Bollo auto storiche: quando si paga?

Anna Maria D’Andrea - Imposte

Quando è obbligatorio pagare il bollo e quali sono le auto storiche? Ecco una guida per sapere quando si paga e quando invece è possibile ottenere l'esenzione.

Bollo auto storiche: quando si paga?

La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto nuove regole su quando si paga il bollo auto storiche e quando invece è prevista l’esenzione.

In linea di principio la legge dispone che i proprietari di auto storiche fabbricate molti anni fa sono esonerati dal pagamento del bollo auto ma con le nuove regole cambia la stessa definizione di auto storica, pertanto è bene fare alcuni chiarimenti su chi è obbligato al pagamento e in quali casi invece non è dovuto.

Il bollo auto storiche, anche nel 2017, non si paga nel caso di auto fabbricata e immatricolata almeno 30 anni fa. Prima dell’entrata in vigore della Legge di Stabilità 2015 il riferimento temporale era invece di 20 anni.

Con le novità introdotte a partire dal 2015 cambiano le regole in merito a quando è obbligatorio pagare il bollo per le auto storiche e quando invece può essere richiesta l’esenzione. Di seguito alcuni importanti chiarimenti sui casi in cui si paga il bollo auto storiche, quali sono i documenti da presentare per richiedere l’esenzione e quali sono le novità per il 2017.

Bollo auto storiche: quando si paga?

Il bollo auto storiche, a partire dal 2015, si paga anche nel caso di veicolo fabbricato tra i 20 e i 29 anni fa.

La nuova regola è stata introdotta con la Legge di Stabilità 2015 e prevede l’obbligo di pagare il bollo auto nei confronti di tutti i proprietari di veicoli fabbricati fino a 29 anni fa.

L’esenzione dal pagamento del bollo scatta per le auto storiche con 30 o più anni d’età, anche se bisogna dire che le regole su obbligo e esenzione dal pagamento del bollo auto variano sulla base della regione di residenza. In molti casi infatti sono in vigore norme che riducono l’importo del bollo per auto ventennali o addirittura esonerano i proprietari dal versare l’imposta, in deroga a quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2015

Nonostante ciò, più volte la Corte Costituzionale ha ribadito che le regole sul pagamento del bollo auto e sull’esenzione per le auto storiche devono essere uniformi in tutt’Italia e che il bollo auto storiche per auto fabbricate fino a 29 anni fa non può essere soggetto a interpretazioni e modifiche da parte di norme regionali.

Io ogni caso, il bollo auto storiche è dovuto qualora il veicolo venga utilizzato per uso professionale o nell’esercizio di attività d’impresa, arti o professioni. Nel caso in cui un’auto storica circoli su strada i proprietari, sebbene esonerati dal pagamento del bollo, sono obbligati a versare una quota annuale pari a 28,40 euro per le auto e 11,36 euro per le moto, da pagarsi in un’unica soluzione annuale.

Bollo auto storiche: quando c’è l’esenzione?

Come abbiamo sottolineato, il bollo auto è obbligatorio per tutte le auto con età di fabbricazione fino ai 29 anni. L’esenzione è prevista soltanto per le auto storiche, ovvero fabbricate oltre 30 anni fa.

Alcune regioni, tuttavia, prevedono casi di esenzione o riduzione dal pagamento del bollo auto per auto che prima erano definite storiche, ovvero le auto ventennali. L’esenzione o riduzione dal bollo auto è prevista, ad esempio, nel Lazio, in Campania, Calabria, Valle D’Aosta, Friuli Venezia Giulia. Nonostante ciò la Corte Costituzionale ha più volte ribadito che le regole che disciplinano quando si paga il bollo auto storiche e quando è prevista l’esenzione devono essere uniformate a quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2015 e su tutto il territorio nazionale.

Queste norme sono state dichiarate illegittime e pertanto bisogna calcolare i casi di esenzione e di pagamento del bollo auto storiche prendendo come riferimento la normativa nazionale, che prevede il regolare pagamento del bollo auto fino ai 30 anni di fabbricazione del veicolo.

Bollo auto storiche: come calcolare quando si paga e richiedere l’esenzione

Per sapere quando si paga il bollo e quando invece si può ottenere l’esenzione per le auto storiche bisogna prendere come riferimento l’anno di produzione del veicolo che dovrà coincidere con l’anno di prima immatricolazione.

Il bollo non si paga per auto storiche, ovvero con almeno 30 anni di età. Non è necessario presentare alcun tipo di documentazione, poiché l’esenzione è automatica.

Potrebbe interessarti anche -> Superbollo auto di lusso 2017: calcolo importi