Scadenze fiscali ottobre 2017: proroga spesometro, modello Redditi, 770 e Irap

Redazione - Scadenze fiscali

Scadenze fiscali ottobre 2017: proroga spesometro al 5 ottobre e scadenza presentazione modello Redditi, 770 e dichiarazione Irap. Ecco tutte le date da ricordare.

Scadenze fiscali ottobre 2017: proroga spesometro, modello Redditi, 770 e Irap

Scadenze fiscali ottobre 2017: un mese ricco di date da ricordare. Tra le date da segnare in rosso sul calendario vi è sicuramente quella del 5 ottobre, scadenza post-proroga per l’invio telematico della comunicazione dati fatture emesse e ricevute (spesometro 2017). Non solo.

Il mese si aprirà con due adempimenti che coinvolgono una grande fetta di contribuenti: il 2 ottobre 2017 è fissata la scadenza per il pagamento della seconda rata della rottamazione delle cartelle Equitalia e il termine ultimo per aderire alla definizione agevolata delle liti pendenti e alla voluntary disclosure bis.

Se come di consueto anche le scadenze fiscali del mese di ottobre 2017 saranno intervallate dagli adempimenti periodici per i contribuenti passivi Iva e per i sostituti d’imposta, a concludere il mese sarà la scadenza per la presentazione del modello Redditi, del modello 770 e della dichiarazione Irap.

Di seguito l’elenco delle scadenze fiscali del mese di ottobre 2017 suddivise per adempimento.

Scadenze fiscali 2 ottobre 2017: 2° rata rottamazione Equitalia, domanda voluntary bis e definizione liti pendenti

Il 2 ottobre 2017 è fissata la scadenza per il pagamento della 2° rata per i contribuenti che hanno aderito alla rottamazione Equitalia. La scadenza ordinaria, fissata a sabato 30 settembre slitta automaticamente al lunedì successivo.

Il pagamento potrà essere effettuato nelle modalità canoniche ma la novità riguarda i contribuenti che vantano crediti nei confronti della PA: potranno usare tali importi in compensazione, qualora certificati dal MEF, proprio per pagare l’importo dovuto.

La scadenza del 2 ottobre 2017 riguarda anche i contribuenti che intendono presentare domanda di adesione a voluntary disclosure bis e alla definizione agevolata delle liti pendenti con l’Agenzia delle Entrate. Per tutte le istruzioni e le regole su come presentare domanda si invita a consultare gli appositi approfondimenti.

Scadenze fiscali 5 ottobre 2017: invio telematico spesometro dopo la proroga

A riempire il calendario delle scadenze fiscali del mese di ottobre 2017 si aggiunge la scadenza del 5 ottobre post proroga per l’invio telematico dello spesometro del primo semestre dell’anno.

L’invio telematico dell’elenco dati fatture emesse\ricevute, con scadenza precedentemente fissata al 28 settembre 2017, è stato rinviato al 5 ottobre 2017 a causa di una “falla” sulla piattaforma Fatture e Corrispettivi dell’Agenzia delle Entrate. Una palese violazione della privacy che ha comportate la necessità di bloccare temporaneamente l’accesso al sito e quindi di rinviare la scadenza dello spesometro 2017.

La proroga ufficiale dello spesometro 2017 al prossimo 5 ottobre lascia interdetti professionisti e imprese. Nel comunicato ufficiale pubblicato il 25 settembre 2017, infatti, l’Agenzia delle Entrate introduce una sorta di margine di tolleranza per effetto del quale gli invii effettuati fino al 20 ottobre successivo potranno essere considerati validi ove gli uffici territoriali lo ritengano ammissibile.

Scadenze fiscali 16 ottobre 2017: IVA, Irpef, sostituti d’imposta

Nello scadenziario fiscale di ottobre 2017 da segnalare la scadenza fissata a lunedì 16 relativa agli adempimenti periodici Iva, Irpef e Inps per i sostituti d’imposta.

Entro la scadenza del 16 ottobre 2017 bisognerà effettuare il versamento delle ritenute alla fonte operate a titolo d’acconto da parte dei sostituti d’imposta in merito a:

  • redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese di settembre, comprensive di addizionali comunali e regionali;
  • redditi di lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente . Il codice tributo da utilizzare in questo caso è 1040 con periodo di competenza 09/2017.

Con lo stesso modello F24 i sostituti d’imposta potranno versare anche i contributi Inps dovuti per il mese di agosto 2017.

Gli adempimenti Iva riguardano, invece:

  • versamento IVA di competenza settembre 2017 per i contribuenti a liquidazione Iva mensile. Il versamento deve essere effettuato con modello F24 indicando il codice tributo 6009 nella sezione erario.

Per i contribuenti che hanno rateizzato le imposte relative al periodo d’imposta 2016 relative a dichiarazione dei redditi e dichiarazione Iva, si ricorda che entro il 16 ottobre 2017 dovrà essere effettuato il versamento della rata prevista.

Scadenze fiscali 25 ottobre 2017: Intrastat mensili e trimestrali

La scadenza fiscale del 25 ottobre 2017 per la presentazione dei modelli Intrastat riguarda sia i contribuenti con obbligo mensile, ovvero con operazioni effettuate nel mese di agosto per più di 50.000 euro a trimestre, sia i contribuenti con obbligo trimestrale, con operazioni che non superano la soglia dei 50.000 euro.

Per tutte le regole sulla presentazione del modello Intrastat i lettori possono consultare l’apposito approfondimento. Restano invariate le modalità di presentazione:

  • in via telematica all’Agenzia delle Dogane mediante il sistema telematico doganale E.D.I.;
  • all’Agenzia delle Entrate mediante invio telematico.

Scadenze fiscali 31 ottobre 2017: modello Redditi, Irap e 770

Il calendario delle scadenze fiscali del mese di ottobre 2017 si conclude con importanti adempimenti dichiarativi, anch’essi interessati da una proroga dei termini.

Il 31 ottobre 2017 è fissata la scadenza per la presentazione del modello Redditi PF, SC, SP, ENC, la dichiarazione dei redditi con scadenza precedentemente fissata al 30 settembre e rinviata con la pubblicazione del DPCM 26 luglio 2017 del MEF.

Entro la stessa scadenza e per effetto della stessa proroga dei termini bisognerà trasmettere il modello Irap e il modello 770, nonché la certificazione unica dei lavoratori autonomi.