Bonus verde 2018, la nuova detrazione per ristrutturazioni di giardini e terrazzi

Il Bonus verde per le ristrutturazioni di giardini e terrazzi: è una delle novità della Legge di Bilancio 2018. Ecco come funziona la nuova detrazione fiscale.

Bonus verde 2018, la nuova detrazione per ristrutturazioni di giardini e terrazzi

Bonus verde 2018: la nuova detrazione inserita nella Legge di Bilancio è rivolta ai contribuenti che effettuano lavori di ristrutturazione alle aree verdi di condomini o edifici privati.

Il bonus fiscale potrà essere richiesto dai contribuenti che, a partire dal 1° gennaio 2017, effettueranno lavori di ristrutturazione su terrazzi, giardini o aree condominiali e darà diritto ad una detrazione fiscale da richiedere, come di consueto, con la dichiarazione dei redditi.

Il nuovo bonus verde è soltanto una delle novità in tema di detrazioni fiscali della Legge di Bilancio 2018: mentre sembra ormai certa la proroga non soltanto dell’Ecobonus ma anche del bonus ristrutturazione, nei prossimi giorni si attendono ancora novità in merito alla possibilità di beneficiare anche della detrazione fiscale per l’acquisto di mobili.

Intanto, il bonus verde 2018 raccoglie il plauso della Coldiretti e si appresta ad essere una delle detrazioni fiscali più richieste a partire dal prossimo anno al fine di abbellire abitazioni e spazi verdi delle città.

Ecco come funziona il bonus verde per la cura di giardini, terrazzi e aree verdi di edifici condominiali.

Bonus verde 2018, la nuova detrazione per ristrutturazioni di giardini e terrazzi

Tra le novità della Legge di Bilancio 2018 una delle meno attese e che attualmente incuriosisce molti contribuenti è il bonus verde, introdotto per agevolare i contribuenti nella cura di giardini e terrazzi.

Stando a quanto previsto, il bonus verde consentirà a partire dai lavori effettuati dal 1° gennaio 2018 di beneficiare di una detrazione fiscale pari al 36% in relazione a lavori di ristrutturazione di giardini, balconi e terrazzi.

La detrazione potrà essere richiesta per un massimo di 5.000 euro di spesa, andrà indicata in dichiarazione dei redditi e consentirà, secondo il Ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, di ridurre l’inquinamento delle città.

In attesa di conoscere i dettagli del testo della Legge di Bilancio 2018, attualmente si sa che il bonus verde potrà essere richiesto per le ristrutturazioni e gli interventi su aree di pertinenza di edifici privati e dei giardini di interesse storico.

La detrazione Irpef per la cura di giardini e terrazzi si aggiunge al pacchetto di bonus casa prorogati dalla Legge di Bilancio 2018: bonus ristrutturazioni, Ecobonus, Sismabonus e l’ancora incerta proroga del bonus mobili anche per le giovani coppie.

Bonus fiscali Legge di Bilancio 2018: tra conferme e possibili proroghe

Dalle indiscrezioni che hanno preceduto l’approvazione del testo della Legge di Bilancio 2018 da parte del Consiglio dei Ministri, era già stato reso noto come tra i bonus fiscali disponibili anche per il prossimo anno vi sarebbe stato certamente l’Ecobonus.

La misura è stata confermata anche se, secondo le notizie degli ultimi giorni, la misura della detrazione fiscale potrebbe essere rivista e portata dal 65% al 50%, con una probabile rimodulazione basata sull’obiettivo di risparmio energetico conseguibile.

Nell’attesa di conoscere ulteriori novità, pare ormai certa la proroga anche del bonus ristrutturazioni del 50%, che anche nel 2018 sarà rivolto ai lavori di recupero del patrimonio edilizio.

Ancora dubbi, invece, sulla proroga del bonus mobili, sebbene le associazioni dei costruttori abbiano mostrato al Governo i dati positivi della possibilità di detrarre l’acquisto degli arredi nel 2016 e nel 2017.

Ulteriori dettagli saranno certamente resi noti nei prossimi giorni, quando si avrà la possibilità di prender visione della bozza della Legge di Bilancio 2018 e quando inizierà la discussione della misura in Parlamento.

Per il momento ai contribuenti resta la certezza che dal prossimo 1° gennaio 2018 sarà possibile abbellire la propria casa con un tocco di verde in più: l’idea è che sia nelle grandi che nelle piccole città il bonus verde diventerà una delle detrazioni fiscali più gradite.