Tassa vidimazione libri sociali 2017: codice tributo f24 e scadenza

Anna Maria D’Andrea - Scadenze fiscali

Tassa vidimazione libri sociali 2017:scadenza, codice tributo modello F24, soggetti obbligati all'adempimento e importo da pagare.

Tassa vidimazione libri sociali 2017: codice tributo f24 e scadenza

Tassa annuale vidimazione libri sociali 2017: scadenza fissata al 16 marzo 2017 per i soggetti obbligati al pagamento con modello F24 o con bollettino postale.

La tassa annuale dovuta per la vidimazione dei libri sociali è obbligatoria per le società di capitali, le società a responsabilità limitata, (SRL ordinaria e semplificata), le società per azioni e le società in accomandita per azioni.

Modalità di pagamento della tassa è con modello F24 o con bollettino postale nel caso di società costituende e, per quanto riguarda l’importo da versare, il calcolo dovrà essere effettuato sulla base del capitale sociale risultante dallo Stato Patrimoniale.

Di seguito tutte le informazioni necessarie per le società obbligate al pagamento della tassa annuale vidimazione libri 2017, ovvero modalità di versamento e codice tributo modello F24, scadenza e importi della tassa annuale.

Tassa vidimazione libri sociali 2017: scadenza, soggetti obbligati, importi e codice tributo F24

Così come disposto dall’art. 23, nota 3, Tariffa, D.P.R. del 26 ottobre 1972, n. 641 sono obbligati al pagamento della tassa annuale vidimazione libri sociali le società di capitali, le S.R.L., le S.P.A. e le S.A.P.A.

Come abbiamo già specificato il pagamento della tassa annuale dovrà essere effettuato tramite modello F24, utilizzando il codice tributo indicato dall’Agenzia delle Entrate. Diversa invece la modalità di pagamento per le società costituende; in questo caso il versamento dovrà essere effettuato utilizzando apposito bollettino postale.

La scadenza prevista per il pagamento della tassa annuale vidimazione libri sociali 2017 è il 16 marzo 2017.

I soggetti obbligati dovranno versare la tassa annuale vidimazione libri sociali 2017 per i libri sociali obbligatori, numerati e vidimati da un notaio o dalla Camera di Commercio, ovvero:

  • libro dei soci;
  • libro delle obbligazioni;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo;
  • libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti;
  • ogni altro libro o registro per i quali l’obbligo della bollatura è previsto da norme speciali.

Non è richiesta la vidimazione annuale delle altre scritture contabili e fiscali obbligatorie, per le quali vige in ogni caso l’obbligo di numerazione progressiva.

Tassa vidimazione libri sociali 2017: soggetti esonerati

Oltre ai soggetti obbligati al versamento della tassa, è bene ricordare quelli che sono i soggetti esonerati, ovvero:

  • le società cooperative/di mutua assicurazione;
  • i consorzi che non assumono la forma di società consortile;
  • le società di capitali dichiarate fallite;
  • le società sportive dilettantistiche costituite in forma di società di capitali senza scopo di lucro affiliate ad una Federazione Sportiva Nazionale, ad una disciplina sportiva associata o ad un Ente di formazione sportiva (a condizione che il relativo atto costitutivo rispetti le condizioni previste dalla Legge n. 289/2002).

Tassa vidimazione libri sociali 2017: importi

L’importo della tassa annuale vidimazione libri sociali 2017 è determinato sulla base del capitale sociale, lo Stato Patrimoniale documentato al 1 gennaio 2017.

L’importo da versare è così determinato:

  • euro 309,87 se il capitale sociale è inferiore o uguale ad euro 516.456,90;
  • euro 516,46 se il capitale sociale è maggiore ad euro 516.456,90.

Per le variazioni di capitale sociale successive al 1 gennaio l’importo da versare varierà soltanto a partire dal periodo d’imposta successivo; in questo caso, per variazioni dello Stato Patrimoniale successive a mese di gennaio 2017 l’importo della tassa annuale vidimazione libri dovrà essere ricalcolato nel 2018.

Tassa vidimazione libri sociali 2017: modalità di pagamento e codice tributo F24

Per il versamento della tassa annuale vidimazione libri sociali 2017 bisognerà utilizzare il modello F24, utilizzando il codice tributo 7085 nella sezione Erario - anno di riferimento 2016. Scadenza del pagamento fissata, come abbiamo già ricordato, al 16 marzo 2017.

Diversa la modalità di pagamento per le società costituende: in questo caso il versamento della tassa annuale vidimazione libri sociali 2017 dovrà essere effettuato tramite bollettino postale, n. 6007 intestato a:

  • Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara - Bollatura numerazione libri sociali, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini Iva, su cui vanno riportati gli estremi di versamento.

Nella sezione del bollettino postale eseguito da dovrà essere inserito il nome del rappresentante legale e la denominazione sociale della società.

Tassa vidimazione libri sociali 2017: ravvedimento operoso

Nel caso di pagamento oltre la scadenza è prevista la possibilità di ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso anche per la tassa di vidimazione annuale libri sociali 2017.

In questo caso, bisogna specificare alcuni dettagli:

  • la sanzione deve essere versata tramite modello F23 riportando il codice ufficio RCC, la causale SZ e il codice tributo 678T;
  • gli interessi calcolati devono essere cumulati all’imposta e versati tramite lo stesso codice tributo 7085.