Anche il modello 770 precompilato tra gli obiettivi dell’Agenzia delle Entrate

Redazione - Certificazione Unica

Audizione del direttore dell'Agenzia delle Entrate Ruffini alle Camere: semplificazione, lotta all'evasione gli obiettivi fondamentali e implementazione del sistema delle dichiarazioni fiscali precompilate.

Anche il modello 770 precompilato tra gli obiettivi dell'Agenzia delle Entrate

Audizione oggi alle Camere per il direttore dell’Agenzia delle Entrate Ernesto Ruffini.

Molteplici i temi trattati: una panoramica molto ampia sui servizi online dell’Agenzia delle Entrate, gli strumenti ed i risultati raggiunti nella lotta all’evasione fiscale e ancora gli obiettivi per il futuro.

Tra questi non si poteva non parlare della fattura elettronica di prossima introduzione e, in particolare, di quelli che sono gli obiettivi che l’Agenzia delle Entrate persegue proprio attraverso la fattura elettronica medesima.

Anche il modello 770 semplificato tra gli obiettivi dell’Agenzia delle Entrate

L’accelerazione sull’introduzione della fattura elettronica obbligatoria dal 2018 risponde agli obiettivi fondamentali di semplificazione e lotta all’evasione fiscale, ma non solo.

Secondo il direttore dell’Agenzia delle Entrate:

La fatturazione elettronica, poi, apre scenari di profonda innovazione delle modalità di comunicazione dei dati all’Agenzia delle entrate consentendo alle imprese di disporre da una lato di uno strumento moderno ed efficiente per gestire il ciclo attivo e passivo dall’altro di rendere disponibili i dati all’Agenzia delle entrate senza oneri.

In linea generale, ai fini della semplificazione degli adempimenti, la strategia è quella di valorizzare il patrimonio informativo acquisito dall’Agenzia delle entrate ai fini del controllo anche per rendere servizi ai contribuenti.

Si pensi, ad esempio, alla possibilità per l’Agenzia delle entrate di utilizzare i dati analitici delle fatture e delle liquidazioni periodiche IVA per predisporre le dichiarazioni annuali o di elaborare i dati delle certificazioni uniche per precompilare la dichiarazione dei sostituti d’imposta. Per queste finalità è di fondamentale importanza migliorare la qualità delle banche dati attraverso una attenta analisi e un costante monitoraggio dei flussi informativi trasmessi all’Agenzia

Quindi tra gli obiettivi dell’Agenzia delle Entrate c’è anche quello di implementare il sistema delle dichiarazioni fiscali precompilate.

A questo proposito, tra le altre cose, il direttore Ruffini ha enucleato con grande soddisfazione i numeri del modello 730 precompilato, che nel 2017 ha raggiunto i 2,3 milioni di invii direttamente da parte del contribuente:

Agenzia delle Entrate, ecco il testo integrale dell’audizione alle Camere del direttore Ruffini:

PDF - 753.9 Kb
Audizione alle Camere del Direttore dell’Agenzia delle Entrate
Testo integrale dell’audizione alle Camere del direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini del 12 settembre 2017

In linea di principio, la fattura elettronica è uno strumento molto positivo perché può portare importanti vantaggi per imprese e professionisti.

Tuttavia, in questo particolare momento storico, l’accelerazione del processo di introduzione della fattura elettronica obbligatoria stona con le attuali criticità del nostro sistema fiscale.

Forse, prima di fare il passo più lungo della gamba, converrebbe fermarsi un attimo e riflettere sulle reali condizioni in cui contribuenti e intermediari si trovano ad affrontare il rapporto con il fisco.