Nuova Sabatini 2017: domanda, beneficiari e requisiti. La circolare MISE

Anna Maria D’Andrea - Incentivi alle imprese

Nuova Sabatini 2017: dal 2 gennaio le imprese possono presentare domanda e il 15 febbraio il MISE ha pubblicato una circolare con le istruzioni. Ecco il modulo da scaricare e compilare, beneficiari e requisiti del fondo per l'acquisto di beni strumentali.

Nuova Sabatini 2017: domanda, beneficiari e requisiti. La circolare MISE

Nuova Sabatini 2017: domande al via dal 2 gennaio. Parte ufficialmente la nuova fase dell’agevolazione anche conosciuta come Sabatini Ter, ovvero la misura economica per le imprese introdotta dall’articolo 2 del decreto legge n. 63 del 21 giugno 2013, convertito dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013 e prorogata con la Legge di Bilancio ex Stabilità 2017.

Il 15 febbraio 2017 il MISE, con la circolare n. 14063 ha pubblicato le istruzioni per accedere alla maggiorazione del 30% a valere sul 20% delle risorse messe a disposizione dalla Legge di Bilancio relativamente ad acquisti di beni strumentali di alta tecnologia digitale e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

I beneficiari dell’agevolazione fiscale che rispetteranno tempi e requisiti richiesti potranno presentare domanda fino al termine di scadenza e saranno accolte le richieste di accesso alla Nuova Sabatini 2017 entro i limiti di spesa fissati con la Finanziaria 2017.

In tutto, la Sabatini Ter mette a disposizione di 28 milioni di euro per l’anno 2017, 84 milioni di euro per l’anno 2018, 112 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2021, 84 milioni di euro per l’anno 2022 e di 28 milioni di euro per l’anno 2023.
Si tratta delle risorse dalle quali potranno attingere le imprese per l’accesso a prestiti agevolati destinati all’acquisto di beni strumentali nuovi correlati al core business aziendale. Le domande dovranno essere presentate a partire dal 2 gennaio 2016 e fino al termine stabilito del 31 dicembre 2018.

Con la circolare del MISE, che potete scaricare in fondo all’articolo, vengono descritte nel dettaglio le procedure da seguire per presentare domanda di accesso ai finanziamenti per l’acquisto di beni strumentali. Le istruzioni e i moduli di domanda allegati alla circolare n. 14063, seppur rivolte a chiarire le regole per accedere alla maggiorazione per beni di tecnologia digitale, tracciamento e pesatura dei rifiuti, valgono anche ai fini della presentazione della domanda ordinaria.

La modalità di presentazione della richiesta accesso al fondo Mise per l’acquisto di beni strumentali è telematica e i beneficiari dovranno compilare il modulo di domanda - che è possibile scaricare in fondo alla pagina - e provvedere all’invio all’istituto di credito che erogherà il prestito coperto dal fondo predisposto con la Nuova Sabatini 2017.

Ecco in cosa consiste la Nuova Sabatini 2017 o Sabatini Ter: requisiti, beneficiari e come presentare domanda.

Nuova Sabatini 2017: domanda, beneficiari e requisiti

La Nuova Sabatini 2017 prende il via il 2 gennaio 2017. Si apre la possibilità di presentare domanda di accesso al Fondo di Garanzia statale per le imprese che intendono acquistare beni strumentali. Il termine ultimo entro cui i beneficiari potranno presentare domanda è il 31 dicembre 2018 ma tra le regole dell’agevolazione prorogata con la Legge di Bilancio 2017 la possibilità di accedere al Fondo della Sabatini Ter esclusivamente fino ad esaurimento delle risorse stanziate

Si tratta di un totale di quasi 500 milioni di euro che il Governo ha deciso di mettere a disposizione per prorogare l’agevolazione rivolta alle imprese che, unita alle ulteriori misure pensate per agevolare le attività imprenditoriali, si pone come obiettivo quello di agevolare la crescita e lo sviluppo economico delle attività nostrane.

