo.

Discorso diverso invece per gli ISEE presentati dal 1° luglio: in tal caso la prestazione sarà calcolata sulla base del valore dell’indicatore dal mese di riferimento, senza alcun conguaglio sui mesi pregressi.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network