Versamento saldo IVA 2017: scadenze, istruzioni e codice tributo F24

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazione IVA

Saldo versamento dichiarazione IVA 2017: scadenza, istruzioni e codice tributo modello F24. Ecco la guida completa ed aggiornata.

Versamento saldo IVA 2017: scadenze, istruzioni e codice tributo F24

Scadenza saldo Iva 2017, fissato al 16 marzo il termine ultimo per versare il saldo dell’imposta derivata dalla dichiarazione Iva 2017.

In tema di Iva le novità non mancano; negli scorsi giorni abbiamo più volte affrontato il tema della dichiarazione Iva 2017 e delle novità sullo spesometro 2017, ovvero i nuovi adempimenti fiscali che hanno prima portato all’annuncio del primo sciopero dei commercialisti e, successivamente, la revoca.

Ricordiamo, per prima cosa, che a partire dal 2017 la dichiarazione Iva non potrà più essere presentata in forma unificata con il modello Unico; la scadenza per la presentazione della dichiarazione Iva 2017 è fissata al 28 febbraio, termine ultimo che a partire dal prossimo anno sarà, invece, il 30 aprile 2018.

La scadenza della dichiarazone Iva 2017, da cui verrà determinato il saldo Iva 2017 da versare entro il 16 marzo 2017 con modello F24 e utilizzando l’apposito codice tributo, è alle porte ma ricordiamo che sono tuttavia ammesse le dichiarazioni presentate entro il 90° giorno; per ritardi superiori a tale periodo la dichiarazione Iva si considera omessa.

Ecco di seguito tutte le informazioni necessarie per il versamento del saldo Iva 2017 entro il 16 marzo e il codice tributo modello F24 da utilizzare.

Scadenza saldo IVA 2017: istruzioni e codice tributo F24

Il saldo Iva 2017, ovvero l’importo risultante dalla dichiarazione Iva 2017 deve essere versato da tutti i contribuenti per i quali al rigo VL38 l’importo dichiarato è pari o superiore a 10,33 €.

Per il versamento del saldo Iva 2017 con modello F24, in scadenza il prossimo 16 marzo, bisogna utilizzare il codice tributo 6099 - sezione Erario - periodo di riferimento 0101 - anno di riferimento 2016.

Ricordiamo che l’importo del saldo Iva 2017 può anche essere pagato a rate. Di seguito alcune indicazioni sulla rateizzazione del saldo Iva da dichiarazione 2017.

Scadenza saldo IVA 2017: istruzioni per la rateizzazione

Il saldo Iva 2017 può essere pagato in unica soluzione, entro la scadenza del 16 marzo 2017, posticipato o rateizzato secondo le seguenti modalità di pagamento:

  • versamento del saldo da dichiarazione IVA annuale in un’ unica soluzione entro il 16 aprile, 16 maggio, 30 giugno o 30 luglio 2017 applicando la maggiorazione dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese di dilazione in funzione della distanza rispetto alla scadenza originaria del 16 marzo 2017;
  • versamento del saldo da dichiarazione IVA a rate con le seguenti modalità:
    • dal 16 marzo in un massimo di 9 rate;
    • dal 16 aprile con maggiorazione dello 0,4% in un massimo di 8 rate;
    • dal 16 maggio con maggiorazione dello 0,4% in un massimo di 7 rate;
    • dal 30 giugno con maggiorazione dello 0,4% in un massimo di 6 rate;
    • dal 30 luglio con doppia maggiorazione dello 0,4% (per effetto dell’ ulteriore maggiorazione per la dilazione da giugno a luglio) in un massimo di 5 rate.