Oltre alla Nuova Sabatini 2017 anche la proroga del Super ammortamento al 140% e il nuovo Iper ammortamento al 250% legato ad acquisti di beni connessi allo sviluppo digitale.

Come presentare domanda ma, soprattutto, quali sono i beneficiari e i requisiti per accedere alla Nuova Sabatini o Sabatini Ter 2017? Ecco una guida dettagliata per le imprese e, di seguito, la circolare n. 14063 del MISE con la procedura e alcune indicazioni utili su come presentare domanda. Inoltre, accedendo al sito MISE, è possibile scaricare i moduli necessari ai fini della richiesta di accesso al fondo beni strumentali.

PDF - 703.2 Kb
Circolare MISE n. 14063
Scarica la circolare MISE n. 14063 con istruzioni e procedura per presentare domanda

Nuova Sabatini 2017: domanda, modulo e modalità di presentazione

La Nuova Sabatini 2017 prevede la possibilità, per le imprese che presenteranno domanda entro i termini e nelle modalità stabilite, di accedere a finanziamenti a tasso agevolato con copertura statale. Si tratta del Fondo di garanzia per le PMI che, per la Sabatini Ter, va a coprire l’80% dell’importo complessivo del finanziamento bancario o del piano di leasing per l’acquisto di nuovi macchinari. L’agevolazione ha durata complessiva di 5 anni e l’importo di spesa dovrà essere compreso tra i 20.000 e i 2 milioni di euro.

Per presentare domanda Nuova Sabatini 2017 bisognerà compilare il modulo che potete scaricare di seguito. La modalità di presentazione è telematica e pertanto i soggetti beneficiari dovranno apporre firma digitale sul modulo compilato e inviarlo tramite indirizzo PEC all’istituto di credito presso cui si desidera richiedere il finanziamento agevolato o leasing.

Una volta compilato il modulo di domanda del Mise e apposto la firma digitale, bisognerà inviare la documentazione all’indirizzo PEC della Banca e sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico è possibile prendere visione di quelle aderenti all’inziativa.

Per le imprese che rispetteranno i requisiti richiesti sarà possibile usufruire di agevolazioni per l’acquisto di beni strumentali che consiste nello specifico in finanziamenti agevolati in cui il contributo va a coprire, sulla base di quanto previsto dalla normativa di riferimento e prorogato con la Legge di Stabilità 2017, “parte degli interessi sui finanziamenti bancari ed è pari all’ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75%, su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti e della durata di cinque anni, di importo corrispondente al finanziamento”.

Ecco il modulo di domanda Nuova Sabatini 2017 per le imprese.

PDF - 769.4 Kb
Nuova Sabatini 2017 - domanda
Clicca per scaricare il modulo di domanda Nuova Sabatini 2017 o Sabatini Ter

Chi sono i beneficiari della Sabatini Ter 2017 e quali i requisiti? Ecco chi potrà presentare domanda di accesso al finanziamento agevolato.

Nuova Sabatini 2017: beneficiari e requisiti

La domanda Nuova Sabatini 2017 potrà essere presentata dalle piccole e medie imprese che rispecchino i requisiti richiesti, ovvero:

  • sede operativa in Italia;
  • iscritte al Registro delle Imprese;
  • non sottoposte a misure di liquidazione volontaria o in stato di crisi.

Oltre ai beneficiari, specifici requisiti anche per quel che riguarda i beni agevolabili, ovvero:

  • beni strumentali nuovi;
  • finanzimento bancario o leasing non superiore a 5 anni;
  • erogazione del contributo subordinato al completamento dell’investimento entro 12 mesi dalla stipula di finanziamento o leasing bancario.

Con la Legge di Bilancio 2017 è stato inoltre previsto che per investimenti in tecnologie, ovvero big data, big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID), sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti il contributo statale è maggiorato del 30% nel rispetto del limite massimo stabilito dalla relativa normativa, ovvero 2 milioni di euro.