Bonus 80 euro forze dell'ordine 2017: tutto su requisiti e beneficiari

Bonus 80 euro forze dell’ordine 2017: tutto su requisiti e beneficiari

Diego Denora - Forze armate

Il bonus di 80 euro per le forze dell’ordine, cioè per i beneficiari che nel 2017 ne rispetteranno i requisiti, arriverà? Il governo conferma una quota di fondi anche per questo anno ma a gennaio la congela: per l’attuazione c’è da attendere febbraio?

Tra le forze dell’ordine è polemica: alla volontà di inserire i fondi per il bonus nella legge di bilancio sembra non corrispondere la realtà dei fatti. Il NoiPa comunica che occorre una determinazione che renda efficace il bonus, cioè che intervenga sul comma 365 dell’attuale Legge 232/2016.

I beneficiari che rientreranno nei requisiti disposti potranno ricevere il bonus di 80 euro in busta paga, compresi gli arretrati dei mesi congelati. Tuttavia vi è ancora incertezza. Quando ripartiranno i contributi? Il comma in esame non affida delle risorse ad hoc, per questo motivo occorre specificare bene di cosa si tratta.

Bonus 80 euro forze dell’ordine 2017: tutto sui requisiti e beneficiari

Le forze dell’ordine, in sintesi, beneficiavano di un surplus in busta paga come riconoscimento dell’impegno speso per fronteggiare i pericoli e le emergenze avvenute nel paese. Il bonus era stabilito in 960 € su base annua (Legge 208/2015, comma 972) e spettava a:

  • Arma dei Carabinieri;
  • Polizia di Stato;
  • Aereonautica militare;
  • Polizia Penitenziaria;
  • Corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana;
  • Corpo delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana;
  • Corpo Militare dell’Esercito Italiano del Sovrano Militare Ordine di Malta;
  • Capitanerie di Porto;
  • Marina Militare;
  • Vigili del Fuoco;
  • Guardia di Finanza;
  • Esercito.

Il bonus di 80, non avendo natura retributiva, non concorre alla formazione del reddito complessivo, quindi non va considerato a fini IRPEF, né IRAP; inoltre non è assoggettato a contribuzione previdenziale e assistenziale.

Bonus 80 euro forze dell’ordine: requisiti e beneficiari

I requisiti quindi sarebbero il non ricevere già un trattamento retributivo dirigenziale, ciò significa che il bonus non è pensato per gli stipendi e i gradi più alti. Malgrado sia stato confermato un sostanzioso fondo per lo stesso bonus anche nell’attuale Legge di Bilancio (art.1, comma 365), il ripristino si fa attendere.

Gli 80 euro di bonus per le forze dell’ordine sarebbero stati congelati, il comunicato dal NoiPa presenta questo messaggio:

Si comunica che il contributo straordinario di 80 euro mensili, pari a 960 euro su base annua, riconosciuto ai sensi dell’art. 1, comma 972, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, al personale appartenente ai Corpi di Polizia, al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e alle Forze Armate, non destinatario di un trattamento retributivo dirigenziale, è sospeso a decorrere dalla mensilità di Gennaio 2017, in attesa delle determinazioni di cui all’art. 1, comma 365, della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Legge di Stabilità 2017).

Le forze dell’ordine restano in attesa di notizie riguardo al contributo: da parte del Governo sarebbe imbarazzante non riuscire a risolvere tale difficoltà, considerando soprattutto l’impegno delle suddette forze sia nelle emergenze di terra (si vedano gli atti catastrofici di questi giorni), sia nell’intenso lavoro negli sbarchi clandestini.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03